Torneo di Nizza: Reyer sconfitta in volata, vince Lione

Torneo di Nizza: Reyer sconfitta in volata, vince Lione

Commenta per primo!

Torneo di Nizza: Lyon Basket – Umana Reyer Venezia 85 – 78 (Parziali: 20-28 ; 45-43; 61-65)

Lyon Basket: Herminiard 2,Makosso n.e., Niamke n.e., Toure 14, Muzet n.e., Plust 6,Diaz 15, Girardette, Diallo 3, Rousseau, Williams 20, Dabovic 13, Ervin 12
Umana Reyer Venezia: Carangelo 5, Porcu n.e., Pan 14, Bagnara 10, Sandri 6, Formica 4, Ruzickova 16, Dotto 9, Zecchin n.e., Castello n.e., Fontenette 14

Il Lyon Basket si aggiudica il Torneo di Nizza al termine di una gara dalle molte facce ed equilibrata in ogni sua fase che ha visto l’Umana Reyer avanti per lunghi tratti. E’ Carangelo ad accendere le lampadine del tabellone con i primi punti della gara. Seguono due canestri di Ruzickova e la penetrazione del play campano. Diaz e Williams replicano prontamente ma l’incursione di Fontenette vale il 5 a 11 dopo quattro minuti.

Pan dalla lunga distanza e da sotto, dopo l’assist di Fontenette, fanno volare le orogranata (7-16 a -4,45). Williams scuote le compagne ma il break delle lagunari è imperioso e il biondo centro ceco firma il +13 (11-24 a – 2,20).
Le francesi sembrano Williams dipendenti mentre le oro granata si distribuiscono il bottino. Tourè sale in cattedra per le orange sfruttando qualche falla nella difesa veneziana e chiudendo la frazione sul 20 a 28.

Le transalpine iniziano il secondo quarto imprimendo una brusca accelerazione. Pan le tiene distanti dai 6,25 ma improvvisamente il prolifico attacco dell’Umana si inceppa. Dabovic trascina i propri colori (27-31 a – 6,01). Il pareggio viene mancato per poco da Ervin ma oramai è nell’aria e puntualmente arriva a due minuti dal buzzer nonostante l’Umana riprenda a segnare con Sandri e Bagnara. L’Umana perde Carangelo che ha la peggio su un contatto “maschio” con la play avversaria. Botta e risposta tra Pan e Diaz dai 6,75 ma Ervin non fallisce questa volta il sorpasso che chiude il secondo periodo sul 45 a 43. Buon inizio veneziano dopo l’intervallo lungo. Fontenette ben servita da Pan va a segno e concede subito il bis. Pan trova la sua quarta tripla e Dotto segna di “rapina” dopo un rimbalzo offensivo. Le lagunari si riportano così sul +4 (50-54 a- 7,03).

Il botta e risposta tra le due formazioni è avvincente anche se la gara diventa alquanto spigolosa. All’esperta Dabovic fa da contraltare Fontenette che ruba palloni su palloni confermando la sua fama di “Arsenio Lupin”. Il terzo quarto si chiude con le lagunari avanti per 61 a 65. Toure e Plust riagganciano l’Umana in apertura dell’ultimo quarto e Ervin consente ancora una volta al suo team di mettere la testa avanti (67-65 a -8,05). L’altalena del punteggio continua sino al break firmato da Plust, Ervin e Williams che di fatto chiude il match nonostante le veneziane lottino disperatamente sino all’ultimo secondo e più volte sembrino in grado di riacciuffare le avversarie riaccendendo l’entusiasmo della panchina. L’incontro si chiude sul punteggio di 85 a 78 e Dabovic alza il trofeo al cielo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy