Battaglia all’Allianz Cloud, Verona trema ma supera la grinta dell’Urania

Battaglia all’Allianz Cloud, Verona trema ma supera la grinta dell’Urania

La Tezenis si porta a casa una vittoria di grande importanza per consolidare il terzo posto in classifica, contro un avversario tra i più ostici del campionato. Partita a tratti nervosa e con tanti errori da entrambe le parti. Milano arriva anche a nove punti di vantaggio ma si perde sul più bello e spreca tutto in un terzo quarto da dimenticare. Alla fine, la maggiore fisicità ed esperienza dei veronesi hanno la meglio.

di Marco Giacomini

PRIMO QUARTO: Reggie Lynch apre le danze trasformando un assist di Sabatini più il libero aggiuntivo, poi per Verona è Tomassini a rispondere in contropiede. L’Urania parte grintosa, Montano ne fa due in entrata e Sabatini aggiunge due liberi segnati per il 7 a 2 Wildcats. Hasbrouk non ci sta e insacca la tripla ma, dall’altra parte, Lynch è ancora protagonista con un bel tiro dalla media. Squadre molto precise al tiro, Tomassini e Hasbrouk riducono le distanze per la Tezenis che riesce anche a passare in vantaggio per 12 a 11 con 5:58 da giocare, prima che Raivio da tre e Bianchi in entrata ristabiliscano quattro punti di distanza in favore di Milano. La Scaligera non si scompone e trova delle buone soluzioni in attacco, Tomassini, poi, è particolarmente ispirato e trova la tripla che riporta sopra i suoi di un punto, prima del time out chiamato da Coach Villa. Sabatini viaggia come sempre a duecento all’ora e trova anche il tempo di piazzarne due in arresto e tiro in mezzo all’area, mentre per gli ospiti è Hasbrouk a tenere alto il ritmo e ad andare ancora a referto con un bel tiro da fuori. A 1:34 dal termine, Milano spreca delle buone occasioni con Montano, Bianchi e Lynch ma Verona non ne approfitta. Nell’ultima azione di Milano, Raivio in entrata manca il canestro per un soffio e Rosselli non trova la tripla. Il quarto si chiude 20 a 19 per Milano.

SECONDO QUARTO: Primi due punti per la Scaligera con Prandin dalla lunetta mentre i Wildcats rispondono con le grandi triple di Sabatini e Negri. Raivio comincia a farsi vedere con i suoi soliti canestri, Rosselli d’esperienza tiene a galla i suoi e Piunti fa uno su due dalla lunetta per il 29 a 26 in favore dei padroni di casa. E’ ancora Rosselli a impensierire la difesa milanese recuperando un super rimbalzo in attacco e insaccando da sotto, poi Pagani si guadagna il fallo ma sbaglia entrambi i liberi. Il gioco si fa nervoso e le due squadre faticano a far girare la palla, poi Candussi trova il semi gancio da sotto e riporta avanti Verona 30 a 29 con 4:47 da giocare. Rosselli tenta la tripla senza successo e, in contropiede, Sabatini punisce i veronesi con una grande penetrazione e canestro di tabella, costringendo coach Diana a chiamare minuto per far rifiatare i suoi. Jones lotta come un leone e segna, Sabatini e Raivio non stanno a guardare, poi è Hasbrouk a siglare il nuovo vantaggio Tezenis per 37 a 36 con 3:15 da giocare. L’Urania arranca un po’, Jones trova il canestro da sotto prima del botta e risposta di triple tra Negri e Tomassini. Sul 41 pari, Jones insacca da tre e Montano fa uno su due dalla linea della carità. Raivio in contropiede riporta il punteggio in parità, Negri sbaglia un’importante tripla e Rosselli segna un solo tiro libero dopo aver subito fallo a rimbalzo. Con nove secondi da giocare, Sabatini è protagonista di un fenomenale gioco da tre punti, mentre Montano stoppa Rosselli fermando il tabellone sul 47 a 45 per Milano.

TERZO QUARTO: Lynch da sotto segna i primi due punti del quarto seguito da Raivio in contropiede. Per Verona risponde Candussi da fuori ma subito Raivio si fa vedere con un gioco da tre punti che vuol dire vantaggio Wildcats per 54 a 47. Verona non molla, Tomassini insacca dalla media distanza ma Lynch è lucidissimo e segna due canestri consecutivi che riportano l’Urania al massimo vantaggio 58 a 49 con 5:45 da giocare.Jones accorcia le distanze, poi, nel ribaltamento di fronte, un immarcabile Lynch schiaccia per il 60 a 51. Partita nervosa con errori da entrambe le parti, Verona ne sbaglia parecchie da fuori mentre Milano è costretta a tiri difficili e fatica ad avvicinarsi al canestro. Non si segna per più di tre minuti e, a 2.03 dal termine, il punteggio è ancora di 60 a 54 in favore dei milanesi. Nell’ultimo minuto le due squadre cercano di riprendersi un po’, Jones insacca finalmente due liberi, mentre Lynch sembra aver perso la smalto dei primi due quarti. Loschi in entrata accorcia ancora le distanze per Verona e Piunti sbaglia la tripla allo scadere. Il quarto termina 60 a 58 per Milano.

QUARTO QUARTO: Jones e Sabatini tentano subito la tripla senza successo, poi è lo stesso Jones a inchiodare in entrata per il 60-60. Raivio in entrata trova i primi due punti del quarto per i suoi, Loschi piazza la tripla centrale e Piunti insacca da sotto canestro. A 6:46 dal termine il punteggio è ancora in parità, Udom commette infrazione di passi e nell’azione successiva Montano litiga ancora con il canestro sbagliando un’altra tripla. La Tezenis fa fallo in attacco e Udom si prende pure un tecnico ma Montano non ne approfitta dalla lunetta. Candussi si sblocca e insacca da tre, 64 a 67 per Verona, poi Lynch in avvitamento ne fa due e Milano torna sotto di un solo punto. Candussi ci riprova da tre ma questa volta non entra, mentre Raivio subisce fallo e sbaglia entrambi i liberi. Verona spinge di più, Tomassini e Rosselli vanno a segno e coach Villa deve chiamare time out per spezzare il ritmo degli ospiti. Sabatini in entrata perde palla ma i milanesi recuperano palla e per Raivio è facile segnare da sotto. A 3:15 dal termine punteggio di 71 a 68 per la Scaligera, Hasbrouk in gancio piazza due punti in faccia a Lynch e Tomassini ne fa tre per il più otto Verona. Sabatini fa due su due dalla lunetta, Candussi ne infila altri due da fuori, poi, dopo un’altra palla persa in attacco da Milano, Tomassini sigla con una tripla il massimo vantaggio ospite per 81 a 70 a 43:3 dal termine. Nelle ultime azioni Verona mantiene la calma e la partita si conclude 81 a 73.

 

RISULTATO FINALE: URANIA BASKET MILANO – TEZENIS SCALIGERA VERONA BASKET  81-73

PARZIALI: ( 20-19 : 27-26 : 13-13 : 13-23 )

URANIA BASKET MILANO: Piunti 3, Lazzari  , Pagani, Negri 8, Benevelli, Bianchi 2, Montano 3, Giardini, Piatti, Lynch 17, Raivio 20, Sabatini 17. All. Villa

TEZENIS VERONA: Poletti, Guglielmi, Tomassini 22, Loschi 5, Candussi 11, Jones jr 15, Prandin 2, Rosselli 9, Udom 3, Morgillo, Hasbrouk 14. All. Diana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy