De Laurentiis trascina l’Unieuro in vetta, Jesi sconfitta a Forlì

De Laurentiis trascina l’Unieuro in vetta, Jesi sconfitta a Forlì

Un De Laurentiis in versione extra-lusso e una grande prova corale valgono la terza vittoria consecutiva (82-64) e la vetta della classifica per gli uomini di Giorgio Valli. I marchigiani escono dalla partita insieme a Totè nell’ultima frazione

di Simone Santolini

Squadre in campo a ranghi completi ad eccezione del lungo forlivese Daniel Donzelli a causa dell’infortunio alla spalla patito nella gara contro Verona.
Il primo a segnare per Jesi è Andre Jones ma la risposta dei padroni di casa è veemente con 4 triple (2 Johnson, Marini e De Laurentiis) a scavare un solco di 14 punti (18-4) quando il cronometro indica che restano 6:45 da giocare. Sono i ben 9 punti di Dillard a tenere a galla i marchigiani che rientrano fino al -4 (22-17) nell’ultimo minuto.La successiva schiacchiata di Oxilia per i biancorossi manda alla prima pausa con il tabellone che recita 24-19.
Il ritorno in campo è a favore dei padroni di casa che si chiudono bene dietro e con i primi punti segnati da Lawson nel match sfiorano la doppia cifra di vantaggio. Nella seconda parte di frazione, invece, sono gli arancio-blu che stringono le maglie della difesa e, complice qualche appoggio sbagliato di troppo da parte dei mercuriali, cuciono il distacco fino al -3 firmato da Lovisotto. Marini e Johnson provano a dare la sveglia alla truppa di casa (38-31) ma i successivi 4 punti di Jones riportano gli arancio-blu ad un solo canestro di differenza ed il punteggio di 38-35 accompagna le squadre negli spogliatoi.
Il primo a segnare nel secondo tempo è Marini ma la risposta ospite non si fa attendere e Jesi trova per la prima la volta la parità con Dillard a quota 42 e il successivo canestro pesante di Baldasso regala agli uomini di Cagnazzo il primo vantaggio (44-45). Forlì risponde alla fiammata avversaria di squadra e di squadra assesta un colpo importante alla gara con un parziale di 19-7 che accompagna al mini-break sulla dpopia cifra di vantaggio (63-53).
Nella frazione finale il quinto fallo di Totè spegne le residue speranze jesine di rientrare. E’ De Laurentiis a trascinare i suoi al massimo vantaggio sul +19 (80-61) con 1:30 da giocare. Nel finale spazio ai giovani da entrambe le parti con il punteggio che si chiude sul 82-66. Marchigiani in gara per una trentina di minuti poi, privi del loro “totem” Leonardo Totè, che commette il quinto fallo a inizio frazione, non reggono l’urto di Quirino De Laurentiis che rispolvera il soprannome “Ringhio” e trascina i suoi a una vittoria che vale il primo posto in classifica insieme a Fortitudo e Montegranaro. Da sottolinare comunque, oltre alla prova del lungo abruzzese, i 18 punti di Melvin Johnson e i ben 5 uomini in doppia cifra tra i padroni di casa.

Unieuro Forlì – Termoforgia Jesi 82-66 (24-19, 14-16, 25-18, 19-13)
Unieuro Forlì: Melvin Johnson 18 (3/6, 3/7), Quirino De laurentiis 14 (3/5, 1/2), Pierpaolo Marini 14 (4/8, 1/4), Davide Bonacini 12 (2/3, 2/3), Tommaso Oxilia 12 (5/10, 0/0), Jacopo Giachetti 6 (1/4, 1/1), Kenny Lawson 6 (2/9, 0/3), Samuel Dilas 0 (0/0, 0/0), Michele Tremolada 0 (0/2, 0/0), Luca Fabiani 0 (0/0, 0/0), Christian Piazza 0 (0/0, 0/0), Daniel Donzelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 19 – Rimbalzi: 38 12 + 26 (Pierpaolo Marini 9) – Assist: 16 (Quirino De laurentiis , Jacopo Giachetti 5)
Termoforgia Jesi: Kevin Dillard 17 (4/9, 3/8), Andre Jones 16 (6/12, 1/5), Lorenzo Baldasso 12 (1/1, 3/6), Isacco Lovisotto 9 (3/4, 1/2), Bruno Mascolo 6 (3/4, 0/1), Leonardo Tote 4 (1/1, 0/0), Noah Mwananzita 2 (1/1, 0/0), Tommaso Rinaldi 0 (0/5, 0/2), Matteo Santucci 0 (0/0, 0/1), Antonio Valentini 0 (0/0, 0/0), Babacar Kouyate 0 (0/0, 0/0), Giulio Bordoni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 4 / 6 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Kevin Dillard 9) – Assist: 10 (Kevin Dillard 5)

De Laurentiis

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy