Cento perde con onore, Fortitudo più vicina alla Serie A

Cento perde con onore, Fortitudo più vicina alla Serie A

Il più classico dei testa- coda non regala sorprese: la Fortitudo fa suo il derby contro Cento in un PalaSavena sold out e con la sconfitta di Montegranaro vede il traguardo della serie A lì ad un passo.

di Marco Granata

Il più classico dei testa- coda non regala sorprese: la Fortitudo fa suo il derby contro Cento in un PalaSavena sold out e con la sconfitta di Montegranaro vede il traguardo della serie A lì ad un passo, dopo dieci anni di attesa. Cento lotta con le sue armi e fa una onesta figura al cospetto della capolista, che pero’ nella ripresa crolla sotto i colpi degli italiani di Bologna con Fantinelli MVP del match.

Effe che nel primo quarto scappa un paio di volte grazie ad Hasbrouck e Fantinelli, ma Gasparin e White rispondono presente con i padroni di casa che dimostrano di non avere soggezione dei più blasonati avversari. I bianco blu di Martino, sospinti anche dal trio Venuto-Cinciarini- Benevelli, a meta’ secondo periodo volano a + 12 (26-38) e sembrano mettere in salamoia il match, non facendo i conti con la voglia innata dei padroni di casa di cercare l’impresa e cosi la Baltur, sulle ali di Benfatto White e Gasparin rientra in gara (37-41 al 18′), regalando un finale di primo tempo con qualche brivido di troppo ad una Fortitudo che ogni tanto si rilassa pericolosamente facendo andare in ebollizione coach Martino (41-45 all intervallo lungo).

I veterani Mancinelli e Rosselli lanciano in orbita la Fortitudo (45-52 al 23′) e con l’ex Treviso Fantinelli fanno volare i bolognesi che subiscono un po il talento di Taylor (48-56 al 25′). Cento cozza contro la difesa fisica di Bologna ed in un amen i felsinei volano a + 16 (65-49 al 28′) e di fatto mettono in saccoccia il referto rosa. Sembra finita la gara quando Bologna vola sul + 22 (75-51 del 32′), in un amen Cento con un 10-0 di parziale rientra in gara con White che trova il – 11(67-78 al 36′), ma la Fortitudo non si distrae più e porta a casa il referto rosa più bello dell intera stagione.

Baltur Cento – Lavoropiù Fortitudo Bologna 78-85 (17-24, 24-21, 10-25, 27-15)

Baltur Cento: Tyshawn Taylor 25 (10/17, 0/4), James White 20 (4/7, 3/4), Giovanni Gasparin 11 (1/3, 3/7), Michele Benfatto 10 (3/7, 0/0), Celis Taflaj 6 (0/3, 2/6), Yankiel Moreno 4 (1/5, 0/1), Alberto Chiumenti 2 (1/4, 0/0), Sergio Invidia 0 (0/0, 0/0), Michele Ebeling 0 (0/0, 0/0), Giorgio Di bonaventura 0 (0/0, 0/0), Giacomo Manzi 0 (0/0, 0/0), Simone Balducci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 17 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Michele Benfatto 11) – Assist: 12 (Tyshawn Taylor 7)

Lavoropiù Fortitudo Bologna: Matteo Fantinelli 17 (7/10, 0/0), Guido Rosselli 14 (4/9, 0/3), Stefano Mancinelli 13 (5/7, 0/2), Daniele Cinciarini 11 (0/1, 3/7), Giovanni Pini 7 (3/5, 0/0), Marco Venuto 7 (2/2, 1/1), Carlos Delfino 6 (3/4, 0/2), Maarty Leunen 5 (1/4, 1/2), Kenny Hasbrouck 4 (0/2, 1/8), Andrea Benevelli 1 (0/1, 0/0), Matteo Franco 0 (0/0, 0/0), Federico Cinti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 23 – Rimbalzi: 36 8 + 28 (Guido Rosselli 8) – Assist: 21 (Guido Rosselli 6)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy