L’Andrea Costa Imola ha ragione dell’Allianz S.Severo e ribalta anche la differenza punti

L’Andrea Costa Imola ha ragione dell’Allianz S.Severo e ribalta anche la differenza punti

Dopo l’ottimo inizio, Le Naturelle si blocca a metà del secondo quarto, poi si scuote e nel finale gestisce con autorità i tentativi ospiti. Quattro in doppia cifra, Morse doppia doppia. San Severo domina i rimbalzi ma spreca con pessima mira

di Alberto Dalmonte

L’Andrea Costa Imola, che si ritrova in zona playoff grazie anche all’ottimo 4-1 nelle ultime partite, ritrova Ingrosso, dopo l’infortunio e l’operazione al ginocchio sinistro, e schiera Fultz, Bowers, Baldasso, Masciadri, Morse. San Severo, reduce da un pericoloso 1-4, si schiera con Saccaggi, Spanghero, Demps, Maspero, Mortellaro.
Primo quarto. Palla a due, e Masciadri è lestissimo a fiondarsi a canestro, per i primi 2 punti, suggellati dall’immediato lancio dei peluche sul parquet. Si riprende, e S.Severo non trova per 3 occasioni consecutive il tiro pesante, mentre Imola arriva altre 2 volte a segno, 6-0. Mortellaro, dopo 2′, sblocca i suoi, per poi ripetersi dopo 1′, 6-4. Fultz e Spanghero si pareggiano da 2, poi è Baldasso a piazzare la tripla dell’ 11-6. Dopo il libero di Morse, arriva la bomba di Demps, 12-9, ma Baldasso raccoglie la sfida e si ripete, 15-9. Dopo il canestro di Maspero, c’è la frittata di Morse, che ‘lancia’ Spanghero per il contropiede, che frutta 3 punti per il fallo di Fultz: 15-14. Il lungo Usa di Imola si fa perdonare con 4 punti a stretto giro, intervallati da Mortellaro, 19-16, a -2′. Ora Le Naturelle è in campo con Valentini, Taflaj e Calvi, e Ingrosso, dopo la lunga sosta forzata. Bowers realizza dalla lunetta, così come Spanghero, 21-20, ma è ancora il ‘professore’ a insegnare ‘arresto e tiro’, e stoppare Italiano, lanciando il contropiede di Valentini che sigilla il finale del quarto: 25-20.

Secondo quarto. La stoppata di Taflaj ad Italiano è il primo atto significativo della frazione, e il ribaltamento di fronte è ben gestito da Bowers che lancia Calvi a segno: 27-20. La guardia Usa va a riposarsi, tra gli applausi, e si vede Ivanaj. Tre punti infilati di Valentini danno il +10 a Imola, e inducono coach Cagnazzo al time out: dopo 3’15” i suoi non hanno ancora segnato. Digiuno che si interrompe dopo un altro minuto, con Mortellaro, ma Morse replica subito, 32-22 a metà quarto. Baldasso riscuote gli applausi per un canestro in entrata con finta, poi arriva la bomba – la terza – con fallo, ma il libero, che beffa, non entra; sarebbero stati 6 punti consecutivi tutti suoi. Il +13 viene limato da Mortellaro e da Spanghero, 5 punti in due, e arriva il time out di coach Di Paolantonio: 37-29 a -3’16”. La persa del ‘duo expert’ Bowers-Fultz non produce danni, mentre fallisce 2 tentativi consecutivi Masciadri dall’arco e un altro Fultz, contro la zona ospite. Altro errore, in area, di Masciadri, poi arriva il terzo fallo di Baldasso, e i 2 liberi di Demps fissano il parziale di 0-9 dei gialloneri, che si riportano a 2 possessi quando mancano 30”: Le Naturelle non segna da quasi 4 minuti, ed ha improvvisamente perso il bandolo della matassa, che aveva in pugno. Dopo il time out, Imola subisce un altro canestro da sotto di Mortellaro, e a-7” il coach imolese usa l’ultimo time out per organizzare l’ultima azione, che però si spegne tra le mani di Valentini, e all’intervallo i locali arrivano con soli 2 punti di vantaggio: 37-35. Al 16′ Imola vinceva 37-24, poi s’è bloccata, soprattutto quando San Severo ha alzato l’intensità difensiva nei contatti e usato la zona, che ha trovato impreparati gli attaccanti biancorossi. I 18 rimbalzi concessi nel secondo quarto hanno poi consentito ben 10 occasioni in più agli ospiti (23-13), che devono solo alla loro imprecisione (12 punti) il mancato aggancio.

Terzo quarto. Gira bene la palla Imola, che scarica su un Taflaj chirurgico da 3. Gli risponde Maspero, prima con la tripla, poi dal gomito, parità 40. Fultz segna la sua prima tripla, Taflaj la seconda, 46-40, ma è Maspero a continuare a pungere, 46-42. Spanghero conclude l’ennesima azione con seconda e terza opportunità d’attacco, Morse e Demps segnano da 2, 48-46, rientra Ingrosso per un Masciadri oggi poco efficace. Un solo libero per Bowers, nessuno per Mortellaro, ma ancora rimbalzi esclusiva di San Severo. Davvero una brutta frazione, con errori e contatti sporchi, ma gli ospiti riescono a trovare un paio di canestri che li portano in vantaggio, 49-50. Time out, ma la palla non vuol saperne di entrare, fino a quando Bowers non si lancia a canestro, trovando i 2 punti e il fallo, ma non il libero: 51-50. Ancora Bowers, grazie ad un blocco finalmente ben portato dal rientrante Masciadri, Masciadri che poi è preciso in lunetta dopo il fallo di Italiano: 55-50, a -1′. La sosta in panca ha decisamente fatto bene al 14 di casa, che infila ancora, e il 30esimo arriva sul 57-52.

Quarto quarto. E proprio Masciadri riparte dall’arco, ma vale solo 2, e anche a rimbalzo si fa sentire. La difesa sembra finalmente più intensa, San Severo non segna da 3′, e quando Masciadri, ancora lui, subisce un fallo che lo porterà in lunetta, arriva il time out ospite. Lo 0/2 fa male, ma arrivano 2 punti da Valentini. Si sblocca, dopo quasi 4′, l’Allianz, da 3 con Saccaggi, mentre prosegue l’incerto percorso dalla lunetta per i biancorossi, che segnano l’ottavo libero su 15 tentati: 62-57. Antelli segna da 2 , Baldasso idem, Di Donato risolve un attacco ospite con la bomba, 64-60, ma poi, arriva, imperiosa, la schiacciata di Morse, 66-60. La dormita difensiva di Imola, concede 2 punti facili a Mortellaro, e per gli ultimi 3 minuti Di Paolantonio ripropone Bowers. Morse ne segna altri 2, dalla lunetta, Di Donato trova la seconda tripla, di tabella, 68-65, -2′. San Severo difende bene, fino al 24”, ma Baldasso rilascia una palombella che trova il fondo della retina, 70-65. Si cerca Di Donato, ma stavolta il ferro lo beffa, Imola varca la soglia dell’ultimo minuto, con pazienza fa scorrere i secondi, poi arriva il tocco del ‘prof’ Bowers, che si prende il tiro e lo segna, 72-65, time out di Cagnazzo. Imola ha 3 falli da spendere, ne usa uno, e fa bene perchè sulla rimessa i gialloneri perdono palla, e sull’attacco Bowers va in lunetta, stavolta con successo, 74-65. Poi ruba palla in difesa, sembra essere dapperetutto, fino a quando Morse gli ruba la scena con una schiacciata che sembra portarsi dietro tutto il pala Ruggi: 76-65, game over, ultimo time out ospite, a -14”, Mortellaro appoggia l’ultimo canestro, amzi no, arriva anche il sigillo del professore, e finisce 78-67, con 4 biancorossi in doppia cifra, e Morse doppia doppia.

Le Naturelle Imola Basket – Allianz Pazienza Cestistica San Severo 78-67 (25-20, 12-15, 20-17, 21-15)
Le Naturelle Imola Basket: Anthony Morse 17 (7/11, 0/0), Timothy jermaine Bowers 16 (5/9, 0/2), Lorenzo Baldasso 15 (3/5, 3/6), Stefano Masciadri 10 (4/8, 0/2), Luca Valentini 7 (3/5, 0/0), Celis Taflaj 6 (0/2, 2/3), Robert Fultz 5 (1/1, 1/4), Giorgio Calvi 2 (1/1, 0/0), Tommaso Ingrosso 0 (0/0, 0/0), Nikola Ivanaj 0 (0/0, 0/0), Alessandro Alberti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 20 – Rimbalzi: 32 4 + 28 (Anthony Morse 11) – Assist: 14 (Robert Fultz 7)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Chris Mortellaro 18 (9/10, 0/0), Giacomo Maspero 15 (6/7, 1/4), Marco Spanghero 14 (3/6, 1/5), Delano jerome Demps iii 9 (2/7, 1/7), Emidio Di donato 6 (0/2, 2/7), Andrea Saccaggi 3 (0/1, 1/5), Michele Antelli 2 (1/1, 0/3), Nazzareno Italiano 0 (0/2, 0/2), Alberto Conti 0 (0/1, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 40 12 + 28 (Emidio Di donato 11) – Assist: 15 (Delano jerome Demps iii 6)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy