Hasbrouck prende fuoco: Verona fugge nel finale e batte Roseto

Hasbrouck prende fuoco: Verona fugge nel finale e batte Roseto

Dopo un tempo di sofferenza, la Tezenis trova la chiave giusta e vince 82-62 contro Roseto.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Sapori Veri Roseto 82-62

Dopo oltre un tempo di sofferenza, Verona trova la chiave giusta e infligge 20 punti di scarto anche a Roseto. Ancora miglior realizzatore Kenny Hasbrouck, che sopperisce alla gara abulica di un Jermaine Love a lungo acciaccato in settimana.

Inizio ad alto tasso d’intensità. Canka e Bayehe colpiscono, Verona risponde con 5 punti filati di Udom per la parità dopo i primi minuti. Entrambe le squadre commettono qualche palla persa di troppo, Roseto sorpassa con la tripla dall’angolo di Canka (10-9). Sono Bayehe e Lattin a propiziare il +5 rosetano (15-10) dopo 8′. Ma la Tezenis, che ha un Love poco brillante(acciaccato), reagisce grazie all’impatto dalla panchina di Rosselli: ne nasce un 7-0 che manda la squadra di casa al primo riposo in vantaggio 17-15.

Giordano regala subito alla Sapori Veri la parità, subito imitato da Bayehe per il sorpasso (19-17). Verona fatica, prende un paio di falli d’esperienza con Poletti e Love, ma Roseto continua a giocare senza timore e con grande ardore: il gioco da tre punti di Giordano conferma il vantaggio (27-26) e quando Rupil segna 5 punti filati gli ospiti filano fila via a +5 (32-27). Dopo il timeout, Verona è carica: Poletti, Rosselli e Hasbrouck costruiscono il break di 8-0 per il contro sorpasso (35-32). Ma la coppia Menalo-Bayehe non si fa intimorire: parità (37-37) dopo 20′.

A inizio secondo tempo, è Nikolic a svegliarsi e mantiene avanati i suoi. Hasbrouck con la tripla prova a scuotere il pubblico di casa, ma la schiacciata di Menalo e l’appoggio di Lattin spingono Roseto a +6 (50-44) dopo 6’. Verona risale subito armando la mano di Candussi e Hasbrouck, alzando il livello in difesa e  dando la propria impronta sulla gara: contro 13-2 e +5 Tezenis (57-52), che sale a +7 (61-54) a fine terzo quarto grazie a Udom.

All’inizio del quarto periodo, Verona scappa. Candussi e Udom colpiscono e fanno salire la Tezenis a +12 (66-54). Un paio di giochi ben eseguiti liberano Hasbrouck al tiro pesante: Verona vola a +16 (72-56) a 5’ dalla fine. L’americano ex Fortitudo si ripete poco più tard ancora da tre, Udom lo assiste, Severini partecipa: +23 (80-57) a 3′ e parziale totale di 36-8. Per Roseto cala il sipario.

Tabellino:

Verona: Love 2, Hasbrouck 24, Severini 5, Udom 17, Candussi 11, Tomassini, Rosselli 9, Poletti 10, Prandin 4, Morgillo 2, Guglielmi.

Roseto: Nikolic 3, Canka 9, Menalo 7, Bayehe 9, Lattin 10, Mouaha 1, Rupil 8, Giordano 10, Ciribeni 2, Mabor 2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy