Forlì sbanca Ferrara con una prova da ‘big’

Forlì sbanca Ferrara con una prova da ‘big’

Partita di grande maturià dei biancorossi che comandano per oltre tre quarti di gara l’incontro

di Andrea Mainardi

Seconda sconfitta casalinga per la Feli Pharma che, dopo due vittorie consecutive, interrompe la propria striscia contro un’Unieuro dimostratasi molto matura lungo tutto l’arco della partita ed un gradino sopra agli estensi per talento e profondità del roster. Ferrara inoltre paga le peggiori prestazioni stagionali di Panni e Baldassarre unite alle percentuali da tre (5/20) ed ai liberi (18/27) che si confermano il tallone d’Achille per la Feli Pharma. Per Forlì invece grande prova corale con Giachetti a guidare una squadra sorretta dai canestri di talento di Marini e Watson e dal lavoro sotto canestro di Benvenuti ed Oxilia lungo tutti e quaranti i minuti.

PRIMO QUARTO: Ebeling inizia con personalità attaccando i ferro e segnando complessivamente tre punti, rintuzzati poi dalla tripla di Rush e da Watson che alza la parabola in area piccola. Sempre nel pitturato lavorano molto bene anche Baldassarre e Fantoni per la Feli Pharma, con quest’ultimo che mette a referto cinque punti per l’ 8-5 estense al 3′. Nei possessi successivi piccolo parziale biancorosso con Marini e Benvenuti che portano sul +5 l’Unieuro in transizione per una partita che come da pronostico si rivela intensa ed equilibratissima. I coach iniziano a dare fondo alle proprie panchine ed i biancorossi restano avanti di tre lunghezze con i liberi di Marini (11-13 al 7′). Forlì chiude bene l’area e la Feli Pharma da tre sbaglia tanto restando per lunghi minuti a secco di canestri dal campo. Riprende a segnare Wiggs riavvicinando i padroni di casa e Forlì chiude il primo quarto avanti di un possesso, 17-20, col tap in di Oxilia.

SECONDO QUARTO: Ferrara si sblocca da tre con Ebeling ma Forlì ribatte con Rush dall’angolo e Giachetti dalla media. Bene anche Wiggs capace di correre in campo aperto e segnare subendo fallo (24-25 al 13′). Ancora Wiggs segna poi dall’arco e nel mezzo tutta l’esperienza di Giachetti e Bruttini mantiene Forlì incollata a quota 29 al 5′. Dopo il timeout di coach Leka, Giachetti riprende a martellare con sei punti consecutivi ed assieme a Rush manda i suoi sul nuovo +6 e sul +8 poi. Ferrara dal canto suo non riesce a trovare vie facili per il canestro per grande merito della difesa Unieuro capace di negare qualsiasi soluzioni in area agli estensi (32-41 al 18′). La Feli Pharma poi, spreca la possibilità di riavvicinarsi con un 1/4 ai liberi molto sanguinoso andando così all’itervallo sotto 36-46.

TERZO QUARTO: Wiggs da tre ed il libero di Panni, per fallo tecnico a Rush, danno nuova linfa a Ferrara per il nuovo -6. Il controparziale forlivese non si fa attendere con l’Unieuro che si conferma grande squadra andando sul +11 grazie a Marini ed Oxilia. Addirittura Watson allo scadere dei ventiquattro secondi segna ‘di tabella’ dall’arco (42-54 al 24′) trovando un canestro pesantissimo per il morale estense. Wiggs e Fantoni provano a ricucire tornando a lavorare con profitto sotto le plance e finalmente per Ferrara anche Vencato segna dal campo il -6 ridando energia all’Mf Palace (52-58 al 26′). E’ Wiggs l’anima di Ferrara ed altri quattro suoi punti, aggiunti ad altrettante forzature biancorosse rimettono il match inaspettatamente in equilibrio. Ci pensa allora il solito Giachetti dalla media a ridare ossigeno agli ospiti mentre Ferrara sbaglia un paio di triple aperte (61-65 al 29′). Il terzo quarto va poi in archivio sul 61-67 per effetto del tap in di Bruttini e con la Feli Pharma capace di recuperare un minimo di inerzia.

ULTIMO QUARTO: Forlì prova a chiuderla nuovamente con quattro punti di Marini a capitalizzare gli erroracci di Panni ambo i lati del campo (63-73 al 32′). L’Unieuro però non la chiude, giocando un pò sottoritmo e viene punita da Ebeling che con due giocate di furbizia ed energia va al ferro per il nuovo -6. Forlì riordina le idee e torna a macinare canestri con Benvenuti di potenza da rimbalzo offensivo e Watson di talento (68-77 al 35′), dall’altra parte Ferrara continua a non riuscire a mettere Baldassarre in partita. Ancora Watson poi si butta dentro servendo il perfetto taglio di Ndoja che appoggia il +11 che di fatto chiude la partita. I biancorossi amministrano poi negli ultimi minuti vincendo con merito e confermandosi seconda forza del campionato col punteggio di 75-82.

Feli Pharma Ferrara – Unieuro Forlì 75-82 (17-20, 19-26, 25-21, 14-15)
Feli Pharma Ferrara: Sekou Wiggs 19 (4/10, 2/5), Tommaso Fantoni 16 (6/9, 0/0), Folarin Campbell 15 (5/7, 1/2), Michele Ebeling 10 (4/4, 0/3), Luca Vencato 6 (1/4, 1/4), Alessandro Panni 6 (1/2, 1/3), Patrick Baldassarre 3 (0/3, 0/3), Eugenio Beretta 0 (0/0, 0/0), Alessandro Buffo 0 (0/0, 0/0), Carlo Balducci 0 (0/0, 0/0), Matteo Ramazziotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 27 – Rimbalzi: 28 6 + 22 (Tommaso Fantoni 7) – Assist: 19 (Patrick Baldassarre 6).
Unieuro Forlì: Jacopo Giachetti 17 (4/7, 2/3), Pierpaolo Marini 14 (3/5, 1/4), Maurice Watson jr 12 (4/5, 1/2), Erik Rush 10 (2/4, 2/6), Davide Bruttini 8 (3/6, 0/0), Tommaso Oxilia 8 (3/4, 0/0), Klaudio Ndoja 6 (2/6, 0/4), Lorenzo Benvenuti 4 (2/4, 0/1), Danilo Petrovic 3 (0/0, 1/1), Luca Campori 0 (0/0, 0/0), Kaspar Kitsing 0 (0/0, 0/0), Federico Cinti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 37 8 + 29 (Erik Rush, Tommaso Oxilia 8) – Assist: 11 (Maurice Watson jr 4).
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy