Blitz Urania, espugnata Montegranaro

Blitz Urania, espugnata Montegranaro

Un super Thomas non basta alla Poderosa, Milano torna a vincere.

di La Redazione

XL Extralight Montegranaro – Urania Milano 76-85 (19-16, 20-21, 16-26, 21-22)

XL Extralight Montegranaro: Aaron Thomas 33 (12/24, 0/3), Davide Bonacini 15 (4/7, 1/1), Valerio Cucci 10 (4/8, 0/3), Matteo Berti 6 (3/3, 0/0), Michele Serpilli 6 (0/3, 2/5), Luca Conti 4 (2/3, 0/0), Roberto Marulli 2 (1/2, 0/1), Andrea Malintoppi 0 (0/0, 0/0), Gabriele Miani 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0), Riccardo Cortese 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 23 5 + 18 (Aaron Thomas, Valerio Cucci, Michele Serpilli 5) – Assist: 15 (Aaron Thomas, Davide Bonacini 3)
Urania Milano: Nik Raivio 23 (8/10, 2/6), Andrea Benevelli 22 (3/4, 4/5), Giorgio Piunti 15 (7/8, 0/2), Gherardo Sabatini 8 (2/4, 1/7), Matteo Montano 6 (0/3, 2/7), Reggie Lynch 6 (2/2, 0/0), Andrea Negri 3 (0/0, 1/4), Giordano Pagani 2 (1/1, 0/0), Sebastiano Bianchi 0 (0/1, 0/1), Michele Piatti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 11 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Gherardo Sabatini 9) – Assist: 22 (Gherardo Sabatini 11)

Altro blitz esterno per Urania, il sesto stagionale, che passa in casa di Montegranaro vendicando la sconfitta beffa dell’andata. Dopo un primo tempo con tanti chiaroscuri i Wildcats prendono le redini del match, decisive le zampate di un letale capitan Benevelli (22 con 4/5 da tre) nei momenti chiave del match. Due triple di Montano firmano l’allungo, Sabatini (altro flirt con la tripla doppia da 8 punti, 9 rimbalzi ed 11 assist) amministra il finale senza patemi, altra prestazione tutta sostanza di Raivio (23 con 5 assist) e Piunti (15 con 6 rimbalzi e 7/7 da due). Non bastano alla XL Extralight la prestazione sontuosa di Thomas (33 punti) e le incursioni di Bonacini (15 alla sirena).

LA GARA-Milano cerca subito di sfruttare la taglia di Lynch in contumacia Thompson, risponde subito Montegranaro con il solito Thomas, 4-4. Scalda la mano capitan Benevelli, i padroni di casa si affidano alle penetrazioni di Bonacini, 8-7. Due falli prematuri di Berti che cerca di arginare Lynch, si sblocca Raivio, altra tripla di Benevelli e nuovo sorpasso, 10-14. La Poderosa si affida ancora a Thomas, l’esterno statunitense fa mettere la freccia ai padroni di casa che chiudono avanti alla prima sirena, 19-16. Copione che non cambia in apertura di secondo periodo, imperversa il ciclone Thomas ed Urania scivola a meno 9 dopo il comodo appoggio di Berti, 25-16. Ferma l’emorragia Benevelli che aziona il break milanese, fiammata di Raivio che riporta tutto in parità con un 2+1, 25-25. Gara di parziali e cambi di inerzia continui, XL Extralight che lotta con ferocia in area colorata, Bonacini, Thomas e Cucci ed altro strappo gialloblu, 35-27. Tardiva la ricerca in vernice di Lynch che viene sanzionato anche del terzo fallo, discutibile, su Cucci, di puro orgoglio un ottimo Piunti ricuce sino al meno 2 all’intervallo, 39-37. Dopo la pausa lunga Montegranaro cerca nuova linfa da Serpilli e Marulli, Benevelli e Piunti non mollano la presa ed è altra parità a quota 44. Wildcats che provano a sfruttare il nervosismo di Thomas (4 falli dopo il tecnico), assist di Sabatini per il comodo lay-up di Piunti, 46-50. Pur in piena emergenza la Poderosa ha cuore e reagisce trascinata da Cucci e dal botto di Serpilli, 53-54. Milano si incarta contro la zona gialloblu, servono lucidità ed un pizzico di follia, eseguono Matteo Montano e Nik Raivio, 55-63 alla penultima sirena. Coach Di Carlo ributta nella mischia Thomas che subito si carica sulle spalle la XL Extralight, 61-66. Ancora Piunti ruggisce un altro parziale ospite, schiacciata del centro marchigiano che si esalta sentendo il profumo dell’aria di casa, 61-70. Tanta zona e Thomas gli ingredienti di Montegranaro per azionare la rimonta, arrivano il quarto fallo di Lynch e Sabatini con Bonacini che attacca a testa bassa, 2+1 del play della Poderosa ed è meno 4, 71-75. Sei possessi senza punti per l’Urania che chiede aiuto ad un commovente capitano, Benevelli dal mezzo angolo riapre il fuoco e propizia il recupero per la transizione vincente di Raivio, 71-79. Thomas lancia l’ultimo assalto ma è sempre l’e Fortitudo a tenere avanti l’Urania con 90 secondi da giocare, 73-81. L’acuto che chiude il match è di Raivio, l’E.T. dei Wildcats si prende la rivincita dopo la bruciante sconfitta dell’andata e mette i sigilli reali con un morbido jumper, 76-83.

Uff.Stampa Urania Milano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy