La Gsa Udine è una “tigre”, Ravenna finisce al tappeto

La Gsa Udine è una “tigre”, Ravenna finisce al tappeto

I bianconeri riscattano le due sconfitte degli ultimi sette giorni fa con una gara praticamente perfetta. Mvp dell’incontro Simpson con 26 punti

di Barbara Castellini

Serviva una vittoria convincente alla Gsa Udine per cancellare le ombre di un avvio di stagione molto complicato. E la vittoria è arrivata questa sera a PalaCarnera contro OraSì Ravenna, al termine di una gara giocata ad altissima intensità offensiva dagli uomini di coach Demis Cavina. Praticamente avanti per l’intero match, l’Apu è riuscita a fare la sua gara in un periodo, il terzo per l’esattezza, nel quale ha messo a segno la bellezza di 35 punti grazie alle bombe di Trevis Simpson (Mvp dell’incontro con 26 punti) e Riccardo Cortese. La differenza l’hanno fatta proprio i tiri da tre: 52 per cento quelli realizzati dai friulani, contro il 13 per cento dei romagnoli. Con il successo odierno la Gsa Udine ha agganciato Ravenna a 4 punti, finendo dunque in piena zona play-off, dopo essere stata ultima nel girone Est nei tre giorni seguenti ai ko con Montegranaro e Fortitudo (unica compagine a punteggio pieno). La classifica è veramente cortissima, ogni match sembra già uno scontro diretto.

Cavina ripropone il quintetto formato da Penna, Simpson, Cortese, Powell, Pellegrino, mentre coach MazzonGsa Udine Ravenna palla a due manda in campo: Rubbini, Smith, Hairston, Cardillo, Masciadri. Il primo canestro porta la firma di Hairston, a segno dopo un minuto e 13 secondi di gioco (0-2), ma Simpson riporta subito la situazione in parità (2-2) senza sfruttare però il tiro libero per fallo di Masciadri. Due minuti più tardi la Gsa Udine passa per la prima volta in vantaggio: Penna ruba palla nella metà campo giallorossa, Cortese finta il tiro e serve Powell che non sbaglia (4-2). L’ex Treviso realizza anche il libero (5-2) per fallo di Rubbini (il terzo in un minuto e per questo sostituito da Montano). A metà periodo le squadre viaggiano appaiate (5-5), ma nella seconda metà i bianconeri trovano fiducia e punti: a un minuto e 7 secondi dalla prima sirena Simpson mette a segno il 7 (18-11), che verrà difeso fino al termine della frazione (20-13). In avvio di secondo periodo l’Apu allunga ulteriormente grazie ai due liberi trasformati da Cortese (22-13) per fallo di Laganà. I padroni di casa mantengono le distanze dei romagnoli, ai quali viene fischiato un fallo tecnico alla panchina dopo 2 minuti e 30 secondi. In lunetta si presenta Pinton che non sbaglia (27-19). Un minuto dopo si registra la prima tripla dell’incontro, grazie a un’invenzione di Powell (30-21). Mentre a 4 minuti dall’intervallo lungo è Cortese a trascinare i suoi con due triple in sequenza per il +12 (38-26), a cui fa seguito il +14 realizzato da Powell (40-26). Nel finale Pellegrino “sveglia” il pubblico con una doppia stoppata su Hairston, che segnerà subito dopo gli ultimi due punti della frazione (40-31). Nel terzo periodo la Gsa Udine dilaga: in due minuti scarsi Cortese e Simpson mettono a segno sei triple, di cui cinque portano la firma dell’americano per il +27 che chiude virtualmente la gara (58-31). Tramortita dal magic moment dei padroni di casa, Ravenna prova a reagire, ma l’esito dell’incontro sembra essere scontato. I friulani sono padroni del campo e continuano a macinare punti arrivando a sfiorare il +31 con Pellegrino (65-34) a 3 minuti e 15 secondi dalla terza sirena. E in un momento così positivo, non mancare la firma del capitano Pinton che negli ultimi 59 secondi mette a segno altre due triple, di cui la seconda proprio sulla sirena dalla grande distanza (75-46). Acquisito un così largo vantaggio, la Gsa Udine si limita ad amministrare nell’ultimo periodo, facendo divertire il nutrito pubblico, grazie alle magie di Simpson. Finisce 98-59.

 

GSA UDINE – ORASÌ RAVENNA 98-59

(20-13, 40-31, 75-46)

GSA UDINE: Mortellaro 13 punti, Visentini ne, Pinton 7, Genovese, Cortese 16, Simpson 26, Penna 4, Nikolic, Pellegrino 8, Powell 17, Spanghero 7. All. Demis Cavina.

ORASÌ RAVENNA: Tartamella ne, Hairston 14 punti, Smith 21, Montano 3, Jurkatamm 2, Cardillo, Baldassi ne, Masciadri 5, Rubbini 3, Seck, Gandini, Laganà 11. All. Andrea Mazzon.

Uscito per cinque falli: Rubbini.

Spettatori: 3.212.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy