Tra scommesse e certezze, Lucca mira ad essere di nuovo la prima contendente al titolo per Schio

Tra scommesse e certezze, Lucca mira ad essere di nuovo la prima contendente al titolo per Schio

 

Un mercato che mira a consolidare il proprio ruolo di vicecampioni di Italia quello delle biancorosse della Pallacanestro Femminile Le Mura Lucca. Confermata la partnership con Gesam, società fornitrice di gas, in qualità di main sponsor affiancata anche da altre realtà imprenditoriali locali, la società di coach Diamanti ha trattenuto i pezzi pregiati della propria ossatura, rinunciando ad una eccessivamente onerosa avventura europea e pur dovendo affrontare dolorosi addii; salutata la lunga slovacca Marie “Maya” Ruzickova,  tra le migliori giocatrici di tutto il campionato scorso, che ha ceduto alle sirene della ambiziosa neopromossa Venezia, e separatosi il cammino con Mery Andrade, veterana della massima serie e leader in campo sin dalla prima stagione lucchese in A1, il club biancorosso ha perso nel mercato estivo anche Ress e Spreafico, entrambe accasatesi nuovamente a Schio, nonché Johnson (Cagliari) e la storica capitana Gloria Favilla, che ha appeso le scarpette al chiodo.La società del presidente Cavallo non rinuncia tuttavia alle ambizioni di un ennesimo campionato di vertice, che avrebbe del miracoloso vista la differenza di budget rispetto a numerose altre realtà della massima serie: confermate con sacrificio le stelle della nazionale azzurra Bagnara (guardia) e Dotto (quest’ultima, play classe 1993, reduce da un vero e proprio boom tra europei francesi e quelli con l’U20 in Turchia), nonché la esperta play Angela Gianolla, ha rinforzato il proprio organico ingaggiando Naomi Halman, pivot 27enne che arriva a Lucca dopo le positive esperienze di Parma, Faenza e Umbertide, e Jillian Robbins, centro statunitense di 29 anni e 190 centrimetri alla prima stagione in Italia, che nella scorsa stagione nella massima serie rumena ha viaggiato con oltre 13 punti a partita e 16 di valutazione; il vero colpo di mercato è stato tuttavia l’arrivo da Taranto della guardia americana Megan Mahoney, l’anno scorso tra le migliori del roster tarantino nonché da anni dell’intero campionato, destinato a non far rimpiangere l’addio di Mery Andrade. Completano il mercato l’arrivo, sempre da Taranto, di Martina Crippa, guardia classe 1989 di grande qualità e con trascorsi nel giro azzurro (oltre venti presenze) e quello della giovane ala Serena Bona (1989), l’anno scorso autrice di un’ottima stagione in A2 a Salerno, nonchè il rientro nella “sua” Lucca di Sara Giorgi, l’anno scorso a La Spezia.

Una squadra dunque sostanzialmente rinnovata ma che ha saputo mantenere i propri punti di forza e che contenderà ad Umbertide e Parma il ruolo di principale antagonista della corazzata Schio, rullo compressore superfavorito per la vittoria finale e che mira ad affermarsi anche sui palcoscenici continentali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy