Virtus Cagliari: tutte le novità in vista della stagione 2013-14

Virtus Cagliari: tutte le novità in vista della stagione 2013-14

Commenta per primo!

Un nuovo volto verso il futuro. Potrebbe essere questo il motto con il quale la Virtus Cagliari inizia la sua nuova stagione di A2 femminile e non solo. Questo è emerso nella conferenza stampa di presentazione della squadra in vista del prossimo torneo. Non solo campionato, allenatori e giocatrici, ma la Virtus Cagliari, durante l’estate, è cresciuta nel suo interno facendo arrivare forze nuove per poter crescere e migliorarsi.

Alla presentazione ieri, c’erano oltre al presidente della Virtus Cagliari Riccardo Fava anche il presidente del Comitato regionale della Fip Sardegna Bruno Perra, il vice presidente della Lega Basket femminile Massimo Protani, il presidente del Coni Sardegna Gianfranco Fara. Assente giustificata, causa precedenti impegni istituzionali Alessandra Zedda Assessore regionale alla Programmazione della Regione Autonoma della Sardegna. In sala, la formazione al completo della squadra di serie A2, i tecnici e i dirigenti della società cagliaritana. Il primo a parlare è stato il presidente della Virtus Cagliari Riccardo Fava.

“E’ una Virtus Cagliari che quest’anno ha compiuto 50 anni di attività. Un compleanno nel quale la società, da me presieduta ha voluto in qualche modo festeggiare, facendo un restyling nel suo interno con una nuova dirigenza. Volti nuovi, genitori, giovani, ma comunque persone entusiaste che stanno facendo il massimo per aiutarmi in questo compito. Senza dubbio per me un lavoro difficile che mi costringe a rubare tempo al mio lavoro, ma lo faccio ben volentieri, lo faccio soprattutto per passione. Devo anche dire che il principale aiuto, mi viene dato dal vice presidente Pierpaolo Restivo. Senza di lui non potrei seguire e venire a capo di tutte le problematiche inerenti la gestione di una società grande e importante come la Virtus. Non è presente per impegni istituzionale, ma devo doverosamente ringraziare la nostra amica Alessandra Zedda che mi ha aiutato, quest’anno, coinvolgendo nel progetto Virtus, Sardegna Promozione che ci permette di portare il nostro marchio e la nostra Sardegna nel resto d’Italia. Ringrazio anche il presidente del Coni Gianfranco Fara e della Fip Bruno Perra e ovviamente anche l’amico Massimo Protani per il loro interessamento nel nostro progetto”.

BRUNO PERRA – Presidente del Comitato regionale della Fip Sardegna.

“Per il Comitato della Federbasket Sardegna è ovviamente motivo di orgoglio avere quattro squadre che disputano il campionato di serie A2 femminile di basket. Credo sia un bel riconoscimento per il movimento che, devo ammettere, sta vivendo un momento felice, ma anche per coloro che, nel corso degli anni si sono sacrificati per la crescita del movimento femminile. Sarà sicuramente un campionato meraviglioso considerata la presenza di quattro squadre. Formazioni che pur essendo separate in due gironi renderanno certamente interessante il campionato. Vi auguro di fare un buon campionato. Colgo l’occasione per fare i complimenti alla società per la scelta dell’allenatore. Sono anni che faccio il dirigente, e ho sempre sognato una donna allenatore di una squadra femminile. In altri paesi è una cosa normale quindi credo siano maturi i tempi per poter inserire sempre più donne ad allenare le prime squadre. Una donna all’interno dello spogliatori è sicuramente un punto di riferimento soprattutto per le più giovani. Credo che la scelta della Virtus sia encomiabile, la sposo al cento per cento. Oltretutto avete anche la fortuna di avere una ragazza molto appassionata, preparata e ambiziosa. Questo è importante soprattutto per fare crescere le vostre giovani e di conseguenza tutta la squadra. In bocca al lupo per tutta la stagione”.

MASSIMO PROTANI – vice presidente della Lega Basket femminile
“Sono un dirigente di Lega e non mi nascondo dicendo che faccio gli interessi della Sardegna in tutto e per tutto. Quando il presidente Fava mi chiama e mi trasmette le proprie preoccupazioni, capisco il suo stato perché quelle preoccupazioni le ho vissute anch’io in passato avendo lavorato per almeno 20 anni a Cagliari per la pallacanestro. Quando il presidente Fava mi chiama durante la composizione dei gironi lo capisco perfettamente perché i nostri, i suoi, problemi sono 100 volte superiori a qualsiasi altra realtà italiana dove, per far capire, le lombarde prendono la metropolitana e vanno a giocare. Faccio i complimenti al presidente per tante cose, ma soprattutto dico a lui di continuare così perché questa è la vera strada. Vedo a questo incontro tantissime giovani e questo mi fa immensamente piacere. Oggi programmare una società è come programmare la propria casa o la propria famiglia. Bisogna avere il coraggio di valorizzare quello che si ha e, in questo caso, buttare dentro le bambine. Un tempo in Sardegna, prendevamo da fuori il pivot. Quando ha smesso Anna d’Urbano, Betty Murgia, Giancarla Schirru, Alessandra liguori, molte società andavano a prendere le lunghe dalla penisola. Oggi andiamo a prendere le guardie. A questo punto credo che, come movimento dobbiamo interrogarci, metterci davanti ad uno specchio e dire: “Dobbiamo lavorare di più, dobbiamo lavorare per creare giocatrici”. Io lo dico a tutto il movimento e a tutta la Sardegna; è giunto il momento di avere il coraggio di buttarle in campo. I risultati arriveranno. Faccio un plauso alla Regione, alle Istituzioni che in Sardegna danno una grossa mano d’aiuto alle società. Una società sportiva oggi fa un’attività sociale. Da quando sono chiusi gli oratori i nostri figli o fanno sport in società sane oppure sono buttati sulla strada con il pericolo di mille deviazioni. Faccio i complimenti alla squadra, vi starò vicino durante la stagione. Vi faccio un grosso in bocca al lupo e mi auguro che nei playoff ci siano davvero tantissimi derby con formazioni isolane e a quel punto ci potremo davvero divertire.Volevo ricordare che a Cagliari nel week end si svolgerà l’Opening Day, che non è altro che la presentazione di tutti i campionati (A1, A2, A3). Siete invitate tutte. E siccome siete anche voi come Virtus sponsorizzate dal marchio Sardegna, vi prego di venire perché è la vostra festa è la festa della Sardegna”.

GIANFRANCO FARA presidente Coni Sardegna.

La presentazione che vedo nell’opuscolo realizzato dalla Virtus distribuito in questa occasione dice: “Cinquat’anni, ma non lo dimostra”. Ed è proprio vero. Io nel 1963 ero un giovane atleta e mi ricordo benissimo quando nacque la Virtus. Nacque a Stampace, un quartiere cagliaritano, all’interno della chiesa di Sant’Anna, dove un gruppo di giovani tra le quali la mamma di Tonio Musio e una giovanissima Giovanna Caput ne facevano parte. Non solo preghiere, non solo catechismo, ma in breve tempo le ragazze si riunirono per fare qualcosa di diverso legato allo sport. Ecco che nacque la Virtus Cagliari. Una società che in questi 50 anni ha vissuto dei momenti belli e meno belli. In questi cinquant’anni un dirigente virtussimo, Mario Restivo prese per mano la situazione di una società fino a quel momento disastrata, fondando ex novo la Virtus. Individuando grazie a Giovanni Nonne e ad un cugino di quest’ultimo: Carlo Caschili l’area per costruire la sede dell’attuale Virtus. Una zona sulla quale doveva crescere il palazzo del Coni delle Federazioni Sportive. Oggi, a distanza di cinquant’anni ci troviamo una Virtus che, pur passando dei momenti particolari ha trovato in un presidente Riccardo Fava la volontà e la passione , ma anche la voglia per fare qualcosa, coinvolgendo tanti giovani, ma anche facendo enormi sacrifici. Non ultimo quello di avere dato Beatrice Carta al Cus Cagliari, un atleta di grande prestigio e di grande valore. Ha rinunciato a qualcosa pur di ottenere qualcosa di più consistente. Quattro squadre in A2 speriamo che da loro arrivino dei risultati. Non miriamo certo a vincere i campionati, ma almeno la salvezza deve arrivare. La Virtus ha partecipato al Turisport. Ho visto prima di venire a questa presentazione un’intervista fatta al coach Carla Tola, nella quale ha messo in evidenza le politica, l’intendimento e i programmi della Virtus. Ha dato un messaggio che spero venga recepito da parte di tantissimi genitori. Un turisport che ha coinvolto tanta gente, 42 mila persone con grande entusiasmo e passione. La Virtus ha una grande fortuna, quello di avere nel suo interno dei genitori favolosi che lavorano e remano per la società. Per citarne qualcuno: Gigi Maxia, Antonio Maxia e poi Valter Cattani che tutti stimano e apprezzano e poi Beppe Muscas. Spero che le istituzioni rispondano alle sollecitazione che arrivano dal mondo dello sport. Purtroppo attualmente siamo molto preoccupati. L’unico mondo per il quale la Regione non ha ancora messo un soldo. Alessandra Zedda lo ha promesso. Siamo all’asciutto per quanto riguarda la programmazione. Se la Regione non risponde società come la vostra passeranno davvero un brutto periodo. Se non ci danno una mano, sarete costretti a fare le contestazioni in via Roma: ci saremo anche noi. Auguri”.

RICCARDO FAVA – Presidente Virtus Cagliari.

“Quest’anno la società si è arricchita da nuovi dirigenti. Nello staff societario abbiamo acquisito Betty Murgia come dirigente del settore giovanile. Come Segretaria generale abbiamo preso Paola Orani che è insostituibile nonostante ci sia da due settimane. Ancora nuovo dirigente Paolo Pellegrini che si occupa di sponsorizzazioni. Sandro Balistreri responsabile della sicurezza campi e marketing. Vice presidente Pierpaolo Restivo, una persona, così come Giovanna Caput davvero insostituibile all’interno della società. Questo staff dirigenziale si è riunito e ha deciso di aumentare sempre più l’acquisizione di forze nuove sotto l’aspetto tecnico. Abbiamo preso Valter Cattani, al quale abbiamo affidato due squadre. Oltre a lui abbiamo l’aiuto di Sandro Manca che si è unito al gruppo degli allenatori. Abbiamo voluto dare una mano alla storica Mariolina Addari con l’inserimento di un coordinatore del minibasket quale Antonello Manca.
Quest’anno il nostro profilo come programmi di campionato è sostanzialmente quello della passata stagione, fermo restando che la nostra coach non ci stupisca riuscendo a tirare il massimo dalle giocatrici. Si tratterà comunque di una stagione tranquilla dove ci divertiremo senz’altro. Volevo anche dire che quest’anno, grazie ad un gemellaggio con l’Olimpia Maschile, le ragazze che non trovano spazio nella prima squadra giocheranno con il nome Olimpia in serie C. Sarà seguita dal dirigente Carla Pirastru e allenata da Sandro Manca. Poi volevo ricordare la presenza di una persona in società che, ovviamente non vorremo mai contattare, ma ci rendiamo conto che è indispensabile per le sorti della Virtus che è Stefano Murtas, il nostro medico, ma anche psicologo, fratello soprattutto per le ragazze, per me un ottimo collaboratore”.

 ELEONORA FAVA – Capitano Virtus Cagliari

“Va indubbiamente bene. Sono oramai dieci mesi che sono fuori dai campi, dopo quel bruttissimo pomeriggio, e non vedo l’ora di rientrarci. Sono stati mesi difficili tra ricovero, operazioni e quant’altro. Colgo l’occasione per ringraziare Virginia (Saba) e Marta (Vargiu) che mi scarrozzavano con la sedia a rotelle. In questi mesi sono stata davvero molto tranquilla, nonostante mia madre si sia più volte meravigliata della mia serenità. La parte più angosciante è adesso. Io vedo le mie compagne allenarsi da un mese e mezzo per la preparazione e sarei voluta essere con loro. In campo? Spero a dicembre prima delle vacanze di Natale. Ora aspetto solo la chiamata dell’Ospedale per poter essere rioperata per l’asportazione di una placca, posizionata nella zona interessata alla frattura. Non vedo davvero l’ora di rientrare anche per dimostrare e dire, alle tante persone che durante quei giorni di dicembre mi dicevano che io avrei dovuto mollare il basket, che si sbagliavano”
.
VIRGINIA SABA – Vice Capitano Virtus Cagliari

“Innanzitutto vorrei dire che io, al posto di Eleonora, non so se avrei mai ripreso a giocare perché quello che sta facendo lei secondo me è un’aliena. La fatica e la costanza che ci sta mettendo per riprendersi io non l’avrei mai avuta ne immaginata. Compio 31 anni tra alcuni giorni e quindici di questi li ho passati alla Virtus. Ci tenevo a dire che per me è la seconda famiglia. Il gruppo? Credo che le nuove ragazze si siano trovate a casa propria. Del resto non potrebbe essere diversamente dal momento che accogliamo tutte con molta serenità. Vogliamo che si divertano e ovviamente in cambio vogliamo risultati. Non c’è angoscia ne pressione di chi deve avere per forza un risultato sportivo. E un gruppo favoloso sotto tutti i punti di vista, soprattutto caratteriale e morale che, penso, sia stato dall’inizio un punto di forza della Virtus”.

CARLA TOLA coach Virtus Cagliari

“Come ha detto il presidente Fava, miriamo ad una salvezza sicura. Chiaro che noi puntiamo subito ad arrivare tra le prime quattro in modo da ottenere una salvezza serena. Purtroppo però siamo in un girone in cui ci sono delle squadre nuove Genova, Geas Torino dai roster sembrerebbero buone squadre. Poi come sempre sarà il campo a dare le sentenze. Giornata dopo giornata si capiranno bene gli obbiettivi di questa squadra.”

CAROLINA SCIBELLI ala Virtus Cagliari

“Mi trovo bene anche perché ci siamo subito amalgamate e giochiamo tranquillamente insieme. Chiaro che durante gli allenamenti noi più grandi bacchettiamo un tantino le piccole, ma è normale, succede in tutte le squadre. Comunque ribadisco che questo è davvero un gruppo unito”.

PIERPAOLO RESTIVO vice presidente Virtus Cagliari

“Con Riccardo Fava quando abbiamo pensato di rinnovare il direttivo ci è venuta l’idea che forse ampliarlo con delle donne era la cosa migliore. Ecco perché abbiamo fatto la scelta di prendere Paola Orani, Betty Murgia e Carla Pirastu. Ringrazio Gianfranco Fara per aver ricordato Mario Restivo perché io devo a lui il fatto che sono alla Virtus. Perché quando Mario stava poco bene, io venivo a dargli una mano e alla fine sono rimasto”.

CHI ESCE E CHI ENTRA

Tante novità per quanto riguarda il roster della nuova stagione.
Via Laura Nicolini, Giulia Rulli, Raffaela Costa e Beatrice Carta, la società ha puntato ancora una volta su un gruppo giovane con l’obbiettivo soprattutto di sfruttare le eccellenze locali. Squadra comunque giovane si diceva, anche veloce con l’arrivo di: Sara Innocenti, Alessandra Fidossi, Ana Ljubenovic, Carolina Scibelli, Elisabetta Linguaglossa.

CAMPIONATO
La Virtus Cagliari, in base alla nuova formula del campionato di A2 diviso in quattro conference, è stata inserita nella Conference Nord-Ovest assieme a Pallacanestro Torino, Geas Sesto San Giovanni, Sanga Milano, Almo Nature Genova, Biassono e Astro Cagliari.
Esordio delle virtussine sabato 12 ottobre in trasferta (ore 16). Primo avversario della stagione sarà l’Almo Genova.

MINIBASKET
Presente all’incontro con la stampa, ovviamente, anche il settore minibasket della Virtus compreso Antonello Manca, coordinatore del settore minibasket dell’Esperia Cagliari, che da quest’anno collaborerà, come responsabile dello staff tecnico, con la Virtus Cagliari per portare avanti il progetto di rilancio dell’attività con i piccoli atleti.
Assieme a lui anche Mariolina Addari (responsabile settore scuola della Virtus) e l’istruttrice Gabriella Fadda. Gruppo istruttori rinforzato quest’anno dalla presenza di quattro giocatrici della prima squadra che si appresta a disputare il campionato di serie A2. Si tratta di Eleonora Fava, Virginia Saba, Beatrice Mastio e Alessandra Fidossi che di recente hanno partecipato al corso minibasket conseguendo il brevetto di istruttore.

SPONSOR
Tante altre novità per la stagione 2013-2014. La Virtus Cagliari, grazie all’interessamento di “Sardegna Promozione” avrà sulle maglie e su tutta l’attrezzatura tecnica in evidenza la scritta “SARDEGNA”. Quest’anno la squadra della Virtus indosserà l’abbigliamento dell’azienda “Eye Sport”, un marchio oramai conosciuto in tutta l’Isola e non solo. Lo sponsor, il cui marchio apparirà sui completi di gioco delle ragazze, è quello della RAMCO Europe, il fornitore di bulloneria di fissaggio più importante del mondo.

COMUNICAZIONE
Per ciò che riguarda la comunicazione, tutte le partite che si disputeranno in casa, durante la stagione, verranno trasmesse in differita sull’emittente “Videolina Sport” – Canale 210 del digitale terrestre e in diretta radiofonica sui 94,100 di Radio Golfo degli Angeli. Diretta radio curata dal direttore della testata online “isola24sport.it” il giornalista Ignazio Caddeo che si avvarrà della collaborazione dell’Ufficio Stampa della Virtus Cagliari. A proposito di web, altra novità riguarda l’attivazione a breve tempo del sito internet della società www.virtuscagliari.it, curato da Massimo Marangoni e Gianfranco Serra. Un contenitore di notizie relative all’attività svolta dalla società, dalla prima squadra e da tutte le rappresentative dei vari settori giovanili, notizie poi che saranno condivise su facebook tramite il profilo della società.

Progetto Fair Play-STEFANO MURTAS medico sociale Virtus Cagliari

“Da quest’anno la Virtus si è affiliata alla Federazione Nazionale del Fair Play. Non conosciamo i termini di questa affiliazione. Il presidente italiano è anche presidente Europeo, pertanto è molto impegnato in questi giorni e non può venire in società, pero l’ho inviato per poter esporre il suo progetto facendolo partire proprio dal minibasket. E’ una cosa positiva. Il direttivo ha creduto in questo progetto e credo che il mese prossimo Ruggero Alcanteri il presidente della FederFair Play possa essere presente a Cagliari”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy