Love e gioco di squadra: Verona inizia col piede giusto

Love e gioco di squadra: Verona inizia col piede giusto

La Tezenis batte nettamente una Caserta poco brillante all’Agsm Forum. Grande prestazione di Jermaine Love tra i locali, con 21 punti, 6 rimbalzi e 6 assist.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Sporting Club Caserta 85-64

Verona inizia con il piede giusto l’avventura in campionato, sconfiggendo una Caserta incompleta e poco brillante all’Agsm Forum. Spicca la grande prestazione di Jermaine Love, quasi perfetto al tiro (9/10) e in grado di aggiungere ai 21 punti finali anche 6 rimbalzi e 6 assist.

E dire che la gara inizia con un primo quarto molto equilibrato, che viene inaugurato dalla mini-fuga di Verona trascinata dalle triple di Candussi e Love (11-4). Caserta, che aveva segnato l’inizio della sfida con la schiacciata di Cusin, arma la mano di Turel e prima ricuce nel punteggio e poi sorpassa sul 16-13. La squadra di Nando Gentile sfrutta un buon atteggiamento difensivo e inaridisce le bocche da fuoco veronesi. Rosselli entra dalla panchina, non ha impatto in finalizzazione ma contribuisce ad ammorbidire l’attacco scaligero per i canestri pesanti di Love e Poletti che ridestano la Tezenis (19-16). Prima che Cusin e Hassan trovino i canestri che portano la Sporting Club a +1 (20-19) dopo 10′.

Canestro e fallo di Rosselli all’alba del secondo periodo: così la Tezenis inizia un break di 5-0 che la fa andare avanti (24-20). I primi segni d’impatto di Giuri, in coppia con Allen, propiziano il ribaltone con un contro 7-2 (27-26), ma Verona trova finalmente equilibri difensivi invidiabili. Ancora Rosselli punge dall’arco, Severini e Love lo assistono. La solita coppia Giuri-Allen permette a Caserta di restare attaccata al match, ma la Tezenis trova qualità offensiva continuativa: la tripla di Severini e il canestro nel finale di Love regalano ai padroni di casa il +8 (44-36) a metà partita.

Il terzo quarto è fatale per la partita: Giuri lo apre con un canestro, ma poi Caserta resta 7′ senza segnare. Verona pompa palla sotto canestro a Udom, continua a beneficiare della continuità dall’arco di Severini, il tutto orchestrato da un Love assai ispirato. Il parziale si estende, Caserta commette errori in serie: così i canestri di Udom e Love portando la Tezenis addirittura prima a +20 (60-40), poi a +24 (67-43) grazie all’ennesima puntura di Severini. Caserta prova a fermare l’emorragia con Bianchi e Paci, diretti da Giuri: il parziale campano di 9-2 nel rush finale del terzo periodo porta al 69-52 scaligero dei primi 30′.

Ma la gara è già compromessa. Anche perché Poletti inizia il quarto finale con una tripla che riporta gli avversari alla dura realtà. Giuri prova a rispondere, ma quando la Tezenis rifornisce anche Candussi, con l’aiuto di Rosselli e ancora di capitan Poletti, per Caserta è di nuovo buio totale: 81-58 a 4′ dal termine. A partita ormai incanalata, Verona fruga dalla panchina l’energia di Prandin e la freschezza dei giovani Guglielmi e Cacciatori. Il finale è tutto di Candussi, che aumenta il suo score positivo e fa esplodere la prima festa nel palazzetto di casa.

Tabellini:

Verona: Love 21, Hasbrouck 5, Severini 11, Udom 13, Candussi 14, Prandin, Rosselli 9, Poletti 12, Guglielmi, Cacciatori.

Caserta: Giuri  16, Valentini 2, Allen 15, Turel 13, Cusin 13, Bianchi 2, Paci 6, Hassan 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy