Ragusa, parla Gianstefano Passalacqua: “La stagione non è andata sicuramente bene”

Ragusa, parla Gianstefano Passalacqua: “La stagione non è andata sicuramente bene”

Le parole del presidente di Ragusa.

di La Redazione

Un bilancio a 360 gradi, a qualche giorno di distanza dalla sconfitta in gara 4 con Schio e poco prima della partenza della formazione Under 18 per l’Interzona. Il presidente Gianstefano Passalacqua fa il punto di quello che è stato e, soprattutto, non manca di evidenziare quali saranno le linee guida che caratterizzeranno la prossima stagione. “La stagione non è andata sicuramente bene ed è inutile che ci giriamo intorno – ammette Passalacqua – Ma noi dobbiamo avere la freddezza mentale di ritornare indietro, capire quali erano le premesse dell’inizio e fare valutazioni più attente. Avevamo stabilito che per vincere ci volevano le italiane che dovevano prendersi le loro responsabilità e delle straniere che dessero questa possibilità. Questo è avvenuto in parte. Noi abbiamo sempre parlato di progetto a due anni, ed in questo senso stiamo operando per mantenere un blocco importante delle italiane che vedrà qualche inserimento, mentre per quanto riguarda le straniere stiamo lavorando per mantenere ciò che ci è più piaciuto e che si possa sposare ancora meglio con la squadra dell’anno prossimo. L’obiettivo prossimo, sempre con i valori di lavoro, condivisione, impegno e dedizione, sarà quello di arrivare pronti a scontrarsi con le prime della classe nei momenti clou della stagione non solo dal punto di vista atletico e tecnico, ma anche e soprattutto dal punto di vista mentale, che poi è stato quello che è mancato maggiormente nei momenti più importanti. Dovremo cercare di arrivare a uno standard di gioco e limitare quanto più possibile quegli alti e bassi che hanno caratterizzato quest’ultima stagione. Il video di Schio negli spogliatoi del Palaminardi? Ho ricevuto una telefonata da parte di Yacoubou che a nome suo e di tutta la squadra si scusava nei confronti della società e dei tifosi: scuse che sono state respinte da parte mia, proprio perché non erano dovute. Sicuramente abbiamo entrambi condiviso che non si è trattato del massimo dell’eleganza, ma tutto secondo me fa parte di un normale sfottò. Aggiungo che questo vuole essere da sprono per cercare una rivincita sul campo da parte nostra. Speriamo che così si possa chiudere questa storia”.

Ufficio stampa Passalacqua Ragusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy