Difesa e intensità: Treviso passa a Verona

Difesa e intensità: Treviso passa a Verona

Il derby veneto è dei bianco azzurri.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Treviso 48-57

Verona cade dopo otto vittorie di fila in casa, contro una Treviso micidiale in difesa nell’arco dei 40 minuti. La coppia Moretti-Ancellotti fanno gioire Pillastrini e colpiscono al cuore la Tezenis.

Ancelotti e Fantinelli da una parte, Frazier e Diliegro dall’altra, finalizzano i primi attacchi di una gara equilibrata e di grande intensità. Verona tenta una mini-fuga con Robinson, che appoggia il 12-9. Ma è Moretti a ribaltare subito con una tripla e fallo per il +1 trevigiano (13-12). La Tezenis contro-sorpassa grazie all’ottimo impatto di Pini e Brkic, che si alzano dalla panchina con la giusta carica: Verona chiude i primi 10’ sul +3 (16-13).

A inizio secondo quarto, Moretti inizia subito con un bel canestro in sospensione, imitato dall’altra parte da Frazier. Il giovane talento di Treviso buca la retina da tre per due volte, sale a 12 punti personali e timbra il nuovo vantaggio trevigiano (21-18). Il parziale è dilatato da Perl e Ancelotti: 29-20 per la De Longhi a 3’ dal riposo lungo, con Verona costretta a 4 punti in oltre 7’ di gioco. La Tezenis prova a scuotersi, lo fa con Frazier e Totè, che rispondono alla schiacciata di Ancellotti. Il margine per i trevigiani è di +6 (31-25) alla fine del primo tempo.

Portannese a inizio ripresa dimezza subito il margine (28-31) per Verona, ma Perl non si fa pregare e infila da tre. Sotto canestro basta la stazza di Ancellotti per mandare fuori giri Diliegro e sfruttare l’onda per il +8 Treviso (36-28), aggiornato poi a +10 (40-30) quando Perl infila un altro canestro frontale e Ancelotti fa 1/2 dalla lunetta. La De Longhi commette un paio d’ingenuità in attacco e subisce un canestro e un libero da Amato. Ci pensa però Perry a infilare il canestro a fil di sirena del +9 (42-33) dopo 30’.

Treviso vola a +11 (46-35) con un contropiede orchestrato da Fantinelli e finalizzato da La Torre. Frazier prova a reagire, ma Amato commette un paio di ingenuità, mentre sotto canestro Ancellotti continua a dominare. Una tripla micidiale di Moretti regala il +14 (53-49) a Treviso. Portannese e Brkic richiamano in partita il pubblico con due triple, Frazier di rapina firma  per il -6 veronese (47-53). Un canestro immaginifico di Perry fa respirare la De Longhi, Ancellotti stoppa Pini nell’ estremo tentativo di Verona di tornare a galla. Treviso la vince così, meritatamente, in difesa e con l’intensità delle grandi squadre.

Tabellini

Verona: Robinson 4, Frazier 14, Portannese 6, Totè 3, DiLiegro 6, Amato 3, Boscagin 2, Brkic 5, Pini 5

Treviso: Fantinelli 7, Moretti 19, Perl 9, Perry 4, Ancellotti 16, Saccaggi, Negri, La Torre 2, Poser, Rota.

Fotogallery a cura di Andrea Marocco

IuzzolinoDay

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy