Finale in volata a Ravenna: Marino e Thomas piegano Ferrara

Finale in volata a Ravenna: Marino e Thomas piegano Ferrara

OraSì Ravenna – Feli Pharma Ferrara 72-67

di La Redazione

OraSì Ravenna – Feli Pharma Ferrara 72-67 (21-21, 14-18, 22-13, 15-15)

OraSì Ravenna: Charles Thomas 18 (7/11, 0/0), Giddy Potts 14 (4/8, 1/1), Tommaso Marino 13 (1/1, 3/5), Marco Venuto 9 (1/2, 2/4), Luigi Sergio 8 (1/5, 0/3), Mikk Jurkatamm 7 (2/3, 1/3), Kaspar Treier 3 (0/3, 1/2), Alberto Chiumenti 0 (0/3, 0/0), Fadilou Seck 0 (0/0, 0/0), Matteo Zanetti 0 (0/0, 0/1), Elia Bravi 0 (0/0, 0/0), Simone Farina 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 18 – Rimbalzi: 31 4 + 27 (Giddy Potts 9) – Assist: 11 (Tommaso Marino, Kaspar Treier 3)
Feli Pharma Ferrara: Tommaso Fantoni 19 (6/9, 0/0), Sekou Wiggs 17 (3/6, 2/2), Folarin Campbell 11 (3/5, 0/6), Patrick Baldassarre 10 (4/5, 0/6), Alessandro Panni 7 (2/3, 0/2), Luca Vencato 3 (0/1, 0/1), Michele Ebeling 0 (0/1, 0/2), Alessandro Buffo 0 (0/1, 0/0), Giovanni Ianelli 0 (0/0, 0/0), Carlo Balducci 0 (0/0, 0/0), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0), Eugenio Beretta 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 25 / 32 – Rimbalzi: 31 4 + 27 (Folarin Campbell 8) – Assist: 11 (Luca Vencato 3)

Secondo successo in campionato per l’OraSì Ravenna, una vittoria di carattere, dopo una partita agonisticamente molto accesa, di fronte ad un buonissimo pubblico. Premiata la solidità mentale della squadra di Cancellieri, che pur soffrendo la grande fisicità di una buona Ferrara, riesce ad avere la meglio sul finale, con un paio di giocate di qualità e una difesa molto presente. Tre giocatori in doppia cifra (Potts, Thomas, Marino) e un’aggressività che ben si sposa con le idee di coach Cancellieri.
Una vittoria da dedicare a Cristian, che al palazzetto indossava i panni della mascotte LeoSì, scomparso un anno e mezzo fa ma ancora vivo nel cuore di tutti i tifosi giallorossi e oggi ricordato con una maglia commemorativa e una gara di tiro da tre punti nell’intervallo.

L’OraSì scende in campo con Potts, Thomas, Chiumenti, Marino e Sergio. Ferrara parte avanti con Campbell e i due liberi di Wiggs, pareggiati da Thomas (4-4). Potts firma il sorpasso, ripreso da un 2+1 di Fantoni (7-7). Mikk Jurkatamm fa il suo ingresso in campo al rientro dall’infortunio e immediatamente segna il 13-13, salutato dal boato del De Andrè. Due belle giocate di Venuto (tripla e bella difesa su Wiggs) portano Ravenna al 19-17 di un equilibrato primo quarto che si chiude 21-21.
Il secondo quarto si apre con tre canestri di Thomas (27-21), poi Ferrara restituisce il parziale e mette la freccia con Campbell e Wiggs (27-32), mentre Thomas esce dopo aver commesso il suo terzo fallo. In campo sale l’agonismo e anche un po’ di confusione, Sergio e Venuto riportano sotto l’OraSì (35-36). Wiggs da tre fissa il risultato sul 35-39 all’intervallo.
Cancellieri riparte con lo stesso quintetto di apertura e un parziale di 10-0 siglato da Potts, Thomas, Sergio, tripla di Marino e una difesa aggressiva, riporta avanti l’Orasì (45-39). Un gioco da tre punti di Thomas infiamma il Pala De Andrè che spinge i giallorossi al massimo vantaggio (50-41). Gli animi si scaldano, Cancellieri rimedia un fallo tecnico e il pubblico inneggia al suo condottiero, sul ribaltamento Marino scaglia la tripla del 53-45. Gioco molto spezzettato, Ferrara si rifà sotto dalla lunetta (54-50) poi Venuto da tre allunga, e il terzo quarto si chiude 57-52 per l’OraSì.
Nell’ultimo periodo la situazione falli diventa un problema per Ravenna, che perde Venuto per 5 falli mentre Potts, Thomas, Sergio e Jurkatamm giocano con 4 penalità a carico. Ferrara rosicchia ancora e prima pareggia poi passa sul 60-62. Marino dalla lunetta impatta a 62 quando mancano 5 minuti. La fisicità di Ferrara si fa sentire ma l’OraSì resta aggrappata al match e rimette la freccia con Marino che infila, marcatissimo, una tripla fondamentale (65-62). Ma Ferrara è lì e l’onnipresente Fantoni mette il 65 pari. Marino mette il +2, ora il Pala De Andrè è davvero una bolgia, rimbalzo in difesa di Potts, apertura per Thomas che realizza una perla dalla media per il 69-65.
Nell’ultimo minuto l’OraSì non perde il controllo del match e il 2+1 di Potts fissa il punteggio sul 72-67 per la grande festa del Pala De Andrè.

Spogliatoi
Coach Cancellieri: “Mi aspettavo fosse una partita durissima, la prima in casa è sempre una gara particolare e Ferrara ci ha messo in grande difficoltà. Abbiamo subito molto la loro fisicità, abbiamo lasciato molti spazi in area ma abbiamo difeso forte e nonostante i 67 punti subiti avremmo potuto fare meglio, ad esempio non mi sono piaciuti i 21 punti concessi nel primo quarto. Ma siamo riusciti a trovare forze mentali e carattere per vincere questa partita, non con l’ausilio del sistema ma degli attributi, per uscire da una situazione in cui il rischio di perdere era molto elevato”.

Uff.Stampa Orasì Ravenna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy