Notte fonda per l’Apu: Piacenza si conferma ammazza grandi

Notte fonda per l’Apu: Piacenza si conferma ammazza grandi

I bianconeri subiscono la terza sconfitta interna cedendo al Carnera dinanzi alla squadra rivelazione del girone Est

di Barbara Castellini

I sonori fischi esplosi al termine dell’incontro tra Apu e Assigeco dicono molto sul clima che si è respirato questa sera al PalaCarnera. La formazione di coach Alessandro Ramagli è incappata nell’ennesima serata storta, fatta di errori abbastanza preoccupanti sia in fase difensiva che offensiva. Ne ha saputo approfittare la compagine emiliana, che sotto i colpi di Andy Ogide (Mvp del match con 21 punti, assieme a Tj Cromer) e Marco Santiangeli (20), ha conquistato la settima vittoria stagionale per 73-83 raggiungendo (in attesa delle gare da disputare) il quartetto di testa del girone Est di Serie A2 formato da Verona, Mantova, Ravenna e Forlì. Scivola al settimo posto, alle spalle di Ferrara, invece, l’Old Wild West protagonista in negativo del match contro l’Assigeco. Il 25,9 di percentuale nei tiri da 3 è una delle risposte ai tanti interrogativi scaturiti alla fine dell’incontro. Per la prossima sfida, in programma domenica a San Severo, di certo servirà un atteggiamento ben diverso.

Con tutti gli effettivi a disposizione, coach Ramagli propone il quintetto di partenza formato da: Penna, Cromer, Fabi, Antonutti, Beverly. Coach Ceccarelli, invece, senza l’infortunato Jazzmarr Ferguson, manda in campo: Gasparin, Piccoli, Santiangeli, Hall e Molinaro. Il primo canestro della serata porta la firma di Santiangeli a segno dopo trenta secondi di gioco (0-3). I due liberi trasformati da Antonutti (fallo di Gasparin) rappresentano i primi acuti dell’Old Wild West. Dopo una prima fase di grande equilibrio, l’Assigeco si porta sul +4 dopo quattro minuti grazie ai canestri di M0linaro (8-12). Nei minuti finali del periodo la tripla di Cortese riavvicina i padroni di casa (15-16) che si riportano in vantaggio con la successiva bomba di Amato (18-16). Con il canestro realizzato da Antonutti a 37 secondi dalla sirena si chiude la prima frazione (22-20). Situazione bilanciata anche nel secondo periodo, nel quale entrambe le squadre continuano ad avere qualche difficoltà in fase di impostazione. Così si spiegano i soli 16 punti (6-10) messi a segno complessivamente in dieci minuti dalle due compagini che arrivano all’intervallo lungo sul 28-30.

In avvio di terzo periodo, Piacenza si porta sul +6 (28-34) grazie ai canestri di Molinaro e Piccoli, che approfittano di alcune disattenzioni difensive dei friulani. Il +7 messo a segno da Gasparin dopo 3 minuti e 30 secondi (35-42) fa scattare l’allarme in casa bianconera. In risposta agli emiliani arrivano la tripla di Amato e il canestro di Beverly su assist dello stesso play ex Olimpia (40-42). Il ritmo dell’incontro comincia a salire, ma le squadre faticano a trovare la fluidità di manovra necessaria per terminare le azioni in maniera efficace. A 21 secondi dalla sirena Antonutti firma il 45-47 ma proprio allo scadere arriva la tripla di Ogide (45-50). Ancora Piacenza all’inizio dell’ultimo quarto: dopo due minuti scarsi gli uomini di Ceccarelli si portano sul +9 (47-56) e il margine aumenta ancora un minuto dopo quando l’arbitro Pierantozzi prende una decisione molto dubbia assegnando un fallo tecnico a Fabi e consentendo a Santiangeli di tirare 4 liberi. Il numero 33 piacentino non sbaglia e il divario diventa di 13 punti (49-62). Negli ultimi due minuti, con l’Old Wild West proiettata verso una rimonta quasi impossibile, coach Ceccarelli e Ramagli sono costretti a rinunciare, rispettivamente, a Ogide e Fabi usciti per cinque falli. Cromer prova a riaccendere il match, ma sul più bello Cortese fallisce una tripla che avrebbe potuto riaprire la gara. Non sbaglia invece Piacenza che proprio allo scadere trova il +10 per il 73-83 finale.

 

APU OLD WILD WEST UDINE – ASSIGECO PIACENZA 73-83

(22-20, 28-30, 45-50)

APU OLD WILD WEST: Cromer 21 punti, Minisini ne, Ohenhen ne, Amato 10, Antonutti 13, Fabi, Zilli 5, Cortese 5, Jerkovic, Beverly 14, Nobile, Penna 5. All. Alessandro Ramagli.

ASSIGECO PIACENZA: Montanari ne, Ogide 21 punti, Molinaro 8, Rota 1, Gasparin 7, Piccoli 8, Ihedioha 4, Turini ne, Santiangeli 20, Hall 14. All. Gabriele Ceccarelli.

Usciti per cinque falli: Ogide, Fabi.

Spettatori: 3mila circa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy