Memorial “Ciao Sù”, Torino batte Broni in una partita punto a punto

La Pallacanestro Torino conferma la tradizione e vince il “Ciao Sù” superando Broni di soli due punti.

Commenta per primo!

Reduce dalla sconfitta di Nizza patita solo ieri in un’amichevole contro “un’avversaria molto forte atleticamente”, come dichiara il Presidente Garrone, la Fixi Piramis torna a Torino e, come da tradizione, si aggiudica la sesta edizione del Memorial dedicato a Susanna Nora.

Partenza a razzo delle pantere che vincono il primo quarto in scioltezza per 22-14 con Bruner e Davis a dettare legge; nel secondo quarto la musica cambia ed inizia a farsi sentire la stanchezza nelle gambe delle padroni di casa, Bratka e Zampieri guidano la rimonta per le ospiti e si va all’intervallo sul 33-35.

La seconda metà di gara vede Torino in affanno sotto il punto di vista atletico e di concentrazione, ma Broni non ne approfitta, le squadre sbagliano molto e ne consegue quindi un testa a testa fino all’ultimo quarto, la Fixi Piramis chiude il terzo sul 50-46; l’ultimo quarto porta avanti la Fixi fino a +12 ma le energie si esauriscono sul finale e con Davis fuori per 5 falli Broni cresce e prova a sorprendere le pantere: a poco più di 1 minuto dalla fine Torino guida 64-56, Broni le prova tutte, a partire dal fallo sistematico ed alla fine riaggancia Torino sul 66-64 ma il tempo ormai è finito e la squadra di casa vince questa sesta edizione del Memorial.

Le due squadre si sono dimostrate entrambe da “sgrezzare”, infatti tutte due i roster sono stati praticamente rifondati ed i due coach, Spanu e Sacchi, hanno parecchio lavoro da fare per trovare un amalgama da qui ad inizio stagione. Torino sicuramente risultava stanca dalla partita del giorno prima ma con qualche ingranaggio da regolare sotto le plance ed in difesa, per Broni le continue chiacchierate delle atlete in campo potrebbero essere sintomo che appunto non ci sia ancora perfetta sintonia tra le pavesi.

Fonte: Auxilium CUS Torino
Fonte: Auxilium CUS Torino

Anche per la neo-capitana di Torino, Alice Quarta, c’è da lavorare: “Siamo un bel gruppo giovane (età media 21 anni, NDR) e lavoriamo duramente ogni giorno, stiamo cercando di conoscerci sempre di più, anche col nuovo staff, per cui c’è la giusta alchimia, spero che potremmo far bene ed oltre l’obiettivo salvezza penso che potremo toglierci diverse soddisfazioni”. La Fixi Piramis, in un Memorial dedicato soprattutto ai ragazzini che si affacciano a questo sport, schiera tre giovanissime, a partire dalla 2000 Anastasia Conte e sembra che quando scendano loro in campo il tifo, non solo sugli spalti ma soprattutto dalla panchina, cresca esponenzialmente, proprio la Capitana Quarta ha esordito in A1 a soli 15 anni: “Loro sono delle giovani futuribili che hanno voglia di mettersi in gioco, di ascoltare, per cui è un piacere poter trasmettere qualcosa anche a loro“.

A premiare le atlete a fine partita il Nazionale e Capitano della Auxilium CUS Torino, Peppe Poeta.

Fixi Piramis Torino-TechEdge Broni: 66-64

Torino: Kacerik 3, Marangoni, Ceriani, Quarta 8, Bruner 21, Conte, Davis 16, Gatti 8, Cordola 4, De Chellis, Tikvic 6. All. Spanu, Ass. Terzolo.

Broni: Stokes 8, Nadu 8, Pavia 5, Bratka 13, Strozzi, Ravelli, Zampieri 15, Bonnecchio 2, Soli 4, Baldan, Ritcher 9, Fusari. All. Sacchi, Ass. Cavenaghi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy