Imola sprecona, Piacenza ne approfitta

Imola sprecona, Piacenza ne approfitta

Quarta sconfitta per l’Andrea Costa, che era avanti a 25 secondi dalla fine, poi subisce il sorpasso da Ferguson e non riesce a rispondere. Esordio col botto per Mike Hall, autore di 17 punti e 7 rimbalzi; tra i romagnoli, un super Bowers, 34 di valutazione, non basta per la prima vittoria

di Alberto Dalmonte

Le due squadre si ritrovano al Ruggi, 40 giorni dopo l’esordio in Supercoppa, che vide il successo dell’Andrea Costa, brava a sfruttare l’indisponibilità di Ihedioha. Stavolta è Ogide a marcare visita, ma l’Assigeco è corsa ai ripari in extremis, ‘gettonando’ l’esperto Mike Hall.
Quintetti base: Ferguson, Gasparin, Santiangeli, Molinaro, Ihedioha; Valentini, Bowers, Baldasso, Masciadri, Morse.
Partenza col turbo de Le Naturelle, che attacca ‘facile’ l’area e trova 4 canestri in fila, con Masciadri (2), Morse e Bowers. Subito time out per Ceccarelli.
Entra Hall, e toglie la prima castagna dal fuoco con una bomba, poi guida la rimonta ospite fino al sorpasso firmato Gasparin, 10-11. Arriva allora il time out di casa, ma Piacenza trova la via del canestro pesante con Ferguson, +5. Adesso è Imola a rincorrere, e arriva il -1 con Valentini, 18-19, poi la parità con Morse, 21-21. Santiangeli segna un libero, ma Baldasso è bravo a beffare Hall, realizzare, subire fallo e dare il +2 col libero: 24-22. La stoppatona di Morse sull’ultimo attacco di Ferguson è il sigillo sulla ritrovata compattezza dei romagnoli sul finire di quarto.

Secondo quarto. Taflaj si erge a protagonista, con 8 punti consecutivi, prove di fuga sul +5, 32-27, ma l’UCC rientra con Hall e Ihedioha. Prosegue l’equilibrio con minimi vantaggi, bello il botta e risposta Ferguson-Valentini dai rispettivi angoli pesanti, poi arrivano punti solo dalla lunetta, con Piacenza che ribalta il parziale, aggiudicandoselo 23-27: 47-49. Sostanziale parità nei rimbalzi e nei falli, ma i biancorossoblu tirano ben 18 liberi, contro gli 11 dei romagnoli, e tirano meglio da 3, col 46%.

Terzo quarto. Difesa più accorta dell’Andrea Costa, che poi si riporta avanti con la tripla di Masciadri. Con la stessa moneta, Santiangeli ridà il vantaggio ai suoi, 52-54, poi Molinaro stoppa Morse, e sul ribaltamento Ferguson allunga coi due liberi, 52-56. E’ ancora Bowers a ricucire, ma Molinaro trova il buco nella difesa. Accorcia Masciadri con la schiacciata, 56-58, poi pareggia col lay up centrale, poi cattura il rimbalzo difensivo: buon momento. Morse si fa sentire nell’area ospite, e va per il vantaggio, 60-58, che Taflaj sigilla subito dopo, 62-58. Coglie l’attimo coach Ceccarelli e richiama i suoi. Imola non trova il canestro per troppi minuti, e l’Assigeco ne approfitta per colmare il gap e risorpassare, con Piccoli, con tripla e liberi del +3. Gli ospiti hanno parecchi falli da spendere – 1 solo fichiato in 9 minuti e mezzo – e li usano per fermare l’ultima azione de Le Naturelle, che però riesce con Bowers a segnare da 2, 64-65. Il 2/10 da 3 sporca notevolmente il rendimento degli ospiti.

Quarto quarto. Poca lucidità nelle prime battute, così sono i rispettivi fuoriclasse Hall e Bowers a mettersi in proprio, 69-69, quando mancano 7′. Ingrosso si mangia un rigore, mentre Piccoli lo segna, e allora rientra Morse. Ferguson beffa Valentini, segnando con fallo, e adesso gli emiliani sono a +5, 69-74. Ci vuole un avvitamento di Morse per trovare i due punti, poi Santiangeli viene beccato in flopping, e Baldasso segna il libero conseguente al tecnico. Ancora un libero a segno, per Valentini, 73-74, al 35′. Gasparin rimette 3 punti per i suoi, ma è uno scatenato Bowers a rimettere le cose in pari, 78, con la tripla dalla punta che infiamma il Ruggi. Molinaro è bravo, ma Bowers è inarrestabile, ancora lui per l’80 pari. Valentini spende il suo ultimo fallo per fermare Santiangeli in contropiede: un solo libero a segno, così il lay up in aggiramento di Bowers, ridà un punto avanti per Imola. Ancora sorpassa Piacenza con Ihedioha, poi Imola si mangia un contropiede 2vs1 ma gli ospiti non ne approfittano, e Morse va in lunetta per il fallo subito a rimbalzo. Siamo già nell’ultimo minuto: 1 solo libero, pari 83. Ferguson trova il fallo di Masciadri sulla penetrazione, ed è glaciale dalla lunetta: 83-85. Di Paolantonio chiama time out quando mancano 32”, Imola trova un Fultz chirurgico in entrata, e pareggia. Time out ospite, -26.5”. Ferguson gestisce fino allo scadere dei 24”, e brucia la difesa con una delle sue entrate, 85-87. Ultimo time out dei biancorossi, -2.1”. Rimessa, preghiera di Fultz, tap in di Bowers, ma la sirena suona un attimo prima, e per Imola arriva la quarta sconfitta.

Le Naturelle Imola Basket – UCC Assigeco Piacenza 85-87 (24-22, 23-27, 17-16, 21-22)
Le Naturelle Imola Basket: Timothy jermaine Bowers 24 (8/11, 1/2), Anthony Morse 21 (8/17, 0/0), Stefano Masciadri 14 (4/4, 2/4), Celis Taflaj 12 (3/5, 2/3), Luca Valentini 6 (0/0, 1/2), Lorenzo Baldasso 4 (1/3, 0/2), Robert Fultz 2 (1/3, 0/2), Tommaso Ingrosso 2 (1/3, 0/1), Nikola Ivanaj 0 (0/0, 0/0), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Alessandro Alberti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 29 9 + 20 (Timothy jermaine Bowers 8) – Assist: 12 (Timothy jermaine Bowers, Robert Fultz 5)
UCC Assigeco Piacenza: Jazzmarr Ferguson 18 (2/10, 3/9), Mike Hall 17 (3/5, 3/10), Marco Santiangeli 15 (4/5, 1/4), Matteo Piccoli 10 (2/2, 1/1), Giovanni Gasparin 9 (3/3, 0/2), Francesco ikechukwu Ihedioha 7 (2/4, 0/0), Lorenzo Molinaro 6 (3/5, 0/0), Lorenzo Turini 4 (1/1, 0/0), Eugenio Rota 1 (0/0, 0/0), Fabio Montanari 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 23 / 29 – Rimbalzi: 24 9 + 15 (Mike Hall 7) – Assist: 13 (Marco Santiangeli, Giovanni Gasparin 3)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy