Ferguson decisivo: impresa di Piacenza a Verona

Ferguson decisivo: impresa di Piacenza a Verona

L’ex di turno segna 20 punti e punisce la sua ex squadra. Ottimi anche Santinageli e Gasparin.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Assigeco Piacenza 65-70

La vendetta perfetta di Jazzmar Ferguson contro la sua ex squadra, ma anche l’ottimo aiuti dei gregari, compreso un Mike Hall al servizio dei compagni: così Piacenza sbanca l’Agsm Forum di Verona, alla prima sconfitta casalinga stagionale e seconda in campionato.

Subito Piacenza avanti a inizio primo quarto: il 5-0 firmato da Gasparin e Santiangeli è affiancato dai tiri pesanti di Hall, Molinaro e ancora Gasparin: 14-3 Assigeco. Dalmonte è costretto a chiamare subito timeout. Verona, pur priva di Hasbrouck, non sta a guardare e confeziona subito un rapido 6-2 grazie a Love. Ma Santiangeli e Ferguson parano il tentativo di reazione e Piacenza doppia gli avversari (20-10). La Tezenis và a segno con Udom e Tomassini, ma l’Assigeco chiude avanti il primo quarto (23-14) con due liberi segnati da Santiangeli.

Nel secondo quarto meglio Verona: Rosselli e Prandin ispirano il 5-0 che riporta la squadra di casa sul -4 (19-23). Santiangeli colpisce, ma la Tezenis colpisce con regolarità dal perimetro: ancora Rosseli e Poletti mettono a segno il -1 (25-26) a metà quarto. Ci pensa però Ferguson: l’ex segna 5 punti di fila, pur se anche Love entra in ritmo accendendo la sfida. Intanto, si accende anche lo scontro tra Hall e Candussi, ma è il canestro del solito Santiangeli a fissare il 35-31 dopo la prima metà.

A inizio terzo quarto, l’impatto di Tomassini e Severini riporta subito la Tezenis a contatto (43-43) a metà terzo periodo. Ma Piacenza alza la pressione e colpisce da tre con Gasparin e Santiangeli e l’aiuto di Ferguson: quattro triple in fila e parziale di 12-1 che porta l’Assigeco a +11 (55-44). Negli ultimi 5′ del quarto, Verona segna un punto dalla lunetta e così la squadra di Ceccarelli chiude il periodo avanti di 10 (55-45).

All’alba del quarto periodo, Ihedioha fissa il +12 piacentino (58-46). La Tezenis aziona Candussi sotto canestro: tre canestri filati del lungo veronese si affiancano al risveglio di Love. Ma ancora Ihedioha e soprattutto Ferguson mantengono Piacenza avanti sul +8 (64-56) a 3′ dalla fine. Verona esprime il massimo sforzo, Rosselli colpisce dal perimetro, ma Ferguson è ispirato, prende in mano l’attacco e neutralizza i tentativi di Poletti e Severini, che fissano il -4 (64-68) a 1′. Qui decisiva è la freddeza dalla lunetta di Hall. Piacenza viola il campo della capolista.

Tabellini:

Verona: Love 15, Tomassini 7, Severini 8, Udom 4, Candussi 12, Rosselli 11, Prandin 3, Poletti 5, Guglielmi.

Piacenza: Gasparin 13, Ferguson 20, Santiangeli 19, Hall 10, Molinaro 3, Ihedioha 5, Rota, Piccoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy