L’Apu festeggia Natale in anticipo: battuta anche Roseto

L’Apu festeggia Natale in anticipo: battuta anche Roseto

Terzo successo consecutivo per la formazione friulana che al Carnera piega gli Sharks per 84-61. Mvp dell’incontro Bayehe con 18 punti. Zilli uscito per cinque falli.

di Barbara Castellini

L’Apu trova i due punti sotto l’albero di Natale. Nell’anticipo della prima giornata del girone di ritorno, la formazione di coach Alessandro Ramagli centra la terza successa consecutiva (dopo quelle ottenute con San Severo e Orzinuovi) battendo Sapori Veri per 84-61. Una prova di maturità importante per Antonutti & co. che con questo risultato salgono a quota 16 punti, agganciando – almeno momentaneamente – Mantova, Piacenza e Verona (prossima avversaria sabato alle 20.45). Nonostante qualche imprecisione di troppo nei primi due periodi, l’Apu ha comandato dall’inizio alla fine, costringendo costantemente Roseto a inseguire fino a quando ha preso definitivamente il largo in avvio di terza frazione, spinta dai suoi Mvp Cromer e Antonutti. Lo scontro diretto di sabato prossimo a Verona potrebbe dire molto sulle reali ambizioni dei friulani.

Con Nobile non in perfette condizioni e Antonutti alle prese con un trauma alla mano sinistra rimediato nell’ultimo turno di campionato contro Orzinuovi, coach Alessandro Ramagli schiera il quintetto formato da: Amato, Cromer, Fabi, Gazzotti, Beverly. Mentre il collega Germano D’Arcangeli manda in campo: Canka, Nikolic, Jones, Pierich, Bayehe. A sbloccare l’incontro ci pensa Cromer, a segno dalla distanza dopo 16 secondi di gioco (3-0). I bianconeri mantengono il vantaggio nei minuti successivi e a metà periodo raggiungono il +8 con Beverly (12-4). De Fabritiis e Bayehe riducono le distanze a 2 minuti e 30 secondi dalla prima sirena (12-9), ma l’Old Wild West riparte sotto la spinta dei suoi American Boys (17-9), dopo una fase molto confusa del match. Nel finale di periodo Penna, con una tripla, fissa il primo parziale sul 22-15. In avvio di secondo quarto, Jones, aiutato dal tabellone dimezza le distanze (22-18) e Bayehe riduce ulteriormente le distanze trasformando i due liberi assegnati per fallo di Cromer (22-20). La partita non regala grandi emozioni, ci pensa Antonutti a trasformare in oro ogni pallone che gli capita tra le mani. E’ lui, infatti, l’artefice della cavalcata dei friulani che negli ultimi minuti portano il vantaggio sulla doppia cifra e concludono il secondo quarto con undici punti di distacco (44-33). Nel primo minuto della terza frazione Gazzotti sigla la sua prima tripla al Carnera (47-33) che dà il là alla prima “fuga” del team di Ramagli. Con Beverly e Amato, infatti, il vantaggio sale a +19 (52-33) dopo un minuto e 30 secondi di gioco e successivamente diventano addirittura 23 le lunghezze di differenza (58-35). I bianconeri gestiscono la gara con ordine, concedendo qualcosa di troppo agli avversari solo negli ultimi due minuti del terzo periodo che si conclude sul punteggio di 67-50. L’ultimo periodo ha ben poco dire con Roseto che prova a ridurre il gap, ma l’esito dell’incontro è scontato: 84-61 il finale.

APU OLD WILD WEST UDINE – SAPORI VERI ROSETO 84-61

(22-15, 44-33, 67-50)

APU OLD WILD WEST: Cromer 16 punti, Minisini ne, Gazzotti 10, Amato 10, Antonutti 16, Fabi 11, Zilli 2, Jerkovic, Ohenhen ne, Beverly 12, Nobile ne, Penna 7. All. Alessandro Ramagli.

SAPORI VERI ROSETO: Mabor, Giordano 2 punti, Visintin ne, De Fabritiis 13, Mouaha, Canka 2, Nikolic 11, Oliva, Jones 12, Rupil ne, Bayehe 18, Pierich 3. All. Germano D’Arcangeli.

Uscito per cinque falli: Zilli.

Spettatori: 3.200 circa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy