Mantova, l’as. coach Cassinerio a Radio 5.9: “Coppa Italia bellissimo traguardo. Hall ha cambiato Piacenza”

Mantova, l’as. coach Cassinerio a Radio 5.9: “Coppa Italia bellissimo traguardo. Hall ha cambiato Piacenza”

Il centro piacentino Molinaro a Speak & Roll: “Vogliamo riscattare la sconfitta dell’andata”

di Alberto Carmone

Intervenuti ai microfoni di Web Radio 5.9 durante Speak & Roll, il centro dell’Assigeco Piacenza Lorenzo Molinaro e l’assistant coach della Pompea Mantova Matteo Cassinerio hanno presentato il match in programma domenica 22 tra Mantova e Piacenza.

Lorenzo Molinaro (Assigeco Piacenza): “Con San Severo è stata una vittoria molto sofferta. E’ stata una gara difficile in cui Mike Hall ci ha dato una grande mano. Siamo partiti con un grande approccio offensivo, poi ci siamo spenti non trovando più ritmo. San Severo è rientrata in gara, ma siamo riusciti a vincere e ad approdare in Coppa Italia. L’arrivo di Hall dopo l’infortunio di Ogide ci ha aiutato in un momento di difficoltà. Lo conoscevo dai tempi di Ferrara, è un giocatore che ha dato una mano importante alla nostra squadra. Rispetto ad inizio stagione siamo migliorati notevolmente nel nostro sistema difensivo. Forse nelle prime giornate dovevamo ancora conoscerci bene visto che la squadra è stata quasi completamente rinnovata rispetto all’anno scorso. Nelle prime gare avevamo frenesia di rimontare o chiudere la partita e l’abbiamo pagato caro in diversi incontri.

Coppa Italia? Ci presenteremo con l’obiettivo di vincere e cercare di ben figurare in questa vetrina per noi e per la società. E’ una competizione affascinante e che ho già affrontato già con Trento e Agropoli nel passato.

Mantova? La gara d’andata è completamente da dimenticare. Abbiamo sofferto tanto gli Stings, ma ci teniamo a mostrare la nostra crescita. La Pompea sta andando benissimo, ha giocato una partita impressionante in difesa a Verona. Domenica dovremo cercare di aiutarci tanto in difesa e a riscattare la prima partita della stagione”.

Matteo Cassinerio (Pompea Mantova): “Siamo molto contenti della prestazione e dell’atteggiamento messo in campo domenica con Verona. La prima parte di gara non è stata eccellente, abbiamo subito la fisicità della Tezenis Verona, mentre nella ripresa abbiamo cambiato situazioni tattiche approfittando anche un calo fisico di Verona. Abbiamo ricevuto risposte importanti dai giovani che hanno dato solidità al lavoro fatto dai veterani. Durante la settimana di avvicinamento alla sfida con Verona abbiamo maturato tanta rabbia a seguito dalla sconfitta con Ravenna. E’ stata una sconfitta che ci ha fatto imparare molto e con Verona abbiamo mostrato quanto ci tenevamo a riscattare quella partita. A Verona abbiamo giocato in modo maturo riuscendo a rimanere concentrati anche nel finale senza concedere agli avversari di rientrare in partita.

E’ chiaro che ora c’è molto entusiasmo, ma dobbiamo mantenere l’umiltà dell’Underdog in ogni partita per il resto della stagione e cercare di arrivare il più lontano possibile nei playoff.

Aver centrato la Coppa Italia è una grande soddisfazione per la società. Un anno e mezzo fa rischiavamo di sparire e ora festeggiamo questo bel traguardo. Cercheremo di arrivare alla competizione con la voglia di fare il meglio possibile.

Piacenza? E’ un’altra squadra rispetto alla partita d’andata. Con Mike Hall sono cambiate le gerarchie e le situazioni tattiche, anche a seguito degli infortuni di Ogide e Ferguson. E’ una squadra solida e di ottimo livello. Hanno esperienza e grande struttura fisica soprattutto nel reparto lunghi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy