Mantova, Visconti a Radio 5.9: “Sento grande fiducia da parte dell’ambiente. A Bologna per giocarcela”

Mantova, Visconti a Radio 5.9: “Sento grande fiducia da parte dell’ambiente. A Bologna per giocarcela”

A Speak & Roll ha parlato anche Fantinelli: “Mantova squadra giovane e pericolosa. Vogliamo continuare il trend positivo”

di Alberto Carmone

Intervenuti ai microfoni di Web Radio 5.9 durante Speak & Roll, il playmaker della Fortitudo Bologna Matteo Fantinelli e l’ala piccola della Pompea Mantova Riccardo Visconti hanno presentato la sfida di sabato sera tra Bologna e Mantova.

Matteo Fantinelli (Fortitudo Bologna): “Con Jesi volevamo partire forte e siamo riusciti a portare a casa la partita. Dobbiamo però rimanere concentrati, è un campionato dove si può perdere davvero contro qualsiasi squadra. Siamo un gruppo esperto e possiamo sfruttare questo vantaggio nei campi e nei momenti più difficili delle partite. Abbiamo il giusto equilibrio tra attacco e difesa visto il tasso di talento su cui possiamo contare sia tra i lunghi che tra i piccoli. Dobbiamo però evitare di rilassarci per evitare brutte sorprese, l’idea è di cercare sempre il compagno meglio disposto in campo per dargli il tiro più semplice. Serie A? Non credo sia il mio livello, poi per me giocare alla Fortitudo è un sogno che si realizza. Quando ho ricevuto la chiamata di Bologna non ho esitato un attimo e ho colto al volo questa opportunità.

Avversarie dirette della Fortitudo? Montegranaro mi ha fatto una buona impressione, sono una squadra solida e allenata molto bene. Poi credo che Udine e Treviso riusciranno a ritrovare la forma giusta in vista delle prossime giornate.

Il mio periodo a Mantova? Ho dei ricordi sicuramente positivi, all’epoca giocavamo a Poggio Rusco ma già allora vedevo una società ambiziosa. Sono contento di vedere che adesso c’è un seguito e una passione crescente a Mantova. Abbiamo affrontato gli Stings nel precampionato e mi ha fatto un’ottima impressione. Era normale attendersi questo avvio di campionato visto che la squadra è stata rinnovata molto. Dispiace per l’infortunio di Vencato, mi auguro davvero che possa tornare in campo presto. Anche senza di lui però Mantova può essere pericolosa vista la qualità generale del roster.

Noi dobbiamo affrontare tutte le partite con la massima concentrazione e voglia di vincere, a prescindere dall’avversario. Gli Stings cercheranno il riscatto dopo la sconfitta con Imola provando a centrare l’impresa sul nostro campo, quindi servirà tanta attenzione”.

Riccardo Visconti (Pompea Mantova):  “E’ davvero un peccato aver perso con Imola, era una partita importante per noi. Abbiamo giocato bene per buona parte del match, poi abbiamo avuto un calo che ci è costato caro. E’ una sconfitta che ci fa male, ma che non ci scoraggia. Siamo una squadra che ha bisogno di fare esperienza e per questo continuiamo a lavorare sui nostri limiti per evitare situazioni come quelle con Piacenza e Imola. Siamo consapevoli dei nostri limiti e per questo dobbiamo mettere tanta energia in difesa. Ognuno di noi mette sempre la massima voglia in campo, dobbiamo solo trovare il modo per evitare gli errori delle ultime partite e incanalare al meglio la nostra energia.

Onestamente non pensavo di arrivare alla quinta giornata con così tanta fiducia. Finora lo staff e i compagni mi hanno dato davvero una mano a migliorare e ad avere la mia occasione per fare bene. Credo che prima ancora del mio lavoro venga il supporto che mi è stato dato da tutta la società. Mi fa piacere avere un ruolo importante negli Stings, ma ora voglio anche che arrivino i risultati. Credo di poter dare di più sul piano dell’attenzione sia in fase offensiva che difensiva visto che ho commesso diversi errori che ci sono costati dei canestri avversari.

Dobbiamo affrontare una partita alla volta. Ci aspettano tre incontri difficili con Bologna, Treviso e Ravenna, ma dobbiamo rimanere concentrati sul prossimo match con la Fortitudo. Bologna è la squadra più forte del campionato e in più l’affronteremo al PalaDozza, dove il pubblico è veramente caldo. Dobbiamo presentarci alla partita di sabato senza paura consapevoli della difficoltà dell’incontro. Per me affrontare la Fortitudo sarà l’opportunità di confrontarmi con diversi giocatori che vedevo in televisione quand’ero bambino. Sicuramente avrò difficoltà fisicamente e di esperienza per contenere questi grandi talenti della Fortitudo, ma cercherò di affrontarli al massimo delle mie possibilità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy