Petrachi: “Partita difficile, ma vogliamo vincere davanti al nostro pubblico”

Petrachi: “Partita difficile, ma vogliamo vincere davanti al nostro pubblico”

Commenta per primo!

Riparte la caccia della Fixi Piramis alla prima vittoria casalinga nella AlmoNatureCup Serie A1 femminile, sfuggitale di mano all’esordio di due settimane fa contro Umbertide: domenica 25 ottobre, al PalaEinaudi di Moncalieri (palla a due alle ore 18), la squadra di Manuele Petrachi si troverà di fronte un avversario di quelli “tosti”, la Lavezzini Parma. Una missione quantomeno complicata quella che attende Smith e compagne, reduci dalla bella vittoria ottenuta sul campo di Sesto San Giovanni grazie a due quarti di grande intensità difensiva, base su cui è stata costruita la vittoria contro una delle dirette rivali per la salvezza. Due vittorie in tre partite disputate è un bilancio decisamente positivo per una neopromossa come Torino, che ha saputo mantenere il nucleo storico, artefice della promozione in serie A1, aggiungendo l’esperienza e la fisicità di Jenna Smith, la creatività e le doti offensive di Yvonne Anderson e la solidità di Katarina Sotiriou, trovando la “quadratura del cerchio” fin dall’esordio con Vigarano.
Parma, avversaria di domenica, è una delle realtà ormai consolidate nel panorama cestistico femminile, frutto di seria programmazione, di lungimiranza e di tradizione: “Sarà una partita complicata, molto difficile – conferma l’allenatore torinese Petrachi – Parma un quintetto base di categoria, molto forte, oltre ad un gruppo solido, formato da giocatrici esperte, forti fisicamente. Noi stiamo meglio della scorsa settimana, anche se l’influenza continua ad assillarci. Questa settimana Alice Quarta è stata bloccata a letto: comunque non ci lamentiamo, sono problemi “normali” in questa stagione”.
Ancora una volta Torino dovrà puntare sulla difesa, carta vincente nelle due vittorie ottenute in trasferta, appiglio necessario quando l’attacco fatica: “In difesa dovremo riuscire a ripetere quanto mostrato nella seconda parte del match con Sesto San Giovanni. Recuperare palloni per correre in contropiede, limitare al massimo il loro potenziale offensivo. Dovremo limitare la loro fisicità, la loro forza a rimbalzo, e per farlo serve tanta concentrazione. Sarà importante partire subito bene, quello che ci è mancato nelle ultime uscite: decise fin da subito, ci teniamo a vincere la prima partita di Serie A1 in casa”.
Due gruppi solidi ma anche tanto talento in campo, sia fisico che tecnico. In particolare affascina lo scontro tra due centri come Smith per Torino e Brezinova per Parma, atlete di alto livello, grandi rimbalziste ma anche realizzatrici implacabili: “Brezinova è giovane, ha caratteristiche non solo di stazza dentro l’area, ha anche un’ottima mano da fuori. Tutto il roster di Parma è da ammirare per profondità e qualità. Francesca Zara è uno dei migliori playmaker nella storia della pallacanestro femminile italiana, perde pochi palloni, mette in ritmo le compagne: play della vecchia scuola, integra fisicamente. Hanno la miglior straniera della scorsa stagione, Ugoka: atleta dalla potenza incredibile, forte tecnicamente. Sa fare tutto e bene, non per niente è stata la miglior straniera dello scorso anno”.
Non resta che presentarsi al PalaEinaudi domenica alle ore 18 per assistere alla quarta giornata di campionato di Serie A1 femminile, anche perchè, come sottolinea Petrachi, “chi non viene domenica ha torto: sarà importante avere il nostro pubblico dalla nostra, come all’esordio contro Umbertide. Veniteci a vedere, queste due squadre lo meritano, sapranno regalare un gran bello spettacolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy