Qualificazioni Eurobasket Women, Crespi: “Mercoledì conta solo vincere”

Qualificazioni Eurobasket Women, Crespi: “Mercoledì conta solo vincere”

All’indomani della partita di mercoledì contro la Macedonia al PalaRavizza di Pavia, coach Crespi e le azzurre del basket hanno sete di vittoria…

Commenta per primo!

Cuore, testa ed emozioni è questa la Nazionale italiana che mercoledì 14, ore 18.30 e in diretta su SkySportHD, affronterà la compagine della Macedonia alle qualificazioni per l’accesso ad EuroBasket Women 2019. Ad ospitare l’evento sarà il PalaRavizza della città di Pavia, il cui pubblico è già in fermento e pronto a tifare le donne del basket italiano, considerando che manca davvero poco al sold-out.

Un cuore azzurro che non smette di battere e che accelererà il suo ritmo fino al fischio di inizio di mercoledì. Dopo la splendida e fondamentale vittoria in casa della Svezia (47-69) sabato scorso, le ragazze guidate da coach Crespi hanno ricevuto una carica di adrenalina e positività da sfruttare nel loro campo casalingo pavese.

Mercoledì sarà una partita da vincere – ha esordito Crespi alla conferenza stampa di stamattina, nella Sala Consiglio del Comune di Pavia. Come in tutte le partite, questa squadra ha dimostrato tanto in Svezia facendo qualcosa di bello, ha giocato con emozione e risolvendo i problemi proprio come squadra. Adesso si presenta l’occasione di far diventare tutto questo ancora più bello”.

Marco Crespi, dalla sua investitura da coach nell’agosto di quest’anno, ha sempre parlato “di pancia” elogiando il lavoro di queste atlete italiane che non mollano mai “Io mi metto dalla parte dello spettatore, penso che chiunque vada a vedere un evento sportivo sia perché vuole ritrovare quelle emozioni che magari nella sua vita rincorre. La prima cosa è trasmettere proprio emozioni a chi vede, secondariamente l’emozione è contagio sul campo tra chi è protagonista e spettatore”.

Un cambio della guardia repentino e inaspettato tra Capobianco e Crespi, che fortunatamente non ha lasciato scivolare via la voglia di vincere: “Chi lavora come commissario tecnico ha come obiettivo quello di mettere a loro agio le giocatrici in determinate situazioni. Ora non è più lo stesso gruppo dell’europeo, ma è necessario andare alla ricerca di chi rende più funzionale la squadra” ha concluso l’ex allenatore della Mens Sana Siena.

Protagonista della vittoria contro la Svezia la trevigiana Giorgia Sottana, vincitrice di 5 scudetti e 5 Coppe Italia con Schio, woman of the match con 22 punti (seguita dai 19 di Cecilia Zandalasini) e con il pensiero a mercoledì, pronta a dare il massimo: “Dalla partita di sabato gli animi sono buoni, perché era veramente importante e determinante vincere. Siamo contente e pronte per un’altra grande partita” ha dichiarato.

Da qualche settimana, Giorgia ha tolto la casacca della Blma Montpellier (indossata a inizio stagione) per vestire quella del Fenerbahce in Turchia, dimostrando voglia di arrivare sempre più in alto mettendosi in gioco continuamente: “Sono molto contenta perché è un’opportunità grande e ammetto che la aspettavo da tanti anni. Una giocatrice lavora per arrivare nei top club, quindi quando è arrivata questa chiamata ne sono stata davvero felice”.

In attesa di mercoledì, Pavia è diventata una sorta di capitale del basket femminile assieme a Broni, la città che ha ospitato la maggior parte degli allenamenti di questi giorni della squadra italiana. I risultati più belli della presenza azzurra si vedono da un po’ di tempo: sono tantissime infatti le persone, tra adulti e bambini, che si stanno avvicinando al palazzetto e alle atlete seguendo i loro allenamenti. Con quest’occasione, il basket femminile ritorna in cattedra non solo per insegnare, ma per dare emozioni forti a chi pensa di non poterne provare guardando uno sport considerato da troppi “solo maschile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy