Memorial Giulio Bussola: Valmadrera cede in finale contro Costa Masnaga

Memorial Giulio Bussola: Valmadrera cede in finale contro Costa Masnaga

Commenta per primo!

Va in scena nel week-end del 28-29 settembre il primo torneo amichevole in ricordo del compianto Giulio Bussola, dirigente della Starlight scomparso nel mese di Giugno, al cospetto di una buona cornice di pubblico in entrambe le giornate di basket. Nella serata di sabato si giocano le semifinali, con le vittorie di Starlight e Costa Masnaga contro, rispettivamente, Geas Basket e Carugate. Mentre il Basket Costa liquida piuttosto nettamente le avversarie (58-44), per Valmadrera si tratta di una partita punto a punto per 40 minuti, in cui le ragazze di Coach Frigerio hanno la meglio solo nel finale, regalando alla memoria di Giulio un finale tutto cuore e grinta.

Nella giornata di domenica, dopo la “finalina” vinta da Geas Basket (63-43), va in scena la finalissima tra Valmadrera e le vicine di casa di Costa Masnaga, con Coach Frigerio che deve fare a meno di Capiaghi, in panchina ma inutilizzabile per un lieve infortunio. Il parziale di 0-8 nei primi minuti di gioco, però, mette subito in chiaro che per le ragazze di casa non sarà una serata facile, nonostante un paio di tentativi di rimonta interrotti fino al -1. Complici un secondo e terzo quarto tutti di marca ospite, la partita sceglie un padrone e il torneo si avvia verso le mani di Costa Masnaga, decretando la vincitrice con il 46-82 della sirena finale. L’ultima a mollare in casa Starlight, non a caso, è Capitan Claudia Bussola, costante punto di riferimento per le compagne e capace di realizzare la bellezza di 23 punti, il 50% esatto del fatturato offensivo della squadra.

Terminata la sfida, è tempo di premiazioni, con riconoscimenti assegnati rispettivamente a Costa Masnaga, prima classificata, Starlight, seconda, Geas Basket, terza, e Carugate, quarta, oltre al premio individuale per Carolina Bossi (Costa), votata dagli allenatori miglior giocatrice del torneo. Ciò che più conta, però, sono il mazzo di fiori omaggiato alla Signora Bussola e l’interminabile, commosso e sentito applauso di un palazzetto intero, unito nella memoria di Giulio. Tra i sorrisi e la commozione, oltre a sprazzi di buona pallacanestro, va in archivio il primo trofeo in memoria di una persona -prima ancora che un dirigente- che rimarrà indelebilmente nella memoria e nel cuore di tantissime persone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy