Opening Day Serie A1 Femminile 2016-17, le partite ai raggi X

Opening Day Serie A1 Femminile 2016-17, le partite ai raggi X

Andiamo a scoprire, incontro per incontro, il programma della prima giornata di campionato.

Commenta per primo!

L’Opening Day è alle porte. La città di Lucca è già in fermento per l’evento che sancirà l’inizio del campionato italiano di basket femminile Serie A1, stagione 2016/17. Ad alternarsi, sul parquet del PalaTagliate, le dodici squadre partecipanti al torneo della massima serie, che tra domani e domenica, si sfideranno per la prima giornata della regular season.

Apriranno le ostilità, le Lupe del Fila San Martino, che alle ore 16:00 di domani, sfideranno le avversarie della Pallacanestro Umbertide.
La squadra di coach Abignente si presenta ai nastri di partenza, della loro quarta stagione consecutiva nella massima serie, confermando in gran parte la rosa dello scorso anno: alla partenza di Favento, Davis e Pascalau, la società veneta ha sopperito ingaggiando l’ex tarantina Megan Mahoney, la lituana Selciute e la giovane Jasmine Keys. Durante la preseason, il Fila San Martino ha avuto modo di sfidare alcune realtà importanti del basket nazionale, come Ragusa, Schio e Venezia, traendo indicazioni importanti per il campionato che si accinge ad iniziare.
La Pallacanestro Umbertide, in estate, ha cambiato molto: alle confermate Cabrini, Dell’Olio, Moroni e Milazzo, si sono aggregate le due ex Orvieto Bove e Mancinelli, l’ex Geas Antiesha Brown e la statunitense Mallard. Anche quest’anno, coach Serventi avrà a disposizione una squadra giovanissima, con la quale lavorare per centrare una tranquilla permanenza in A1.
Umbertide e San Martino di Lupari, si sono incontrate anche nell’ultima giornata di regular season dello scorso campionato, con le umbre che si sono imposte in casa per 60-54.

Nel secondo, ed ultimo incontro, del sabato, che inizierà alle ore 18:15, si sfideranno la neopromossa Techedge Broni e la Saces Mapei Givova Dike Napoli.
Le lombarde affronteranno la loro prima stagione in Serie A1 forti delle conferme di Richter, Soli, Zampieri e dell’estone Bratka, oltre agli innesti importanti di Ashley Ravelli, e delle statunitensi Stokes e Madu. Coach Sacchi dovrà condurre le sue verso l’impegnativa sfida con la massima serie, cercando di ripartire da quanto di buono fatto vedere nella scorsa stagione, che ha visto Broni concludere la regual season senza conoscere sconfitta, con una striscia di ben ventisei vittorie consecutive.
A Napoli, il mercato estivo ha portato molte facce nuove: Rashanda Gray, passata da Battipaglia al capoluogo partenopeo, le due ex ragusane Gonzalez e Cinili (quest’ultima di ritorno dall’esperienza in Spagna), l’ex Umbertide Gemelos e la statunitense Plaisance. Starà ora a coach Ricchini riuscire a creare la giusta sintonia tattica nel gruppo e cercare di migliorare la deludente stagione dello scorso anno, che ha visto Napoli uscire agli ottavi di playoff scudetto contro Torino, disattendendo così le aspettative dei tifosi e dell’ambiente.

La prima partita della domenica, in programma alle ore 12:00, vedrà l’Umana Reyer Venezia scontrarsi contro la Fixi Piramis Torino.
Coach Liberalotto, in estate, ha salutato Formica, Bagnara, Christmas e Pan, ed ha accolto l’arrivo della campionessa d’Italia Ashley Walker, di Milica Micovic e di Silvia Favento; potrà inoltre contare su Francesca Melchiori, che ha recuperato ormai completamente dall’infortunio subito lo scorso novembre, oltre che sulle confermate Ruzickova, Fontenette e Caterina Dotto. Le orogranata hanno avuto un percorso di preparazione all’inizio della stagione davvero impegnativo, nel quale si sono confrontate con formazioni di alto livello come Nizza, Montpellier, Sopron e Schio, alternando brillanti performance a prestazioni opache.
Torino, seppur reduce da un’ottima stagione che l’ha vista arrivare fino ai quarti di finale di playoff scudetto, ha operato una vera e propria rivoluzione tecnica: iniziando dalla panchina, infatti, dove quest’anno sederà coach Scanu, che ha preso il posto di Petrachi, fino ad arrivare al roster, che vede nelle sole Quarta e Cordola le uniche reduci del passato campionato. Largo quindi alle neo arrivate Jori Davis, Valentina Gatti, Sofia Marangoni, Martina Kacerik, Ivana Tikvic e Giovanna Pertile, che dovranno cercare di ripetere gli ottimi risultati conquistati dalla squadra piemontese lo scorso anno.

Esordio importante per la Carispezia La Spezia, che nei primi quaranta minuti stagionali se la vedrà contro la corazzata Passalacqua Ragusa, nella seconda partita di domenica, dalle ore 14:15.
Le spezzine, che si affacciano per la prima volta alla Serie A1, potranno cercare la salvezza nella massima serie grazie agli importanti innesti operati dalla società durante l’estate: sono arrivate in Liguria, infatti, l’ex capitano partenopeo Sara Bocchetti, Olajide e De Pretto provenienti da Parma, Alice Nori da Ferrara, e le straniere Premasunac, Hrynko e Sesnic. Un roster variegato, che sotto la guida attenta di coach Corsolini, potrà dare filo da torcere alle dirette concorrenti nella lotta per non retrocedere.
Ragusa, al secondo impegno ufficiale della stagione, dopo la sconfitta di misura nella Supercoppa Italiana contro Schio, dovrà presentarsi all’Opening Day dando prova di aver già eliminato le scorie di una delusione difficile da dimenticare. Sarà compito di coach Lambruschi riportare tranquillità e concentrazione in un gruppo che ha dimostrato di aver già trovato la giusta chimica, nonostante la massiccia campagna acquisti operata in estate dal presidente Passalacqua. Da domenica, le ragusane potranno contare anche sul pivot spagnolo Astou Ndour, arrivata in Sicilia nella giornata di martedì.

Come nella scorsa stagione, il Famila Wuber Schio e la Treofan Battipaglia, si incontreranno nella gara iniziale di campionato, che andrà in scena alle ore 16:30.
Le Campionesse d’Italia arrivano all’Opening Day dopo la sofferta vittoria di domenica scorsa contro Ragusa e vorranno da subito fregiarsi di una prestazione importante, che possa fugare i dubbi e le incertezze tattiche emerse nella gara di Supercoppa. Coach Mendez, che dovrà valutare le condizioni dell’acciaccata Chicca Macchi, entrata domenica solo all’ultimo quarto di gara, sarà chiamato alla difficile scelta su quale delle quattro straniere mandare in tribuna, dopo l’esclusione della francese Miyem operata al primo impegno stagionale.
Dall’altra parte Battipaglia, che in estate ha salutato Marzia Tagliamento, accasatasi proprio a Schio, ma ha festeggiato il ritorno tra le sue fila di Brooque Williams, si affiderà quest’anno alle mani della cubana Noblet e a quelle della greca Sotiriou, arrivata da Torino, oltre a quelle delle confermate Andrè, Trimboli e Orazzo. Sulla panchina siederà ancora coach Riga, che dopo l’emozionante medaglia d’argento conquistata in estate alla guida della Nazionale Under 20 nell’Europeo in Portogallo, vorrà raggiungere traguardi importanti anche con la squadra campana.
Lo scorso anno, all’Opening Day di Napoli, la partita terminò 84-51 per Schio.

L’ultimo incontro di questa prima giornata di campionato, vedrà le padrone di casa della Gesam Gas Lucca sfidare la formazione della Meccanica Nova Vigarano, dalle ore 18:30.
Le toscane hanno confermato tutto il quintetto titolare della scorsa stagione, che le ha portate a laurearsi vice campionesse d’Italia, sostituendo le partenti Reggiani, Gatti, Laterza e Templari con Battisodo, Tognalini, Miccoli e Ngo Ndjock. Per coach Diamanti, che si appresta ad iniziare la sua undicesima stagione sotto “le Mura”, si prospetta il difficile impegno di confermare o addirittura migliorare gli ottimi risultati conseguiti nella scorsa stagione, che hanno visto Lucca classificarsi prima in classifica durante la regual season, fino ad arrivare alle Finali Scudetto.
Vigarano ha avuto un mercato estivo molto attivo, che ha visto arrivare in terra estense Erica Reggiani, proprio da Lucca, e Marta Granzotto da La Spezia, oltre alle straniere Littles e Aleksandravicius. Confermate dallo scorso anno Amber Orrange, Sara Crudo e Gloria Vian. A disposizione di coach Solaroli, al primo anno sulla panchina di Vigarano, un roster formato di tante giovani giocatrici di talento, che grazie all’esperienza dell’allenatore, vorranno migliorare l’ottavo di playoff scudetto, dello scorso anno, dal quale sono uscite sconfitte contro Parma per differenza canestri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy