POUT G4 – Appling stellare, Piacenza in volata porta la serie con Legnano a gara-5

POUT G4 – Appling stellare, Piacenza in volata porta la serie con Legnano a gara-5

Piacenza risorge da -14 nell’ultimo quarto, trascinata da un Appling immenso nel finale, e ottiene a due secondi dalla fine la possibilità di giocarsi la salvezza in casa in gara-5. Tanto rammarico per Legnano, incapace di gestire una partita che sembrava chiusa

di Giovanni Colombo

Per gara-4 della finale playout di A2 la Axpo Legnano ospita la Bakery Piacenza. Legnano, in vantaggio 2-1 nella serie, vincendo è salva. Piacenza invece può solo vincere. Coach Mazzetti schiera i Knights padroni di casa con Ferri, Raffa, Bianchi, Thomas e Bozzetto. Coach Di Carlo risponde per Piacenza con Green, Appling, Pastore, Castelli e Spera. PalaBorsani esaurito, con presenti moltissimi tifosi ospiti.

Il match inizia con Piacenza intensa, precisa e che si porta subito avanti 2-13, guidata da due triple di Pastore e i canestri di Appling. Per Legnano solo un canestri di Raffa, che però in questo avvio risulta estremamente confusionario come in generale tutti i giocatori dei Knights. Inoltre Thomas va in panchina avendo già due falli a carico. Legnano però non perde la testa e assesta un controparziale di 8-0 guidata dall’energia e i canestri di Ferri. Il punteggio è sul 10-13. Il match prosegue in equilibrio fino al 18-20 (da segnalare gli ottimi contributi dalla panchina di Bortolani e Guerra), poi proprio sulla sirena di fine primo quarto Raffa segna una tripla improbabile per quanto è stata forzata, e Legnano è in vantaggio per la prima volta nel match, sul 21-20.

Piacenza parte bene anche nel secondo quarto, rispondendo alla tripla di Bortolani con un parziale di 0-9 tutto a opera di Perego e Appling. Piacenza è in vantaggio 24-29, ma Ferri con due triple consecutive riporta avanti Legnano, che con Thomas, rientrato nel frattempo, si porta sul 32-29. Timeout chiamato da Di Carlo, e al rientro in campo Piacenza pareggia subito i conti dall’arco, e nel finale di quarto. dopo essere stata sotto 36-34 (altra tripla di Raffa sulla sirena) riesce a portarsi avanti e ad andare al riposo lungo sul 36-41, guidata da un grande Appling autore già di 15 punti. Spicca il 7/10 degli ospiti dall’arco, contro il 5/17 di Legnano.

Il terzo quarto inizia con il gioco da tre punti di Thomas, a cui risponde Pastore che segna in campo aperto. Fino al 41-46 per Piacenza c’è equilibrio con botta e risposta, poi Legnano assesta un 7-0 di parziale, trascinata da un super Thomas e dalla tripla di Raffa che porta il punteggio sul 48-46 e costringe Di Carlo a un timeout.  Alla ripresa Thomas, dominante sotto i tabelloni, segna il 50-46. Fino al 53-50 Piacenza resta a contattocasa, ma poi il fallo e il conseguente tecnico fischiati a Castelli portano a un 3/3 dalla lunetta per Legnano. Il canestro in penetrazione di Raffa e il 2/2 ai liberi di Thomas spingono i Knights sul 60-50, con cui si va all’ultimo riposo. Il terzo quarto di Thomas è stato devastante con 16 punti e 6 rimbalzi.

L’ultima frazione si apre con il canestro sottomisura di Spera, ma due canestri di Thomas intervallati da uno di Serpilli aumentano il divario nel punteggio, con Legnano a +14 sul 66-52. Green, fin qui totalmente fuori dalla partita, segna sette punti di fila, e Piacenza torna a -6 sul 68-62. Timeout per Mazzetti, ma Legnano continua a faticare enormemente in attacco, e Piacenza ne approfitta avvicinandosi ulteriormente sul 68-64. Thomas, messo in condizione da Raffa di schiacciare, chiude il parziale di 2-12. Ma Piacenza con due triple di Appling porta il parziale sul 4-18 e pareggia i conti sul 70-70. È lo stesso Appling a fare 2/2 dalla lunetta e portare avanti Piacenza. Thomas pareggia subito i conti da sottomisura, per il 72-72 a 25″ dal termine. Appling tiene palla per quasi tutto il tempo consentito e poi segna dal mid range il 72-74 a due secondi dal termine. Timeout per Legnano, che poi tenta dall’arco con Bianchi ma il tiro finisce sul primo ferro. Piacenza, che era a -14 a quasi metà del quarto quarto, ha approfittato del blackout offensivo di Legnano e ha ottenuto la possibilità di giocare gara-5 in casa. Appling ha disputato gli ultimi minuti a livello sensazionale, e ha chiuso con 29 punti e tutte le giocate decisive. Legnano paga il 6/29 dall’arco oltre alla carestia offensiva e le giocate di Appling, e deve riflettere sulla mancanza di capacità di gestione dei vantaggi, già vista in gara-1

Legnano-Piacenza 72-74 (21-20, 36-41, 60-50)

Legnano

Raffa 19, Thomas 26, Bianchi 3, Ferri 11, Bortolani 7, Bozzetto 4, Serpilli 2

Piacenza

Castelli 13, Appling 29, Green 8, Spera 4, Perego 6, Guerra 8, Pastore 6

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy