Trofeo Gavagnin: Stabia batte Salerno con una super difesa

Trofeo Gavagnin: Stabia batte Salerno con una super difesa

Nella finale per il terzo posto del Trofeo Gavagnin Stabia esce alla distanza contro una coriacea Salerno, avanti per tre quarti di gara e affondata nel finale da una super difesa delle ragazze di Massaro che alla fine è valsa la vittoria

Commenta per primo!

Salerno esce sconfitta 74-57, punteggio quanto mai ingiusto, contro una Stabia coriacea, cinica e che fa della gran difesa di squadra il suo punto forte. Nel quarto periodo la gara cambia in maniera radicale, e per Zolfanelli e compagne la china da scalare diventa troppo alta, con il seguente controbreak che premia le ragazze di Massimo Massaro. Le statistiche alla fine dicono che O’Dwyer è la top scorer del match con 21 punti, mentre per Salerno Cellardi (13), Zolfanelli (15) e Meschi (9) sono le migliori realizzatrici. Mai però in una sfida del genere i punti sono come le chiacchiere da bar. La gara la cambia la grande verve a rimbalzo in cui Di Costanzo (9+13 rimbalzi) fa tanto lavoro sporco, Ortolani (11 + 5 rimbalzi) e Potolicchio (15 tutti nel quarto periodo) aprono il campo grazie agli spazi concessi dalla transizione, nonchè Innocenti, ma qui tocca fermarsi un attimo.

Si può uscire come mvp da una gara in cui non hai mai tirato dal campo ed il tabellino dice solo 1 punto? Il basket ed i numeri non vanno di certo in accordo, perchè la difesa, l’impatto e la capacità di incidere sul match non entrano nelle statistiche che leggiamo a fine match. Stabia riesce a vincere la gara contro Salerno grazie alla difesa alle piccole cose che non si scrivono nel referto, ed in questo “fondamentale” è Sara Innocenti  la leader delle sue. Senza tiri dal campo, chiude una gara di infinita sostanza con 4 rimbalzi, 5 recuperi e una gran dose di “attributi” che oscurano l’attacco salernitano nel momento del bisogno. Massaro inoltre le concede la palla in mano ad inizio azione e la #13 risponde con 5 assist.  Per la serie… la matematica non è un’opinione.

La gara è avvincente e ben messa da punto di vista tattico. Stabia tende ad aprire il campo, cercando di fare gran lavoro in difesa, innescando il contropiede e la sua batteria di esterne, Salerno gioca con energia e determinazione sfruttando intensità e mettendola sul piano agonistico. Massaro lancia Di Costanzo nello starting five e la lunga risponde presente dal post basso. Innocenti dalla cabina di regia apre la transizione e si sbatte in difesa, propiziando il recupero che lancia Ortolani in contropiede per l’11-4, con Gallo che ha già scaldato il motore con 5 punti. La sospensione chiamata da coach Russo sveglia le granata, che vengono sospinte da Cellardi in vernice e da Zolfanelli sugli esterni, con due triple in sequenza che valgono la parità a quota 17. Non basta la buona prova offensiva di O’Dwyer, Kenny piazza la bomba che regala il 17-22 alle salernitane alla prima pausa.

Meschi con una tripla regala otto lunghezze di vantaggio a Salerno in apertura di secondo quarto e a Stabia serve tutto il talento offensivo di O’Dwyer per tornare a far correre il tassametro, pur giocando una buona pallacanestro. La gara vira sul piano tattico. Massaro toglie una Giuseppone tanto positiva quanto inconcludente rimettendo Ortolani, adeguandosi alla coppia di lunghe mobili Seskute/Cellardi delle amaranto, e di qui ne consegue una gara spigolosa, con punti che arrivano solo dalla lunetta. Serve la tripla, ma ancor più il recupero di immensa generosità di Maria Gallo a svegliare Stabia, ripiombata a -7 (22-29 al 15′) dopo il 2/2 di Cellardi. O’Dwyer continua a essere una macina-punti, subendo falli e colpendo prima dalla lunetta, poi dal pick and pop. Di Costanzo, un fattore quando in campo (era stata panchinata per due falli), è lesta dal post basso a segnare e subire fallo ed il suo gioco da tre punti chiude il parziale di 10-0 che regala a Stabia il vantaggio sul 32-29. Nel momento migliore delle partenopee è Assentato a prendersi la squadra sulle spalle e con 5 punti di fila regala a Salerno il vantaggio all’intervallo sul 35-36.

Terzo quarto di grande bagarre, con le difese che salgono in cattedra: Innocenti la guida per le biancoazzurre, Cellardi per le granata. Percentuali che si alzano, canestri questi sconosciuti, e due liberi ed un jumper di Meschi regalano alle ragazze di Russo un +5 che fa il paio con i tanti errori di Stabia, interrotti, si fa per dire dall’1/2 dalla lunetta di Minervino. Coach Massaro cerca soluzioni in panchina e trova risposta con una Potolicchio aggressiva, ma la vera chiave di volta è sempre e comunque Di Costanzo che a rimbalzo continua a dominare. Meschi imperversa in penetrazione, Zolfanelli ritrova il fondo del secchiello e Stabia torna al -6, non sfruttando neanche dalla lunetta con O’Dwyer. Ortolani tira le fila delle sue, ma Cellardi scrive 42-48 all’ultimo stop and go.

Stabia serra i ranghi in difesa, Innocenti va con due recuperi in sequenza di pura generosità che mandano in contropiede le partenopee che aprono la scatola difensiva e colpiscono dalla lunga con Ortolani prima e Potolicchio poi. Un 10-0 che ribalta la gara e regala 4 lunghezze di vantaggio alle ragazze care al Presidente Manco.  Minervino prima è scaltra nel traffico, poi piazza una stoppata da paura in difesa. Stabia mantiene il distacco nonostante Seskute in bello stile spezzi il parziale, anche perchè Minervino continua ad abusare della sua esperienza in vernice e Potolicchio è on fire e con due bombe di fila regala 12 lunghezze di vantaggio alle sue(62-50). La gara di fatto termina con tre minuti di anticipo, con le napoletane che tengono botta e colpiscono in contropiede, con ancora Potolicchio protagonista, mentre Salerno fa più fatica nel buttarsi dentro e cercare sempre i suoi uno vs uno. La panchina stabiese si svuota e la giovanissima Tagliafierro manda a bersaglio i punti del 74-57 finale.

Asd Stabia – Salerno Basket  74-57 (17-22; 35-36; 42-48)

Stabia: Tagliafierro 2, Di Costanzo 9, Gallo 8, Potolicchio 15, O’Dwyer 21, Ortolani 11, Innocenti 1, Minervino 5, Giuseppone, De Rosa 2, Scala. All. Massaro
Salerno: Esposito, Assentato 5, Seskute 6, Castronuovo, Fumo, Zolfanelli 15, Magro, Meschi 9, Cellardi 13, Kenny 5, Galdi, De Mitri 2. All. Russo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy