Torneo di Malè: Reyer già in forma campionato, Vigarano schiantata

Torneo di Malè: Reyer già in forma campionato, Vigarano schiantata

Umana Reyer Venezia – Meccanica Nova Vigarano 82-43

Commenta per primo!

Torneo di Malè: Umana Reyer Venezia – Meccanica Nova Vigarano 82-43
Parziali: 24-11; 51-21; 67-29)

Umana Reyer Venezia: Micovic 3, Melchiori 7, Sandri 9, Cubaj 8, Ruzickova 13, Dotto 8, Zecchin 4, Togliani A.,Togliani G, Fontenette 11, Walker 13, Favento 6
Meccanica Nova Vigarano: Ferraro, Littles 8, Nativi, Rosier 5, Ciarciaglini, Tridello, Reggiani 5, Crudo 3, Granzotto 5, Gianesini, Vian 2, Orrange 15

Ancora priva della neo capitana Debora Carangelo, l’Umana Reyer affronta e supera con ampio margine Vigarano, a onor del vero ad oggi orfana della lunga lituana di scuola USA che completerà a breve il roster emiliano. L’inizio è tutto orogranata con Walker subito in evidenza. Le veneziane allestiscono una gabbia difensiva che inibisce le velleità di Vigarano portando in dote due infrazioni per 24”. La progressione lagunare è davvero notevole e bisogna attendere quasi quattro minuti per assistere al primo canestro delle biancorosse firmato da Orrange. Nonostante la buona volontà messa in campo dalle avversarie, l’Umana sembra avere un altro passo e dilata ulteriormente il proprio vantaggio grazie anche alle triple messe a segno da Dotto e Favento. Sul fronte opposto, l’unica ad opporsi è sempre Orrange, autrice di 7 degli 11 punti complessivi messi a segno dalla propria formazione. Il quarto si chiude sul 24 a 11 con uno spettacolare canestro in rovesciata di Cubaj, festeggiatissima dalle compagne. Non muta l’inerzia della gara nella seconda frazione. Le reyerine imprimono un ritmo altissimo e a metà periodo “doppiano” Vigarano. Come ieri, il pubblico presente dimostra di apprezzare gli sprazzi di bel gioco espressi dalle veneziane. Sotto i tabelloni, la Meccanica Nova dimostra di sentire la mancanza dei centimetri del numero cinque in arrivo nei prossimi giorni. Ruzickova, Walker e la giovane Cubaj impongono così la loro fisicità che porta rimbalzi e punti all’interno del pitturato. Gli assist di Favento e Fontenette fanno esplodere la panchina lagunare mentre il divario aumenta in modo esponenziale. Il secondo periodo si chiude sul 51 a 21. Il rientro dall’intervallo lungo vede Vigarano particolarmente attiva in difesa, nel disperato tentativo di ridurre il passivo. Il mini break a favore della Meccanica Nova non impensierisce però le ragazze di coach Liberalotto che, dopo un leggero calo di concentrazione, riprendono in mano il timone del match. Pur con tutte le riserve legate all’inizio di stagione, l’Umana Reyer corre, diverte e soprattutto ….si diverte, cercando l’affiatamento di squadra e mettendo in condizione di ben figurare tutte le atlete messe in campo. La terza frazione vede le lagunari avanti sul 67 a 29. L’ultimo periodo ha ben poco da dire, le veneziane gestiscono l’ampio vantaggio centellinando le energie senza particolari patemi d’animo. Il piccolo segnale di rimonta del team guidato da Soraroli, unito al momentaneo digiuno in attacco delle orogranata, non può invertire l’andamento ormai segnato della partita. Il finale è ancora di marca Umana Reyer con Sandri efficace dalla media e sotto i tabelloni e Zecchin che chiude l’incontro sul 82 a 43. Domani alle 18,00 le lagunari fideranno la vincitrice del match tuttora in corso tra Battipaglia e San Martino di Lupari.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy