Quadrangolare di Nizza: Ruzickova show, la Reyer stende Nizza

Cavigal Nice Basket 06 – Umana Reyer Venezia 67-72

Commenta per primo!

Quadrangolare di Nizza: Cavigal Nice Basket 06 – Umana Reyer Venezia 67-72
(Parziali: 22-12; 38-29; 50-53)

Cavigal Nice Basket 06: Tourè 2, Strunc 4, Foppossi 1, Cornelie Sigmundova 2, Anderson 15, Macauley 18, Kamba 5, Duchet, Bar 17, Aubert 3
Umana Reyer Venezia: Micovic 3, Melchiori 3, Carangelo 3, Sandri 3, Cubaj 2, Ruzickova 21, Togliani A. 3, Togliani G. n.e., Fontenette 11, Walker 16, Favento 7

L’Umana Reyer, al termine di una vera e propria battaglia, ha ragione della formazione di casa e dedica una vittoria che sembrava ad un certo punto impensabile al proprio “patron” nel giorno del suo compleanno. Inizio di gara all’insegna dell’equilibrio con Ruzickova pronta a replicare a Macauley. Walker va a segno su assist del centro oro granata. L’Umana fallisce due occasioni da sotto mentre Bar è invece precisissima. Inizia lo show di Anderson, autrice di 8 punti in rapida successione. Dalla lunga Macauley incrementa il divario portandolo in doppia cifra. Le lagunari risentono delle bordate avversarie e stentano a ritrovare la consueta lucidità forzando le conclusioni da oltre l’arco. Walker coglie il bersaglio in due occasioni e Fontenette dalla lunetta ferma il punteggio parziale sul 22 a 12. Inizia bene l’Umana Reyer il secondo periodo con la tripla di Walker. Purtroppo Anderson continua ad imperversare facendo valere la sua strapotenza fisica. Coach Liberalotto rivoluziona il quintetto anche se il terzo fallo commesso da Cubaj complica i suoi progetti. Anna Togliani è glaciale dalla distanza ma è ancora Bar a riportare il vantaggio della squadra di casa oltre la doppia cifra. Ancora lei, questa volta da oltre l’arco, stabilisce un break a favore di Nizza (33-20 a-2,55). Il finale di frazione è tutto orogranata che grazie alle triple di Fontenette, Walker e Favento riesce a chiudere la frazione sul 38 a 29.

Le veneziane rientrano motivatissime dallo spogliatoio e Carangelo si guadagna un antisportivo. E’ poi il turno di Melchiori che riavvicina le compagne alle bleus. Il terzo fallo di Walker sembra “paralizzare” le compagne che incorrono in un black out offensivo. Macauley e Anderson sono i terminali offensivi su cui si appoggia Nizza e riescono sempre a ridare ossigeno nei momenti di difficoltà. Micovic dai 6,75 schioda finalmente il punteggio mentre le maglie difensive delle lagunari si stringono come tentacoli sulle avversarie. Maya Ruzickova va in trance agonistica e diventa l’ossessione della difesa transalpina mettendo a segno ben 13 punti nella sola terza frazione e riacciuffando a poco più di due minuti dal buzzer parziale una gara che sembrava compromessa. Le compagne capiscono il momento “magico” della vice capitana e la servono con continuità mentre Nizza assiste impotente alla rimonta veneziana. E’ Fontenette a fermare il tabellone sul parziale di 50 a 53. La tripla di Sandri dopo pochi secondi dall’avvio dell’ultima frazione fa esplodere la propria panchina. Anche Favento e Cubaj martellano la retina avversaria per il +10 (50-60 a -8,34).
Le francesi incassano il colpo ma trovano l’orgoglio per una reazione che le riporta a due possessi. Il time out di coach Liberalotto, che invoca difesa asfissiante su ogni listone del parquet, è provvidenziale e viene subito raccolto dalle sue ragazze che scacciano i fantasmi della rimonta avversaria. Fontenette, Ruzickova e Carangelo riallungano nonostante le energie comincino a venir meno. L’infortunio alla mano di Fontenette fa tremare in un momento topico del match. A due giri di lancette dal termine, Nizza tenta il tutto per tutto grazie alle sue leaders conclamate Macauley, Anderson e Bar. Sono però Ruzickova e Walker a far scorrere i titoli di coda coronando una prestazione superlativa sotto tutti gli aspetti da parte della formazione orogranata che conferma di possedere carattere e orgoglio fuori dal comune.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy