A2 SF G1: Mancinelli super, Tomassini di più, gara 1 è di Casale

A2 SF G1: Mancinelli super, Tomassini di più, gara 1 è di Casale

Casale vince al foto finish una gara incredibile.

di Nicolò Foto

CASALE MONFERRATO- In una gara pazzesca, di grinta, intensità e tanto talento, la Junior fa suo il primo round per 85-83, difronte ad una Fortitudo presente solo a tratti. Casale l’aveva vinta, per poi ritrovarsi sotto, colpita dai punti di un Mancinelli che chiuderà con 31 punti personali. Un terzo quarto letale aveva portato le mani dei bolognesi sulla partita ma, in un finale punto a punto, ecco la bomba di Tomassini che regala ai casalesi una vittoria che profuma di storia.

La cronaca:

In quel catino ribollente che è il “PalaFerraris”, vestito a festa per l’occasione, la Junior parte forte e sfrontata. E’ subito Bellan a sbloccarla dai 6.75, segno che Casale ed i suoi giovani non hanno paura. Cinciarini muove la retina dall’altra parte, ma Martinoni e Sanders hanno voglia da vendere: è 7-2. La Fortitudo però ha i campioni che non restano certo a guardare: Gandini fa bottino pieno in lunetta, poi Rosselli accorcia ancora. I casalesi giocano bene, con coraggio, creano e a volte concedono. Sanders fa gioco da 3, ma in fase di costruzione la Novipiù sbaglia, consentendo a Mancinelli con due ripartenze di fare 4 punti personali e portare i ragazzi del Poz avanti: 12-13 a metà primo quarto. A volte però è la volontà a fare la differenza, quindi dentro Blizzard che tira subito la bomba, poi si infiamma l’asse Sanders-Martinoni, e la Junior prova e trova lo strappo: 19-13. Le aquile appaiono macchinose, a tenerle in piedi è Mancinelli. Al contrario Casale gioca meglio e, sospinta dall’entusiasmo e dall’ingresso di Marcius, subito in partita, allunga ancora, prima con perfezione dalla lunetta, poi schiacciando a due mani. Sul finire di quarto, ecco il giovane Denegri che fa esplodere il palazzo piemontese: alla prima sirena intermedia, Casale conduce 28-20. Così la Junior riprende da dove aveva lasciato, che bucando subito con Marcius e portando a 10 le distanze dagli ospiti, legati indissolubilmente alle mani di un Mancinelli salvifico: subito in doppia il capitano delle F ed unico a tenere il passo di una Junior indomabile. Quindi la bomba di Severini ed un immarcabile Sanders. Pozzecco inserisce Fultz, subito essenziale al tiro dalla distanza: e, con la bomba di Rosselli, a metà secondo quarto si arriva sul 37-33 casalese. Così la Consultinvest prova a sbocciare e a divenire farfalla, aiutata ancora dal talento di Chieti e da Okereafor. Ma Casale non ci sta e, nei momenti decisivi, respinge gli assalti bolognesi con un Tomassini letale dai 6.75, riportando i suoi sul +9. All’intervallo sarà dunque 50-42 per la Junior. Al ritorno sul parquet la Fortitudo, fino a quel momento troppo brutta per essere vera, trova qualche contromisura per arginare i piemontesi. Cinciarini è mattatore, Mancinelli una garanzia. Per Casale la risorsa sono sempre le triple, con Severini e Blizzard. Dunque Rosselli è splendido trovando canestro e fallo, polverizzando il vantaggio juniorino: 56-55. Ma in un lampo è pareggio e vantaggio ospite, sempre con un Mancinelli d’autore: per lui sono 25 personali, mentre il tabellone indica 59-61. Ora la Junior è in vera difficoltà, le F, guidate dal capitano, penetrano come vogliono, cosa che nella prima frazione non era mai capitata. L’ingresso di Marcius è utile, ma non è più la panacea ad ogni male. La bomba di Cinciarini lo dimostra, ora è 59-68, grazie ad un parziale letale di 3-18 al ritorno dall’intervallo. Un risultato che, all’ultima sirena intermedia, cambierà solo nella forma e non nella sostanza: si chiude sul 64-72 fortitudino, frutto di un quarto perfetto , a cui ha fatto da contraltare la sterile difesa casalese. Gli ultimi dieci giri d’orologio si aprono con l’arrembaggio monferrino, grazie a Sanders e dal tiro dall’arco targato Denegri. Le aquile amministrano, poi pungono con Rosselli e Mancinelli, ma Casale accorcia: 71-76 a metà quarto. Ma come in un thriller che si rispetti, ecco il colpo di scena. Prima Tomassini, poi Sanders si prende canestro e fallo: controsorpasso e 80-78 con poco più di due minuti da giocare. Casale ha la gara in mano, perde un possesso fondamentale ed ecco la bomba di Cinciarini che suona come una beffa: 80-81. Ed è sempre il numero 5 a punire ancora la Junior, con la Fortitudo che, ad un minuto dal termine, vede la vittoria davvero da un passo. Ma ecco la sferzata decisiva, quella che forse non ti aspetti. Severini, che aveva perso in modo tragico il pallone dell’ultimo vantaggio ospite, vola in lunetta ed è perfetto. Ora la Junior è a -1, ma Tomassini si prende la scena, la tripla ed anche la vittoria. I tremila del “PalaFerraris” esplodono, Casale chiude 85-83 il primo atto di una semifinale che è da subito formidabile. La Junior non ha paura. Ed ora, lecitamente, sogna.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 85-CONSULTINVEST BOLOGNA 83
(28-20, 50-42, 64-72, 85-83).

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini ne, Banchero ne, Denegri 11, Tomassini 18, Valentini, Blizzard 8, Martinoni 8, Severini 10, Cattapan, Bellan 4, Sanders 16, Marcius 10. All.: Marco Ramondino.

CONSULTINVEST FORTITUDO BOLOGNA: Cinciarini 19, Mancinelli 31, Okereafor 7, Fultz 7, Murabito, Montanari ne, Chillo 2, Gandini 4, Amici, Rosselli 11, Pini 2, Italiano. All.: Gianmarco Pozzecco.

Arbitri: Enrico Bartoli, Calogero Cappello, Andrea Longobucco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy