Cento piega Treviso con un Reati straordinario

Cento piega Treviso con un Reati straordinario

L’ex Verona e Tortona è il giocatore che manda in tilt l’apparato difensivo ospite.

di Marco Granata

Straordinaria Baltur. Vince con merito la sfida contro la De’Longhi in un match di rara intensità Trascinata dai suoi due americani, Cento zittisce una Treviso che non trova mai l’assetto giusto per replicare agli scatenati padroni di casa. Benedetto nella ripresa trova in Reati (MVP) il giocatore che manda in tilt l’apparato difensivo ospite. La De’Longhi forse può recriminare su qualche fischio dubbio ma la corazzata di Menetti ha fatto acqua per troppi minuti senza trovare mai il bandolo della matassa.

Baltur Cento – De’ Longhi Treviso 85-76 (19-21, 22-16, 23-15, 21-24)

Baltur Cento: James White 24 (8/12, 0/2), Keddric Mays 21 (5/8, 2/4), Davide Reati 20 (3/5, 3/6), Alberto Chiumenti 11 (3/9, 0/0), Giovanni Gasparin 7 (2/4, 0/0), Adama Ba 2 (1/2, 0/0), Yankiel Moreno 0 (0/2, 0/3), Marco Pasqualin 0 (0/0, 0/1), Giacomo Manzi 0 (0/0, 0/0), Michele Benfatto 0 (0/0, 0/0), Matteo Fioravanti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 26 / 29 – Rimbalzi: 34 9 + 25 (James White, Alberto Chiumenti 9) – Assist: 12 (Davide Reati, Giovanni Gasparin, Yankiel Moreno 3)

De’ Longhi Treviso: Dominez Burnett 22 (6/9, 2/5), Maalik Wayns 14 (2/3, 3/8), Davide Alviti 13 (2/2, 3/4), Matteo Imbrò 7 (2/3, 1/5), Michele Antonutti 6 (1/1, 1/3), Matteo Chillo 5 (2/3, 0/0), Lorenzo Uglietti 4 (2/4, 0/2), Eric Lombardi 3 (1/4, 0/0), Amedeo Tessitori 2 (1/4, 0/0), Simone Barbante 0 (0/0, 0/0), Alvise Sarto 0 (0/0, 0/0), Sebastiano Listuzzi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 14 – Rimbalzi: 26 6 + 20 (Michele Antonutti 5) – Assist: 13 (Maalik Wayns 5)

Una schiacciata di White fa capire a Treviso che Cento ha la faccia cattiva di chi non molla mai (4-4 al 3′).4 punti in fila di Mays scaldano il PalaSavena, con i due Usa trevigiani che iniziano a scaldarsi per bene ma sull’asse Uglietti – Lombardi la De’ Longhi prova ad allungare il gap (10-12 al 6′), respinto però dal duo Mays -White che al 7′ hanno fatturato ben 11 dei 13 punti targati Baltur. Menetti pesca a piene mani dalla panchina e il duello Mays -Wayns infiamma i palati fini del palasport bolognese, ma 4 punti sanguinosi di Alviti danno il primo strappo di rilievo griffato Treviso (15-21 al 9′), strappo che conduce a primo gong gli ospiti sul 19-21 complice il buzzer beater di Gasparin. Alviti è una sentenza e una sua tripla ignorante apre il secondo round (19-24 al 11′), Mays e White fanno pentole e coperchi (23-24 al 13′) ma Burnett decide che il letargo può finire (tripla del 23 -27 al 13′).Treviso alza la fisicità della sua difesa, Cento paga pegno e i due black veneti provano ad allungare il divario (23- 30 al 14′) ma un antisportivo a Wayns costa caro agli ospiti che subiscono un 4-0 di contro break (27-30 al 15′). Wayns e Reati incendiano la retina ed è l’ex Assigeco che firma il pareggio sul 33-33 pari (minuto 17). Reati è infuocato, una sua tripla regala il sorpasso Baltur (37-36 al 19’) poi regala a sua volta un cioccolatino gustato da Chiumenti (39-37 a 20′ da termine ). Burnett esagera, Mays dalla lunetta sigla il +4 (41-37) con cui la Baltur chiude con merito un primo tempo da applausi trascinata dai due Usa che fatturano 27 dei 41 punti della squadra. Mays apre le danze alla ripresa del gioco (43-37 al 21′), Reati con una tripla la porta al massimo vantaggio (46-37 al 22’30’) ribadito poco dopo da White (48-40 al 23’30’), Treviso litiga con il ferro e si affida al talento di Wayns per rimanere a galla (50-42 al 25′), Mays fa ammattire Imbro ‘ ma la sua tripla è vanificato da un dardo di Burnett che mantiene Treviso nella scia dei locali (53-47 al 26′). Sempre Burnett risponde a White, Reati buca la zona di Treviso con un missile dall’angolo (58-49 al 27′), Baltur che sfrutta al meglio un tecnico per flopping ad Uglietti e Ba firma il +12 (61-49 al 29), Treviso perde la testa subisce gli strali dei 3 in grigio (tecnico a Menetti), in un nervosissimo finale una tripla di Antenutti dà fiato e speranze alla De’ Longhi (64-52 al terzo round). Alviti si ricorda di essere un fattore e da 3 prova a rivedere la luce ai suoi (64-55) ma Gasparin con un gioco da 4 punti risponde subito presente (67-57 al 32′).Uglietti ed Alviti danno linfa alla De’Longhi, la Baltur trova con Chiumenti due punti di platino (69-57 al 33′), Treviso spreca alcuni possessi per ritornare sotto la doppia cifra con Cento che incomincia ad accusare un po’ di stanchezza ma a Reati risponde Chillo che riporta i suoi a -10 (71-61 al 34’30”).Il quinto fallo dell’ex Fortitudo è un pessimo segnale, Gasparin riporta i suoi a +12 (73-61 al 36′), Mays infila una tripla in faccia ad Imbro’ che risponde da campione (76-66 al 37′).Treviso con Burnett ricuce lo strappo (76-68 al 37’30”), i viaggi dalla lunetta diventano linfa vitale per Cento. Reati fa il pieno, Lombardi aggiunge una persa al suo pomeriggio da letargo invernale. L ‘ex Assigeco dalla linea della carità è una sentenza (79-68 al 38′), Alviti segna da 3 e stoppa Mays che si fa affibbiato un tecnico, Treviso non aspettava altro e ritorna in gara (79–72). Una palla controversa e un fallo fischiato ad Alviti fanno imbestialire Treviso che vede allontanarsi Cento, ma il quinto fallo di Mays regala due liberi a Wayns che fa 0/2. Burnett scippato da Moreno va per il – 7 (81-74 al 39′) Chiumenti non trema e riporta Cento di nuovo sul +9 (83-74), la tripla di Imbro’ si spegne sul ferro per la De’Longhi ed è game over. Per la Baltur una domenica da incorniciare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy