SERIE A2: il punto sui due gironi

SERIE A2: il punto sui due gironi

Nel girone Nord risorge Bolzano, che grazie a Fall sbanca Cagliari. Bene anche Udine, che vince senza problemi e si assicura il secondo posto mentre il big match di giornata lo vince Bologna.  Nell’altro girone invece tanti colpi di scena: cadono Chieti ed Alcamo e ad approfittarne è La Spezia. Spavento per Paladino, che sbatte la testa violentemente nel match contro il Fotoamatore.

Girone Nord: Bolzano finalmente torna a vincere. Dopo tre turni senza punti, la squadra di coach Massai  ritrova due punti importanti in chiave playoff violando il campo del Cus. Decisivi i tiri liberi di Fall, che a circa trenta secondi dal termine infila i punti che valgono il più  uno, con Cagliari che poi spreca il tiro della vittoria. Bene anche Kurpniece, miglior rimbalzista in casa Iveco e protagonista anche di una buonissima prova offensiva . Per le padrone di casa non è bastata una buonissima Fabianova, costante minaccia nella difesa bolzanina e a tratti immarcabile. La squadra di coach Xaxa viene quindi raggiunta in classifica dalle altoatesine e solo negli ultimi quaranta minuti della regular season si deciderà chi sarà la terza classificata alle spalle di Bologna ed Udine. Desler che grazie alla vittoria interna contro Cervia, si è messa al riparo da ogni possibile sorpresa che poteva riservarle il big match dell’ultima giornata contro Bolzano. Una vittoria in scioltezza per le friulane che contro il fanalino di coda Cervia, si son concesse anche il lusso di far debuttare Trotta, subito a segno con 2 punti alla prima presenza stagionale. Pur prive di Madonna, Udine ha condotto fin dalle prime battute di gioco trovando in De Gianni e Vicenzotti le proprie protagoniste. Per quanto riguarda le Terme, se la dovranno vedere nei playout contro Crema. La squadra di coach Palmiro si è infatti imposta nel match interno contro Marghera, ma il doppio confronto salva Marghera e condanna le lombarde ai play out. Alla fine non son bastati i 23 punti di Fumagalli, ben supportata da Censini per ribaltare il meno undici dell’andata complice anche una serata storta dalla lunetta (11/24) e un primo quarto offensivo sotto tono (8 punti).  La Sernavimar dal canto suo trova una salvezza importante al termine di una stagione dai risultati altalenanti. A Crema, oltre alla buona prova difensiva di Rimpova, spicca la prestazione di Greta Brunelli che sigla 26 punti, frutto di un ottimo 6/11 dalla lunga distanza. Quarto posto invece definitivamente nelle mani della Virtus Cagliari. Una vittoria di cuore e cercata a lungo contro Milano, con il Sanga e le sarde che si son alternati molte volte al comando. A far la differenza è stata però la classe di Marie Warner, abile a trovare la via del canestro nel momento più importante dell’incontro e a ispirare una tripla pesantissima di Mini, che al rientro in campo ha subito fornito un buon contributo. Per Milano non è bastata la solita prova stellare di Gottardi , top scorer della Cellularimania e capace di tenere le proprie compagne in gara fino alla fine. Avversaria delle milanesi nei playout sarà invece Biassono, che continua il suo periodo nero incappando nell’ennesima sconfitta questa volta a favore di Vigarano: la Vassilli si è infatti imposta col punteggio di 77 a 69, ritrovando così il successo dopo la sconfitta nel derby contro Bologna e rimanendo così in scia per un posto nella post season. Biassono trova buone cose soprattutto nel primo quarto, poi alla lunga esce fuori la forza e la concretezza delle padroni di casa con De Pretto a guidare le proprie compagne alla vittoria. Festeggiamenti invece per San Martino di Lupari, la Fila infatti imponendosi con Borgotaro si regala la matematica certezza dei playoff e nel match contro Marghera proverà a giocarsi le ultime risorse per strappare il sesto posto ad Alghero. Una beffa per le ospiti se consideriamo che per i primi venti minuti di gioco la squadra di Iurlaro è stata quasi sempre avanti trascinata da una precisa Fritz (11 punti nei primi dieci minuti) e approfittando di Gamman gravata di due falli già nei primi cinque minuti. E’ però proprio Gamman nella ripresa a suonare la carica e ben supportata da Cattapan, sempre efficace al tiro, la rimonta si completa al 25’, quando la squadra di casa impatta a quota 36. Il sorpasso lo firma Pegoraro, mentre è ancora un’ispiratissima Cattapan dai 6.75 ad allungare il divario. L’ultimo quarto non concede altre emozioni, le ospiti provano a ricucire il break, ma ancora una volta una bomba di Cattapan spezza i sogni di rimonta della Roby Profumi. Chiude infine la vittoria esterna di Bologna sul campo di Alghero, che per l’occasione si è presentata senza la propria capitana Monticelli. Una grande prova quella della Libertas, in una partita che metteva di fronte la squadra più forte del girone contro una di quelle più in forma. Le premesse son state rispettate e alla fine al Pala Corbia c’era il pubblico delle grandi occasioni.  L’avvio è volato sull’onda dell’equilibrio, Costi e Visconti da un lato, Slavova e Farris dall’altro e i primi dieci minuti finivano sul punteggio di 13 a 13. Nel secondo quarto è invece salita in cattedra Panella che insieme a Slavova  ha permesso alla Mercede di volare sul più otto costringendo Savini all’immediato time out: la risposta della Meccanica Nova è immediata, due punti di Zanoli danno il via al Barlassina show. La guardia, ex Alghero, si scatena e in un amen firma un break personale di 8 punti che manda avanti le proprie compagne all’intervallo lungo. La tegola sulla squadra di Carosi arriva però nella ripresa, con Slavova costretta ad uscire per falli dopo soli tre minuti. Nonostante ciò, la squadra di casa resta a galla rispondendo colpo su colpo alle giocate bolognesi. Linguaglossa firma addirittura il più quattro ma prima Costi e poi Calabrese, classe 94 , trovano i canestri che valgono il contro sorpasso. Ci pensa poi ancora Costi, sempre dalla lunga distanza, a mandare i titoli di coda alla ventunesima vittoria stagionale.

MVP BASKETINSIDE.COM GIRONE NORD: Safy Fall (Iveco Bolzano)

Girone Sud: è di Napoli il colpo di giornata. La Saces s’impone sul proprio campo battendo la capolista Chieti al termine di una partita spettacolare. Napoli è in serata di grazia ed è praticamente perfetta in avvio: Pavel domina sotto canestro, Bove è letale dalla lunga distanza, Bocchetti è abile a finalizzare il lavoro delle proprie compagne e il primo quarto si chiude così con le padrone di casa avanti di sei punti. Nel secondo quarto si scatena però Silva, che grazie ai propri canestri trascina Chieti al sorpasso proprio a fine quarto. Il Cus continua a macinare gioco e punti, trovando un ottimo approccio dalla coppia Gatti-De Luca e nonostante Bove e Bocchetti non ne vogliano sapere di mollare, riesce a rimanere avanti anche a fine terzo quarto nonostante la perdita di Sordi per infortunio avvenuta nei primi venti minuti. Nel quarto periodo le difese salgono d’intensità, Pavel dalla lunetta impatta sul 57 pari prima di siglare cinque punti che portano Napoli a condurre l’incontro. Si entra così  nei giri in lunetta, con la Saces glaciale nel mantenere il vantaggio che permette a coach Belfiore di festeggiare una salvezza diretta, che fino a qualche turno fa sembrava impossibile. Non ne approfitta Alcamo del passo falso delle abruzzesi: la squadra di coach Petipierre nonostante l’ottima partenza  di Mandache e Caliendo, ha dovuto presto far i conti con  la classe di Martina Rejchova , 9/16 al tiro per lei alla fine,  che già nei primi dieci minuti aveva fatto vedere buone cose. Il secondo quarto è stato quello della svolta: Mandache è  costretta ad uscire avendo già fatto 3 falli e così Rejchova continua la sua grande prova, volando a quota 15 punti e trascinando Viterbo sul più sette. Nel terzo periodo l’Ants vola anche sul più venti con Kouznetsova  e Bonafede e a nulla son serviti i disperati tentativi di rimonta nell’ultima frazione con Mandache e Caliendo costrette ad alzare bandiera bianca. Tutto troppo facile invece la Termocarispe che si sbarazza di Rende con un netto più trentacinque:  coach Scanzani ha potuto così ruotare tutte le giocatrici a propria disposizione, con Eglite e Templari migliori in campo tra le fila delle liguri. Una vittoria, che grazie alla sconfitta di Chieti, lascia accesa una piccola fiammella di speranza per la conquista del primo posto. Sconfitta anche per l’altra La Spezia, la Risorseimmobiliari.it cade infatti per la quinta volta consecutiva  rimandando all’ultimo turno la qualificazione ai playoff. La squadra di casa deve infatti inchinarsi alla sesta vittoria nelle ultime otto di Ancona, che ha la meglio grazie alla buona giornata dalla lunga distanza. E’  Sara De Biase la protagonista nelle doriche,  con la friulana che manda a bersaglio ben 5 triple sui 6 tentativi totali. Bene anche Aragonese, autrice della solita prova concreta.  Due punti che però, morale a parte, son inutili vista la contemporanea vittoria di Napoli che costringe le ragazze di coach Piccionne a disputare i playout contro Rende. Continua invece la rincorsa al quarto posto di Ragusa, corsara in quel di Roma grazie ai 16 punti di Granieri.Non basta infatti il cuore alla squadra di casa, con la Passalacqua che nell’ultimo periodo ha cambiato marcia strappando così due punti d’oro. A quota 38 sale anche Orvieto, che può così ancora sperare in un k.o. delle siciliane nell’ultimo turno che permetterebbe alla squadra di Bondi di chiudere al quarto posto se vincerà in casa contro Viterbo. A Siena , la Ceprini cambia marcia nel secondo periodo dopo esser stata sotto durante i primi dieci minuti. Un secondo quarto perfetto, con la Consum.it frenata a soli cinque punti realizzati mentre l’attacco ospite chiudeva a quota 22. La ripresa poi è stata senza storia, con la Reke unica giocatrice a raggiungere la sufficienza tra le padrone di casa. Continuano invece le polemiche di contorno al match tra il Fotoamatore e Pomezia. Sul campo a spuntarla è la squadra di Musolino, che sfrutta al meglio le prove di Morlotti e Fabbri in un match dove le toscane hanno sempre avuto il comando dell’incontro. Al di fuori dal campo è però l’infortunio di Paladino a mandare su tutte le furie la dirigenza laziale, che ha promesso ricorsi alla Procura Federale per quanto accaduto durante l’incontro. Questo un estratto dal comunicato della RomaSistemi:  “Un contropiede condotto a grande velocità da Sarah Paladino, la quale va in penetrazione e sbatte contro un difensore avversario, fallo? non fallo? sicuramente è l’arbitro nella posizione migliore per giudicare e non fischia alcuna sanzione…ma la giocatrice che ha preso una brutta botta al volto ricade sbattendo pesantemente la testa, e rimanendo a terra…tutto davanti agli occhi dell’arbitro, che non se ne preoccupa e lascia proseguire il gioco, anzi, secondo quanto riportato dall’atleta ci aggiunge anche un bell’ “alzati che non ti sei fatta niente”…Paladino, trascinata in braccio in panchina, non accenna a rialzarsi avendo dei mancamenti e, non riuscendo nemmeno a muovere bene le braccia, si è costretti a richiedere l’intervento dell’ambulanza. Per buona curanza degli arbitri la partita prosegue senza interruzioni e la giocatrice deve essere trasportata (nemmeno su una barella perchè non presente ma su una specie di telo,decisamente non ideale per una giocatrice che ha sbattuto la testa, che funge da barella d’emergenza) a bordo campo senza ostacolare il gioco”. Alla fine Sarah è già stata dimessa e se l’è “cavata” con un trauma cranico e 7 giorni di collare oltre a tanto spavento.

MVP BASKETINSIDE.COM GIRONE SUD: Martina Rejchova (Ants Viterbo)

Girone Nord

Risultati:Basket Team Crema – Marghera: 68-61, Alghero – Bologna: 60-68, S.M.Lupari – Borgotaro: 61-51, CUS Cagliari – Bolzano: 66-67, Udine – Cervia: 66-50, Sanga Milano – Virtus Cagliari: 59-63, Vigarano – Biassono: 77-69.

Classifica: Bologna 42, Delser Udine 38, Bolzano e Cus Cagliari 34, Virtus Cagliari 30, Alghero e San Martino 26, BorgoValdiTaro e Vigarano 24, Marghera 20, Crema 18, Milano e Biassono 14, Cervia 6

Prossimo turno: Borgotaro – Basket Team Crema, Bologna – Sanga Milano, Marghera – S.M.Lupari, Virtus Cagliari – CUS Cagliari, Cervia – Vigarano, Bolzano – Udine, Biassono – Alghero.

Girone Sud

Risultati: Risorseimmobiliari.it Sp-Ancona 56-66, Firenze-Pomezia 57-49, Viterbo-Alcamo 75-66, College Italia-Ragusa 45-51, Siena-Orvieto 51-64, Napoli-Cus Chieti 68-66. Riposa:Battipaglia

Classifica:TermoCarispezia, Cus Chieti 42; Alcamo 40; Ragusa, Orvieto 38; Battipaglia, Viterbo 28; Risorseimmobiliari.it Sp 26; Napoli, Siena 24; Pomezia 22; Ancona 20; Firenze 16; College Italia 10; Rende 8.

Prossimo turno: Ancona-Napoli, Rende-Risorseimmbiliari.it Sp, Orvieto-Viterbo, Pomezia-College Italia, Ragusa-Siena, Chieti-Firenze, Alcamo-Battipaglia. Riposa:TermoCarispezia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy