Mantova, Raspino a Radio 5.9: “Dimentichiamo la sconfitta con Caserta. Ravenna non è una sorpresa”

Mantova, Raspino a Radio 5.9: “Dimentichiamo la sconfitta con Caserta. Ravenna non è una sorpresa”

A Speak & Roll ha parlato anche Tommaso Marino: “Momento molto positivo, ma il primo posto non deve distrarci”

di Alberto Carmone

Intervenuti ai microfoni di Web Radio 5.9 durante Speak & Roll, il playmaker dell’Orasì Ravenna Tommaso Marino e l’ala piccola della Pompea Mantova Tommaso Raspino hanno presentato la sfida di domenica 8 dicembre tra Mantova e Ravenna.

Tommaso Marino (Orasì Ravenna): “

Con Orzinuovi era una partita più difficile di quanto potesse sembrare. E’ il classico tipo di gara che crea tante aspettative nella squadra favorita. E’ stato un match difficile, in cui siamo comunque rimasti in vantaggio 40 minuti pur soffrendo il rientro di Orzinuovi nel finale. Per noi è un momento positivo dal punto di vista dei risultati. Coach Cancellieri ci sta aiutando a costruire una mentalità vincente e cerca di farci capire sempre in cosa migliorare senza adagiarci troppo sugli allori. Il coach è arrivato a Ravenna con grande fame e voglia di fare bene. Io qui a Ravenna mi trovo molto bene, ho un ottimo rapporto coi tifosi. Il nostro è un pubblico molto sano e genuino, si vedono tante famiglie appassionate che vengono a vederci.

Non pensavamo di essere in testa al girone Est a due giornate dalla fine del girone d’andata. E’ un onore per noi essere così in alto in classifica, ma dobbiamo essere consapevoli che questa situazione può esaltare tutte le altre squadre che ci affrontano. E’ comunque un campionato davvero molto strano ed equilibrato quindi personalmente evito sempre di guardare statistiche e classifica.

Mantova viene da una sconfitta che ci può stare con Caserta. I campani sono una formazione preparata e capace di esprimere un grande basket soprattutto in casa. Gli Stings sono una squadra completa e solida e non penso che abbia la fiducia scalfita dal ko con Caserta. Noi dovremo giocare una gara compatta e continua per 40 minuti. Sarà fondamentale rispettare il piano partita per tutta la gara”.

Tommaso Raspino (Pompea Mantova): “Con Caserta la partita si è complicata dall’inizio. E’ giusto riconoscere i meriti di Caserta che ha fatto un primo tempo di alto livello bombardandoci da ogni posizione. Abbiamo sbagliato ad applicare il piano partita, ma i campani hanno giocato un’ottima gara meritando la vittoria pur senza Cusin e Allen. Dopo cinque vittorie di fila da parte nostra, evidentemente non c’è stata la capacità di rimanere concentrati. Poi sicuramente la giornata storta al tiro non ci ha aiutato. Abbiamo già parlato della sconfitta tra di noi, dovremo essere bravi a lasciarcela alle spalle e a preparare al meglio la sfida con Ravenna. Dobbiamo evitare di portarci dietro troppi pensieri negativi, ma solo trovare la capacità di rimediare ai nostri errori per non ripeterli.

La condizione fisica conta sempre di più nel basket rispetto a 10-15 anni fa. In questo momento stiamo vivendo un momento di buona forma. Personalmente ho recuperato abbastanza bene da un problema alla schiena anche se non sono ancora al top. Cerco di lavorare durante la settimana con l’obiettivo di arrivare al top alla domenica.

Conosco coach Cancellieri dai tempi di Biella e so con che capacità allena il gruppo. Non sono stupito del rendimento di Ravenna visto che è stata costruita con elementi esperti e di talento per questo campionato. E’ una squadra di cui abbiamo grande rispetto, mi aspetto una partita molto spettacolare. Noi dovremo presentarci tosti, solidi e concentrati e preparati tatticamente. Dovremo fare una gara di grande unità in campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy