Caserta scappa ma subisce la rimonta: Imola esulta

Caserta scappa ma subisce la rimonta: Imola esulta

L’Andrea Costa parte malissimo, viene doppiata da Caserta sul 20-40 a metà secondo quarto, poi costruisce pazientemente una partita di difesa tosta e attacchi ragionati, e trova il sorpasso alla fine. Due punti di grande importanza su una diretta concorrente

di Alberto Dalmonte

Caserta, che segue Imola in classifica di due lunghezze e ha lo scontro precedente a sfavore, si presenta con le assenze di Allen e Turel, un ex di peso, oltre a Hassan, appaludito dal pubblico del Ruggi, e Paci. Oltre, naturalmente, a coach Gentile.
Quintetti base: Giuri, Mastroianni, Hassan, Carlson, Cusin contro Fultz, Bowers, Baldasso, Masciadri, Morse.
Primo quarto. Bowers, appoggia i primi 2 punti, grazie alla rubata sul giovane Mastroianni; Carlson pareggia subito, poi inizia la fiera degli errori, che lascia lo score a secco per un paio di minuti, fino al canestro in step back di Cusin. Risponde Fultz in penetrazione, fermata fallosamente, e arriva un punto su libero. Sul 3-4, arriva la bomba centrale di Giuri, che dà il +4 esterno, ma ancora Fultz dalla lunetta accorcia, 5-7. Giuri cambia mattonella, ma il risultato è un’altra tripla, e poi un’altra ancora, dopo 4’20”: Caserta è in fuga e coach Di Paolantonio richiama i suoi sul 5-13: la difesa fin qui non ha brillato. Un appoggio di Morse dà il 7-13, ma ancora 3 punti arrivano col canestro + fallo di Hassan, bissato poco dopo dalla fuga di Carlson: 7-18. I tiratori di Imola non riescono a far male, mentre Giuri ottiene, col secondo fallo di Baldasso, addirittura 4 punti: 7-22 dopo 6 minuti e mezzo. Piove sul bagnato, arriva un tecnico al coach imolese, e Giuri può aggiornare il suo bottino, 14 punti, il doppio dei punti della squadra di casa. La marcatura dei bianconeri è asfissiante, quella dei biancorossi no, altri 2 punti, del neo entrato Paci, 7-25. Quando Bowers trova il buco e segna il 9-25, Gentile richiama i suoi. Paci allunga a 27, le fischiate della terna sono indigeste al pubblico di casa, e negli ultimi 2 minuti arriva qualche compensazione, che favorisce il rientro di Imola a 11. Valentini conduce un coast to coast, Taflaj ruba palla in difesa per l’assist a Morse, e arrivano 4 punti, per il -12: 15-27. Così finisce la frazione, che ha visto l’Andrea Costa debole e approssimativa per oltre 7 minuti, per poi svegliarsi con un 8-4 nel finale.

Secondo quarto. Paci segna subito, Valentini replica dalla lunetta. Ancora tante triple sbagliate da Imola, poi Di Paolantonio, oltre ai due play Fultz e Valentini, propone il quintetto ‘small ball’ con Bowers per Ingrosso, ma arriva la tripla dell’ex Hassan, 17-32. Cusin stoppa Morse col fallo, e l’americano fallisce l’opportunità dalla lunetta, mentre Carlson ne segna uno, e Caserta ha quasi doppiato Le Naturelle. Arriva finalmente la bomba di casa, con Masciadri, annullata però subito dalla quinta di Giuri, 20-36. Ancora Giuri sui distratti difensori imolesi, poi Carlson va a siglare il doppiaggio: 20-40, e Di Paolantonio, sconsolato prova a ricompattare le fila a metà quarto. Morse attacca spalle a canestro, ottiene il 2+1: 23-40. Risponde Paci, poi finalmente un’altra bomba a segno, stavolta con Fultz, 26-42. Dopo la persa di Paci, Imola ritrova un po’ di fiducia e arriva ancora la bomba di Fultz: 29-42. Sul parziale di 9-2, Gentile chiama time out. Lo accontenta Bianchi, col bel layup, 29-44, mentre Imola raccoglie solo 1 punto con Bowers. Che subito dopo si riscatta tentando il layup, corretto poi da Morse, 32-44. Carlson trova 2 punti facili, meno facile la bomba di Bowers allo scadere dei 24”, 35-46. Ancora a segno l’Usa bianco dello Sporting Club, e, sulla sirena, arriva la tripla di Valentini (Luca), per il 38-48 del 20°. L’Andrea Costa dimezza i 20 punti di svantaggio, grazie ad una mira ritrovata – 5/8 da 3, 7/15 da 2 – ma continua a soffrire a rimbalzo – 16 contro 26 – che consente a Caserta di avere 16 punti dai secondi tiri.

Terzo quarto. Si riparte con Morse fermato fallosamente sotto canestro, e stavolta arriva il 2/2, Imola è sotto di ‘solo’ 8 punti, ma risponde Bianchi. Morse non riesce a ricevere l’alleyhoop di Fultz, ma subito dopo va a stoppare clamorosamente Cusin, per l’esultanza del Ruggi. Carlson mette due liberi, poi Imola pasticcia in attacco, e perde palla, favorendo la bomba di Hassan: 40-55. Morse torna in lunetta, 2/2, poi arriva una rubata ai danni di Cusin, e sul ribaltamento, c’è la bomba di Masciadri, 45-55. Ancora una persa, su ennesimo errore di Valentini (Andrea), e Imola va a segnare con Morse, 47-55. Valentini Luca va in lunetta e realizza 1 libero, Imola è a -7 e ora, siamo a metà quarto, la rimonta sembra possibile. Hassan e Fultz segnano per il 50-57, Bowers con un libero dà il -6, Gentile, a rischio ‘tecnico’, chiama il minuto. La Juve rientra a zona, ma Morse colpisce per il 53-57, Giuri prima sbaglia 2 liberi, poi segna su azione, ma gli risponde Bowers, 55-59. Sul momento peggiore per Caserta, arriva la bomba di Bianchi. Bowers non si scompone e piazza la sua, 58-62. Un fallo ‘di confusione’ punisce Baldasso col 4° fallo, che dà un punto a Giuri, 58-63 a 1′ dalla sirena. Pessimo rientro in campo per Ingrosso, che spara un airball sul quale Bowers, tentando di intercettarne la parabola discendente, rischia pure di farsi male. Di Paolantonio chiama time out per organizzare l’ultima azione, che, fortunosamente, si conclude coi due punti di Valentini: 60-63. Partita ripresa, col terzo quarto vinto 22-15, un po’ più di difesa, un po’ di stanchezza tra gli ospiti, a rotazioni ridotte, adesso c’è vita tra le file biancorosse.

Quarto quarto. Cusin segna dalla sua mattonella, Fultz beffa tutta la difesa con l’entrata, poi ancora Cusin stavolta con la schiacciata in solitaria e subito dopo con la stoppata su Fultz. Ingrosso trova il -3, Imola prova a giocare senza fretta, e arriva un’altra rubata in difesa, che poi lancia Taflaj per la bomba: pari 67, l’inseguimento durato tutta la partita ha avuto successo a metà ultimo quarto! Time out di Nando Gentile. Giuri e Hassan non trovano più i tiri pesanti, ma neanche Taflaj per la verità: da 2′ il risultato non si sblocca. Ci vuole un viaggio in lunetta di Giuri, 2/2, e la risposta di Baldasso, per entrare negli ultimi 3′ sul pari 69. Con pazienza, Imola tesse la rimessa e arriva il canestro di Bowers, che ridà il vantaggio ai suoi, come al primo minuto di giuoco. Pareggia Bianchi dalla lunetta, ma ancora Bowers, a 90”, segna per il 73-71. Non riesce la risposta a Carlson, Le Naturelle entra nell’ultimo minuto in attacco. Tutti i palloni passano dal prof Bowers, che però stavolta la perde e sul ribaltamento va a fare fallo su Paci: 2 tiri liberi, uno solo a segno, ultimi 25”: fallo di Paci, il 5°, su Valentini, poi ancora di Bianchi, visto che la Juve esaurisce il bonus, e stavolta arrivano 2 liberi per Baldasso, fin qui poco produttivo: 2/2, Imola +3 a 10”. Adesso è Imola a interrompere l’azione ospite col fallo immediati: liberi per Giuri: li segna, 75-74, time out Imola. Rimessa, fallo subito su Baldasso, che cicca il primo libero, poi segna il secondo: 76-74. Con 3” da giocare, e solo 2 punti di vantaggio, Giuri corre verso la linea dell’arco, nessuno riesce a intercettarlo, si alza in sospensione, tira per la vittoria: ferro, la palla si impenna, poi scende verso le manone protese di Morse, che la fa sua, mentre la sirena suona la nota finale che manda in visibilio il pubblico di casa.

Le Naturelle Imola Basket – Sporting Club Juvecaserta 76-74 (15-27, 23-21, 22-15, 16-11)
Le Naturelle Imola Basket: Timothy jermaine Bowers 18 (5/7, 2/4), Anthony Morse 17 (6/11, 0/0), Robert Fultz 13 (2/5, 2/5), Luca Valentini 12 (3/7, 1/1), Stefano Masciadri 6 (0/4, 2/2), Lorenzo Baldasso 5 (1/1, 0/3), Celis Taflaj 3 (0/0, 1/5), Tommaso Ingrosso 2 (1/1, 0/2), Nikola Ivanaj 0 (0/0, 0/0), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0), Alessandro Alberti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 24 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Anthony Morse, Robert Fultz, Luca Valentini 7) – Assist: 16 (Robert Fultz 5)
Sporting Club Juvecaserta: Marco Giuri 26 (2/5, 5/10), Michael Carlson 13 (5/12, 0/3), Norman Hassan 11 (2/4, 2/9), Tommaso Bianchi 9 (2/4, 1/2), Paolo Paci 9 (4/6, 0/0), Marco Cusin 6 (3/9, 0/0), Davide Mastroianni 0 (0/0, 0/0), Andrea Valentini 0 (0/2, 0/1), Bruno Del vaglio 0 (0/0, 0/0), Mirco Turel 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 36 11 + 25 (Marco Giuri, Michael Carlson 10) – Assist: 12 (Michael Carlson 4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy