L’Urania Milano doma Imola, sogno playoff per i tremila del Palalido

L’Urania Milano doma Imola, sogno playoff per i tremila del Palalido

In una cornice di pubblico sempre più emozionante, i Wildcats comandano per tutta la partita e si affidano alle giocate di Raivio e Lynch che segnano un terzo dei punti totali e trascinano i milanesi ad una merita vittoria. Tra i milanesi alla grande anche Montano mentre ad Imola non bastano gli sforzi di Morse e Ingrosso per contenere una squadra che, con sempre più consapevolezza nei propri mezzi, consolida la sua posizione tra le prime otto della classe.

di Marco Giacomini

Quintetti:            Urania Milano: Benevelli, Sabatini, Montano, Raivio, Lynch

Le Naturelle Imola: Baldasso, Bowers, Masciadri, Morse, Fultz

PRIMO QUARTO: La stoppata di Lynch su Bowers apre l’incontro, poi è lo stesso Lynch a segnare da sotto i primi due punti della partita. Imola parte bene con due canestri di Fultz e con la bella entrata di Morse e si porta in vantaggio per 6 a 2. L’Urania fatica un po’ in attacco ma riesce a comunque a trovare i canestri di Lynch e Montano che pareggiano i conti. Molti errori al tiro per le due squadre e punteggio di conseguenza basso, solo 10-10 con 3:15 da giocare. Morse e Lynch giocano una sfida a distanza a suon di canestri, poi ci pensa Ingrosso con una tripla centrale a rompere gli equilibri. Masciadri risponde a Negri, mentre capitan Benevelli trova un gran canestro a centro area per il 16 a 17 in favore di Imola. Montano sbaglia un tiro da otto metri ma Milano può contare su un Lynch fenomenale che segna ancora e il suo tabellino dice già 12 punti. Bowers non insacca nell’ultima azione e il quarto termina sul 18 a 17 per i Wildcats.

SECONDO QUARTO: Si riparte con Raivio che piazza due canestri consecutivi in penetrazione, Imola accusa il colpo e coach Di Paolantonio è costretto a chiamare subito un time out. Taflaj sbaglia da fuori e, sul ribaltamento di fronte, Sabatini rapidissimo va a guadagnarsi due liberi che vanno entrambi a segno. I Wildcats cercano di scappare sul 24 a 17 ma Morse dalla lunetta accorcia le distanze. Piunti sbaglia il semi gancio ma ci pensa Lynch che vola letteralmente in aria, recupera il rimbalzo e schiaccia in tap-in. 26 a 21 per Milano con 7:05 da giocare, Imola si fa sotto con Valentini e Baldasso mentre l’Urania ne sbaglia qualcuna di troppo, poi pesca il jolly con Negri che si fa vedere segnando da sotto e da tre in due azioni consecutive. Ancora errori da entrambe le parti per più di un minuto, Ingrosso finalmente trova due punti da sotto e Sabatini in entrata mantiene i sei punti di vantaggio per i suoi.  Sul 34 a 27 per i padroni di casa, i Wildcats trovano una grande schiacciata di Lynch, su assist di Sabatini, e l’azione si ripete nella azione successiva, schiacciata di Lynch su assist questa volta di Montano. Imola resta a galla con i canestri di Fultz e Ingrosso, nell’ultimo minuto Raivio segna due liberi e piazza una grande schiacciata partendo dal fondo che sigla il 42 a 31 di fine quarto.

TERZO QUARTO: Altri due liberi di Raivio e si riparte con l’Urania che scappa sul 44 a 31. Le Naturelle Imola subisce il ritmo imposto dai milanesi e non riesce a contenere Raivio che trova altri cinque punti e porta i Wildcats a più diciotto. Ingrosso fa respirare i suoi con una tripla centrale, poi Sabatini serve un grande assist a Lynch che da sotto segna il suo ventesimo punto. Bowers segna i suoi primi due punti, gli risponde subito Raivio da tre, poi anche Valentini insacca la tripla del 56 a 41 Urania a 5:57 dal termine. Morse ne fa due per Imola ma Raivio stasera è di un altro pianeta e piazza un gran tiro dalla media consolidando il vantaggio Wildcats. Partita più equilibrata, Ivanay e Montano non sbagliano dalla lunetta, Masciadri cerca di trascinare i suoi con un paio di belle azioni e Milano perde un po’ di concentrazione costringendo al minuto coach Villa.

QUARTO: Ingrosso trova due punti in entrata ma Montano si ripete subito e ne fa altri tre per il 73 a 59 in favore dei Wildcats. Raivio va a prendersi un fallo e segna entrambi i liberi, Imola cerca di riprendersi ma deve ancora subire due canestri consecutivi di Montano che valgono il più venti, 79 a 59 a 6:41 dal termine. Baldasso ne fa quattro in due azioni consecutive ma Lynch è ancora incontenibile e ne fa anche lui quattro per un punteggio di 83 a 63 in favore di Milano. Montano continua il suo momento magico e segna altri due liberi, Imola sembra aver ceduto definitivamente e Lynch trova la quarta schiacciata della sua incredibile gara. 87 a 63 con quattro minuti da giocare, Montano scappa in contropiede e regala due punti ancora a Lynch poi Negri trova una tripla dall’angolo che fa esplodere il Palalido. Negli ultimi due minuti arrivano i canestri di Morse e Montano, poi Lynch viene sostituito per prendersi l’enorme applauso del suo pubblico e il giovane Piatti riesce a trovare i suoi due punti. Tra i milanesi spazio anche per Giardini. Termina 95 a 68 per l’Urania.

RISULTATO FINALE: URANIA BASKET MILANO – LE NATURELLE IMOLA BASKET  95 – 68

PARZIALI: (18-17 : 24-14 : 28-26 : 25-11)

URANIA BASKET MILANO: Piunti 4, Lazzari 1, Pagani, Negri 9, Benevelli 4, Bianchi 2, Montano 17, Giardini, Piatti 2, Lynch 29, Raivio 24, Sabatini 4. All. Villa

LE NATURELLE IMOLA BASKET: Ingrosso 12, Ivanaj 5, Morse 16, Taflaj, Valentini 9, Calvi 2, Fultz 6, Baldasso 7, Masciadri 5, Bowers 4, Alberti 2. All. Di Paolantonio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy