Lucca stenta in avvio poi dilaga: 65-48

Lucca stenta in avvio poi dilaga: 65-48

Vigarano tiene testa alle biancorosse fino all’intervallo. Poi Crippa guida Gesam Gas al successo

Commenta per primo!

Vince Lucca l’ultima partita dell’Opening Day. Lo fa dopo un avvio stentato, costellato da errori in attacco e in difesa, con Vigarano che ha un migliore approccio alla partita, ma che di fatto regge solo fino all’intervallo. Nella ripresa Gesam Gas vede crescere le sue percentuali, chiude meglio i varchi in difesa e per la squadra di Solaroli non c’è niente da fare con un parziale che via via si allarga fino al 65-48 finale. Cresce soprattutto il rendimento di Dotto che se non trova con continuità il canestro fa comunque male a Vigarano, con i recuperi e le accelerazioni che producono falli. Al Meccanica Nova non basta la coppia Littles-Orrange.

Lucca parte con il tradizionale quintetto: Dotto, Crippa, Wojta, Crippa, Harmon. Vigarano risponde con Reggiani, Littles, Crudo, Aleksandrevicius, Orrange.

Vigarano parte senza timore, tre canestri di Littles e una tripla di Crudo la spingono sul 9-4 dopo 3’15”. Poi Lucca trova due contropiedi e i canestri di Crippa e Harmon riportano il team di Diamanti a -1: 11-12 al 6′, con i due team che hanno già cambiato regia: in campo Granzotto per Reggiani e Battisodo per Dotto. Ma una tripla di Orrange e due liberi di Crudo ridanno fiato a Vigarano: 11-17 a 1’46” dalla sirena. Diamanti manda dentro Tognalini per Crippa e Ngo Ndjok per una improduttiva Pedersen. Tante difficoltà in attacco per Lucca, fatta eccezione per i 9 punti di Harmon, con una Dotto poco lucida. E Vigarano chiude il quarto avanti 13-19, con 11 rimbalzi recuperati contro i 6 di Gesam.

In avvio di secondo quarto subito un canestro di Orrange. Che poi firma il 2+1 del 16-24 al 13’15” dopo il terzo fallo di Tognalini. Dotto si scuote, prova con le sue accelerazioni a creare grattacapi alla difesa di Meccanica Nova. 4 punti di Harmon e due liberi di Wojta avvicinano Lucca sul 24-26 in una partita con tanti errori e palle perse da entrambe le parti. Bomba di Crippa (29-30) dopo cinque errori di Lucca dalla lunga distanza, poi Crudo mette i liberi che mandano le squadre all’intervallo lungo: 29-32 per Vigarano.

Sono di Pedersen i primi due punti del terzo quarto poi Crippa infila la tripla del sorpasso 34-32. Risponde Aleksandrevicius. Ancora una tripla di Crippa con Gesam che prova a stringere le maglie in difesa.  La capitana va a segno anche da 2 e i suoi punti danno fiducia anche a Battisodo che infila da 3: 42-36 al 27′  quando arriva il 4° fallo di Littles. Pedersen dalla lunetta e Harmon firmano l’allungo decisivo: 47-36 al 29′. E’ di Orrange l’ultimo canestro della frazione.

Un tecnico a Solaroli porta a 4 punti di Wojta e Gesam vola sul 51-38 in apertura di ultimo quarto. Ormai il match si è indirizzato sul binario della squadra di casa con Harmon che firma altri 4 punti per il 55-40 al 34′.

MVP BASKETINSIDE: Martina Crippa

LUCCA – VIGARANO 65-48 (13-19, 29-32, 47-38)

GESAM GAS LUCCA: Battisodo 3, Landi, Tognalini 6, Pedersen 7, Dotto 5, Wojta 8, Harmon 19, Crippa 17, Miccoli, Salvestrini ne, Ngo Ndjock, Mandroni ne. Coach Diamanti.

MECCANICA NOVA VIGARANO: Ferraro ne, Littles 18, Rosier ne, Ciarciaglini ne, Tridello ne, Reggiani 2, Crudo 7, Granzotto, Cigliani, Vian 2, Aleksandravicius 5, Orrange 14. Coach Solaroli.

ARBITRI: Marton di Treviso, Sartori di Belluno e Padovano di Parma

Fotogallery a cura dei nostri inviati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy