Caserta cambia passo, quale futuro per la compagine bianconera?

Caserta cambia passo, quale futuro per la compagine bianconera?

La Juvecaserta ha un nuovo proprietario, pariamo di Nicola D’Andrea, imprenditore locale che ha rilevato la società insieme alla gestione del PalaMaggiò.

di Emanuele Terracciano

Al termine di una trattativa condotta sotto traccia e in tempi brevissimi, la Juvecaserta ha cambiato proprietà passando nelle mani dell’imprenditore Nicola D’Andrea già proprietario della squadra di calcio a 5 dello Spartak San Nicola.

Il passaggio di proprietà è stato comunicato dallo stesso D’Andrea nel corso di un’intervista rilasciata ieri sera in cui ha esposto brevemente i suoi piani per il futuro. Il neo patron bianconero ha annunciato che cambierà in toto l’intero gruppo di collaboratori dell’era Iavazzi e già stamattina sono arrivati i ”messaggi di addio” dell’addetto stampa Carlo Giannoni, a cui va il nostro ringraziamento per la collaborazione di questi anni, e il presidente onorario Gianfranco Maggiò che ha comunicato alla stampa la rinuncia al suo incarico.

Chi è Nicola D’Andrea?

Nicola D’Andrea è un imprenditore di San Nicola la Strada (CE) operante nel settore della pubblicità. Nella serata di ieri, come detto, ha rilevato la Juvecaserta e, stando a quanto si apprende, subentrerà anche nella gestione del PalaMaggiò che addirittura potrebbe essere acquistato per divenire la casa anche del suo Spartak San Nicola. La sua attività potrebbe essergli molto utile a convogliare sponsor in una società che da anni è oggetto di indifferenza da parte del tessuto economico locale.

Al momento la piazza ha reagito in maniera tiepida alla notizia della svolta societaria poiché troppe sono state le delusioni che hanno dovuto superare i supporters bianconeri in questi anni e tutto sembra essere avvenuto troppo in fretta. D’Andrea si è presentato come un uomo ambizioso e con idee innovative ma, ovviamente, spetterà ai fatti plasmare l’idea che gli appassionati di basket si faranno di lui.

Per il momento, stando a quanto dichiarato dal neo patron, la prospettiva più prossima sarebbe quella di una tranquilla A2 anche se l’obiettivo resta in futuro quello di tornare a calcare i parquet della massima serie. Di sicuro, se realmente dovesse essere azzerato l’intero organigramma societario, il prossimo passaggio dovrà essere quello di una completa ristrutturazione della società con l’ingresso di volti nuovi che saranno tutti da valutare.

Domani in tarda mattinata è attesa una conferenza stampa in cui la nuova proprietà si presenterà alla città ed esporrà in maniera più chiara e precisa i suoi programmi per il futuro. Ancora non sia sa molto sulle modalità in cui avverrà questo incontro poiché è necessario organizzarsi in maniera tale da non contravvenire alle disposizioni contro il Covid-19.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy