Montegranaro piega Orzinuovi e si assicura punti salvezza

Montegranaro piega Orzinuovi e si assicura punti salvezza

43 di Miles con 10/16 da tre, ma il tiro più importante non va e la Poderosa festeggia con i 21 di Cucci (liberi del +2 finale) e i ventelli di Thomas e Thompson.

di La Redazione

XL Extralight Montegranaro – Agribertocchi Orzinuovi 95-93 (28-26, 29-27, 19-22, 19-18)

XL Extralight Montegranaro: Valerio Cucci 21 (5/10, 3/4), Aaron Thomas 20 (9/16, 0/3), James Thompson iv 20 (7/9, 0/0), Michele Serpilli 10 (2/3, 2/5), Davide Bonacini 9 (2/4, 1/2), Roberto Marulli 9 (2/2, 0/2), Riccardo Cortese 6 (2/4, 0/3), Luca Conti 0 (0/1, 0/0), Andrea Malintoppi 0 (0/0, 0/0), Gabriele Miani 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0), Matteo Berti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 22 – Rimbalzi: 34 11 + 23 (James Thompson iv 10) – Assist: 18 (Aaron Thomas 5)

Agribertocchi Orzinuovi: Anthony Miles 43 (3/6, 10/16), Stefano Bossi 16 (5/9, 2/5), Christian Mekowulu 15 (7/17, 0/0), Matteo Negri 15 (1/6, 2/6), Lorenzo Varaschin 4 (2/2, 0/2), Giovanni Carenza 0 (0/1, 0/0), Lorenzo Galmarini 0 (0/1, 0/1), Salvatore Parrillo 0 (0/0, 0/2), Giacomo Siberna 0 (0/0, 0/1), Petar Jovanovic 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 36 16 + 20 (Christian Mekowulu 13) – Assist: 12 (Stefano Bossi 4)

Sono partite come questa che ti fanno impazzire per il basket. Dopo 40’ senza esclusione di colpi la spunta la XL EXTRALIGHT®, affondando una Agribertocchi Orzinuovi che però recrimina per il possesso decisivo: Mekowulu aveva appoggiato allo scadere il canestro dell’overtime, ma gli arbitri non hanno convalidato perché giudicato oltre il suono della sirena. Un finale pazzesco nel quale la Poderosa aveva rischiato di sciupare 8 lunghezze di vantaggio nei minuti finali, trovando con Cucci (di nuovo determinante: 21 punti e 6 rimbalzi) il canestro del definitivo sorpasso a una decina di secondi dalla fine. I gialloblu sono stati più forti dell’imperiosa prestazione balistica di Miles, capace di infilare 43 punti con 10 triple, comprese quelle da distanza siderale che avevano ancora una volta rimesso in carreggiata una Orzinuovi dalle mille vite.
Non tragga in inganno il punteggio: è stata partita maschia al PalaSavelli, giocata su ritmi folli me con le due squadre a scambiarsi il controllo della gara praticamente per tutti i 40’. Partono meglio i lombardi, con Miles a scaldare subito la mano e la Agribertocchi a toccare presto quello che si rivelerà il massimo vantaggio ospite della gara sul +5 (8-13 al 3’). La XL EXTRALIGHT® carbura piano piano con Thompson e Mekowulu a duellare sotto le plance e il pivot gialloblu ad arginare alla grande il miglior rimbalzista del campionato. Si segna a raffica, con Orzi a colpire con regolarità dall’arco (14/33 alla fine) e Montegranaro a cercare con insistenza il pitturato (29/49 da 2 alla sirena). Una tripla di Serpilli vale il +5 gialloblu nel cuore del secondo quarto (46-41 al 14’), ma nessuna delle due fa un passo indietro: all’intervallo lungo si va su un 57-53 da Nba più che da Serie A2. Il canovaccio non cambia nella ripresa, con Miles a tenere in piedi i suoi e la Poderosa a trovare soluzioni confortanti con il claudicante Cortese e i soliti Cucci e Thomas. La svolta sembra arrivare nel cuore del quarto periodo: Serpilli appoggia facile da sotto, Bonacini lo segue a ruota con la tripla del +8 (89-81) e con 2’ e mezzo da giocare se non sembra fatta poco ci manca. Ma Miles non è d’accordo e si inventa in rapida successione tre triple senza senso, intervallate da una di Negri, compresa quella che a 30” dalla sirena porta il punteggio di nuovo in parità a quota 93. Palla Poderosa, Bonacini cerca la tripla per ammazzare la partita, fallisce il bersaglio ma Cucci è più lesto di tutti e converte il rimbalzo d’attacco nei 2 punti del 95-93 a 12” dalla fine. Rimessa Orzinuovi in zona d’attacco, la XL EXTRALIGHT® ha due falli da spendere prima del bonus e li usa per rosicchiare altri 6”. La terza rimessa porta il pallone nelle mani di Miles, che però va cortissimo: Mekowuli è più lesto di tutti a rimbalzo e appoggia quello che sarebbe il 95 pari. Breve conciliabolo tra i tre arbitri, silenzio tombale, poi l’annuncio: canestro non valido, la Poderosa vince, sale al terzultimo posto, ribalta il -1 del match di andata e spedisce Orzinuovi a -6 in classifica. Meglio di così…
Queste le parole di coach Di Carlo in sala stampa: «E’ stata una bellissima partita di basket, emozionante, con tante grandi giocate. Per chi ama la pallacanestro sarà stata una grande gioia. A maggior ragione quando ci sono giocatori che fanno una partita come quella di Miles, che è sì un grande realizzatore ma non è certo questo il suo standard. Una prestazione al tiro da tre incredibile, ne ha segnati alcuni davvero complicati. Ma si vedeva dall’inizio che era in fiducia e quando è così può succedere di tutto. Detto questo, sapevamo che Orzinuovi era una squadra in grande condizione, è in fiducia dopo la grande vittoria di Forlì. Era la partita più complicata da affrontare ora: perché è vero che venivano dalla vittoria di Piacenza, ma c’è stato un cambio di allenatore neanche due settimane fa e in casa avevano vinto solo una volta. E anche se non ce lo siamo detti è ovvio che i ragazzi questa cosa la sentissero in modo particolare. Il nostro grande merito è stato quello di restare sempre agganciati alla partita e rispondere colpo su colpo alle spallate di Orzinuovi, in primis di Miles. La squadra ha reagito distribuendo bene i possessi in attacco. È una vittoria preziosa, che ci dà autostima e fiducia nelle cose che stiamo facendo. Non mi piace ancora la gestione dei minuti finali: ci siamo fatti mangiare 8 lunghezze in maniera troppo rapida. Siamo work in progress, ma questa vittoria è fondamentale. Ora ci aspettano tre partite in una settimana e dovremo arrivarci nella migliore condizione possibile: dobbiamo gestire il recupero di Cortese, che stasera ci ha dato una grossa mano ma che credo sia ancora lontano dalla migliore condizione».
Queste le parole di Valerio Cucci nel post partita: «E’ stata una prestazione importante da parte nostra contro una delle squadre più difficili da incontrare adesso. È una squadra solida, che ha cambiato completamente idee di gioco facendo subito propria la filosofia di Corbani, con ritmi alti e tanti possessi. Loro però hanno tirato con quasi il 50% da 3: non so se è sfortuna, ma questo finale, al di là della scelta giusta o sbagliata degli arbitri, credo ci lasci comunque una vittoria meritata».

FONTE: Uff. Stampa Poderosa Basket Montegranaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy