A Ravenna non si passa, anche Forlì è battuta

A Ravenna non si passa, anche Forlì è battuta

La capolista Ravenna batte anche Forlì.

di Luca Bolognesi, @lucabolla33

ORASì BASKET RAVENNA – UNIEURO FORLÌ 86-73 (19-14; 42-30; 60-51)

ORASì BASKET RAVENNA: Farina, Potts 16, Jurkattam 5, Thomas 20, Chiumenti 7, Marino 13, Zanetti 1, Treier 10 , Venuto 6, Seck 3, Sergio 5, Bravi. All: Cancellieri.

UNIEURO FORLÌ: Rush 9, Kitsing NE, Giachetti 16, Campori, Watson JR 2, Petrovic, Marini 11, Cinti NE, Dilas NE, Oxilia 11, Benvenuti 7, Bruttini 17. All: Dell’Agnello.

Classico quintetto con Marino, Potts, Sergio, Chiumenti e Thomas, premiato MVP del mese dalla Lega prima del match, per l’OraSì, mentre per Forlì per la seconda partita di fila parte Oxilia, con Watson, Rush, Marini e Benvenuti. In classico stile derby polveri bagnatissime per entrambe le formazioni in avvio, poi è Potts in contropiede a segnare il ‘gol’ del 2-0 dopo oltre 3 minuti. Ravenna tocca il 7-2, ma l’Unieuro prende ritmo e rosicchia pian piano il vantaggio. L’ex Giachetti impatta con la tripla del 13-13, ma Jurkatamm risponde subito con la stessa moneta (16-13) e l’OraSì chiude il primo quarto avanti 19-14 grazie alla bomba di Potts a pochi secondi dalla sirena.
In avvio di secondo periodo 4 punti consecutivi di Treier valgono la doppia cifra di vantaggio sul 15-15 ai padroni di casa, che stringono le maglie in difesa ma raggiungono presto il bonus. Mentre anche Seck offre minuti di grande qualità, Forlì resta agganciata al match con i tiri liberi (25-19), ma incassa la tripla con fallo di Marino per il 30-19. Ancora Marino da dietro l’arco regala il +15 a Ravenna sul 35-20, poi nel finale gli ospiti provano a mettersi a zona in difesa, ma tornano negli spogliatoi comunque sotto per 42-30.
Al rientro dall’intervallo lungo Potts segna la tripla del 45-30 e Thomas poco dopo lo imita con un canestro incredibile per il 50-34. Forlì continua a sfidare al tiro da fuori i padroni di casa, che sbagliano qualche conclusione di troppo, mentre Marini si accende e una tripla in transizione di Giachetti riporta il divario in singola cifra sul 50-41 (parziale di 0-7). Dopo il timeout di Coach Cancellieri l’OraSì torna a far girare bene la palla in attacco e la bomba di Venuto vale il 57-43, ma la zona biancorossa continua a mettere in difficoltà Ravenna e l’Unieuro riesce a chiudere il quarto sotto di 9 sul 60-51.
Il canestro e fallo di Marino apre il quarto periodo e il playmaker toscano si ripete poco dopo con la tripla del 68-55, con l’OraSì che torna a +14 con il canestro in contropiede di Venuto. Nonostante i problemi di falli dei lunghi (Chiumenti, Treier e Seck a quota 4), Ravenna tiene alla grande in difesa e con Chiumenti, Thomas e due liberi di Potts vola a +20 sul 79-59. Oxilia segna la tripla del 79-64, ma i buoi sono ormai scappati dalla stalla, ma i padroni di casa possono comodamente amministrare il vantaggio, con Thomas che piazza la bomba della staffa (83-67). Coach Cancellieri regala la standing ovation ai suoi titolari in un Pala De Andrè in delirio e la partita si chiude sull’86-73.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy