Supercoppa LNP – Mantova spreca troppo, Udine corsa a Suzzara

Supercoppa LNP – Mantova spreca troppo, Udine corsa a Suzzara

TJ Cromer mette la sua firma anche nella vittoria con gli Stings. Udine così ad un passo dal passaggio del turno

di Alberto Carmone

Una Mantova troppo imprecisa al tiro e dalla lunetta non riesce a cogliere la seconda vittoria consecutiva dopo quella con Verona. Udine passa meritatamente, trascinata ancora dal talento e dai punti di TJ Cromer.

Primo quarto equilibrato con Mantova che mostra buone trame offensive grazie a Clarke e Lawson. Udine è in difficoltà soprattutto in fase difensiva, ma riesce a tenere il ritmo dei padroni di casa andando in vantaggio sul 6-2. Clarke e Lawson danno agli Stings la nuova leadership dell’incontro supportarti dai 700 tifosi di casa del Palasport di Suzzara. Udine perde diversi palloni in fase di costruzione del gioco e Mantova ne approfitta per toccare il +6. Il talento di Beverly e di Cromer limita i danni dei bianconeri che ricuciono a -2, prima del nuovo allungo della Pompea firmato da Visconti. Al 10’ Mantova conduce meritatamente le operazioni per 18-12.

Nel secondo quarto cambia la partita. Udine rivoluziona il quintetto e con un parziale di 8-0 va in vantaggio costringendo coach Finelli a chiamare timeout. Al rientro dal minuto di sospensione la musica non cambia con Mantova sempre in difficoltà (anche nelle basse percentuali a cronometro fermo) e Udine, trascinata difensivamente e offensivamente da Giacomo Zilli, che mantiene il vantaggio. Solo le bombe di Clarke e Lawson danno respiro ai padroni di casa che riprendono più volte la Old Wild West. Nel finale Beverly e Antonutti danno l’allungo sul +7, prima che Maspero e Poggi firmino il -1 allo scadere del 20esimo minuto.

Nella ripresa è subito Lawson a riportare avanti Mantova con due liberi. Udine però ripete il buon gioco offensivo del secondo quarto riuscendo ad aprire la difesa mantovana ed infilando così il +7. Gli Stings aumentano l’intensità nella propria metà campo e costringono a diversi errori i giocatori bianconeri. Con pazienza, i padroni di casa si riportano sul -3 (46-49 al 28’). Il possesso del pareggio viene però sprecato e Udine punisce immediatamente gli Stings con un parziale di 11-1 che sembra spezzare le gambe ai giocatori di casa. La tripla di Alvise Sarto riduce la distanza fino al 50-60 del 30’.

In avvio di ultimo quarto Mantova ricuce ancora fino al -6. Ancora una volta però i biancorossi peccano di continuità. Udine in attacco non perdona, mentre gli Stings pur riuscendo a costruire tante azioni pericolose non vengono premiati dal canestro. L’Old Wild West ritorna a +11 prima che Ghersetti e Vigori aiutino la Pompea a rientrare sul 62-65. Dopo il timeout chiamato da coach Ramagli, gli ospiti recuperano intensità difensiva e con Cromer volano sul +7, approfittando ancora delle pessime percentuali ai liberi degli Stings (a fine serata sarà 12/25). E’ ancora l’americano con la maglia numero 0 a firmare il +10 che chiude i conti. Nei minuti finali Udine amministra il vantaggio e vince 75-64 conquistando così la seconda vittoria di fila dopo quella con Ferrara.

 

Pompea Mantova – Old Wild West Udine 64-75 (18-12, 18-25, 14-23, 14-15)
Pompea Mantova: Kenny Lawson jr. 18 (4/9, 2/5), Rotnei Clarke 11 (0/2, 3/4), Mario jose Ghersetti 11 (2/3, 2/6), Riccardo Visconti 9 (0/2, 2/8), Tommaso Raspino 5 (2/2, 0/1), Alvise Sarto 3 (0/0, 1/4), Giovanni Poggi 2 (1/2, 0/2), Alessandro Vigori 2 (1/2, 0/1), Matteo Ferrara 2 (1/2, 0/0), Lorenzo Maspero 1 (0/1, 0/4), Andrea Colussa 0 (0/0, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0), Davide Tognoni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 25 – Rimbalzi: 30 12 + 18 (Kenny Lawson jr.Giovanni Poggi 6) – Assist: 11 (Rotnei ClarkeLorenzo Maspero 3)
Old Wild West Udine: T.j. Cromer 24 (7/9, 2/5), Gerald Beverly 14 (3/4, 0/2), Vittorio Nobile 11 (4/6, 1/4), Michele Antonutti 9 (0/3, 2/3), Andrea Amato 6 (1/5, 1/2), Agustin Fabi 4 (0/1, 1/3), Giacomo Zilli 4 (1/1, 0/0), Mihajlo Jerkovic 3 (0/0, 1/1), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0), Riccardo Cortese 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 26 – Rimbalzi: 42 9 + 33 (Gerald Beverly 12) – Assist: 9 (Michele Antonutti 3)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy