Marco “Mr. Jump” Favretto re delle schiacciate

Marco “Mr. Jump” Favretto re delle schiacciate

E’ Marco “Mr. Jump” Favretto il re delle schiacciate.

Commenta per primo!

RICCIONE – Nel mare di gente che si è riversato in piazzale Roma, si è consumata la prima giornata di gare delle Finals dello Streetball Italian Tour 2k16. Riccione capitale italiana dello streetbasket per un weekend, in trepidante attesa delle finalissime che andranno in scena domenica pomeriggio.

Sui tre campi posizionati in fondo a viale Ceccarini si è giocato tutta la sera. A contendersi la qualificazione anche diversi volti noti della pallacanestro italiana; tra di loro anche il quarantacinquenne “Picchio” Abbio che, oltre alla lunga militanza alla Virtus Bologna, vanta 150 presenza con la Nazionale italiana 5×5.

Nel torneo maschile, formato da quarantotto team, brillano le squadre qualificate dal “Mi Games” di Genova (Andrea Casettari, Jacopo Marsili e Simone Pascolini), dal “Dkb” Fiorenzuola (squadra capitanata da Filippo Cocchi), dal “Cantucky” di Cantù (Alessandro Longoni il leader), dal “Torneo Armana” di Tortona (Marco Armana, Dario Gay e Flavio Gay) e dal “The Goat” di Orbassano (Luca Aresu, Milo Bacchini e Mattia Savoldelli).

Nel torneo femminile, con ventiquattro formazioni al via, le vittorie più sonanti sono quelli delle squadre vittoriose nel torneo “Il Campetto Carbonara” (Marcella Filippi, Alice Quarta, Federica Tognalini e Alessandra Visconti; 13-6 sullo “Starlight Rimini”), nella tappa Sit di Salerno (Ada De Pasquale, Veronica Dell’Olio, Francesca Rosellini e Francesca Russo; 12-4 vs “We got game” di Moncalieri) e nel “Dat Perugia” (Stella Innocenti, Carlotta Nannini, Alice Seghini e Fabiola Tatti; 12-5 vs il “Memorial Jimenez Biella”).

Intanto, in tarda serata, è stato assegnato il primo “scudetto”, quello del miglior schiacciatore d’Italia, al termine della Streetball Dunker League: nel contest che si è consumato intorno a mezzanotte, è stato Marco “Mr. Jump” Favretto a fregiarsi del primo titolo di sempre di questa specialità e di guadagnarsi la qualificazione azzurra per i prossimi impegni internazionali.

Tra i giudici della gara delle schiacciate anche uno scatenatissimo Gianmarco Tamberi, lo sfortunato saltatore in alto azzurro che, dopo aver conquistato la medaglia d’oro nei recenti campionati europei di Amsterdam, ha dovuto rinunciare all’avventura olimpica per un brutto infortunio.

FISB_day1_2401
Simone Raso

Giovanni Ferrario – Ufficio stampa Fisb

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy