OF G3- Roma domina Ravenna e si aggiudica Gara 3

OF G3- Roma domina Ravenna e si aggiudica Gara 3

Roma scatenata si impone sulla prima gara casalinga die playoff, tranne qualche sprazzo di Ravenna. Monumentale Landi, 27 punti, 12 rimbalzi e una grinta impareggiabile

di Martina De Angelis

C’è il pubblico delle grandi occasioni al Palazzetto dello Sport per supportare la Virtus in questa gara 3 “win or go home”: oltre agli spalti strapieni, da subito si fa la conta degli ospiti, tra cui spiccano Francesco Totti, Radja Nainggolan, Martìn Castrogiovani e il vecchio amore romano Alex Righetti. Roma sente il supporto della sua gente, e riesce nell’impresa di rimandare la chiusura della serie. Dopo un primo quarto di assestamento, Brown e compagni dilagano e da metà partita in poi dominano la gara. Ravenna ci prova fino alla fine, riuscendo anche a rimontare un pesante meno venti negli ultimi minuti di gara, non riuscendo però alla fine a ribaltare il risultato. Particolarmente degna di nota la prova di Aristide Landi, il migliori in campo con 27 punti e monumentale in difesa con 12 rimbalzi; bene anche Raffa, soprattutto fondamentale per dare il via alla fuga, e sempre una certezza la mano di Chessa, che stasera produce  14 punti. Per Ravenna il migliore è Sabatini, costante con i suoi 22 punti, bene Chiumenti con 15 e Sgorbati con 11, mentre il resto della squadra brilla poco,  e non riesce mai a trovare un modo efficace per frenare l’attacco romano. Come avevano promesso, i ragazzi di coach Corbani sono ai playoff per giocarsela, e per niente spaventati dallo 0-2 tengono aperta ancora la serie: domenica gara 4, una seconda chance per Ravenna di chiudere la serie e per Roma di continuare a crederci.

LA CRONACA

Inizio deciso dei padroni di casa, subito reattivi in difesa e in attacco e rapidamente in vantaggio per mano di Raffa, autore di due triple che costringono Ravenna al timeout. Tambone e Masciardi provano ad accorciare le distanze e ci riescono, anche se è Roma a chiudere il quarto con l’inerzia dalla sua (26-13 al 10′). Break positivo per gli ospiti al rientro in campo, con cinque punti di Chiumenti e Raschi, e stavolta è la Virtus a fermare tutto con un timeout immediato. Continua la rimonta di Ravenna con un Sabatini scatenato, che con sette punti consecutivi porta i suoi a tre lunghezze di svantaggio. E’ il carattere dei due giovani Landi e Baldasso a riportare Roma al comando, poi Brown vola letteralmente sul canestro e apre una nuova fuga per i suoi, che vanno a riposo sul 52-36. Si iscrive alla partita anche Chessa, che con le sue solite bombe fa scappare la Virtus a oltre venti punti di distanza, senza che Ravenna riesca in nessun modo a contrastarla (77-55 al 30’). Nel quarto periodo Roma paga la stanchezza e le rotazioni corte (perso anche Baldasso per un duro colpo alla spalla), e gli ospiti subito ne approfittano dando prova di non morire mai: a sei minuti dalla fine sono di nuovo a sette lunghezze di distanza, e la gara è di nuovo aperta. E’ ancora lo spettacolare Landi, insieme all’infallibile Brown, a scongiurare il pericolo, e a portare a casa la vittoria 90-79.

MVP DI BASKETINSIDE: Aristide Landi

Virtus Roma: Brown 19, Raffa 17, Maresca 10, Chessa 14, Baldasso 3, Landi 27

OraSì Ravenna: Smith 7, Sgorbati 11, Chiumenti 15, Raschi 4, Masciardi 7, Tambone 10, Crusca 3, Sabatini 22

SALA STAMPA
Coach Antimo Martino: “Sapevamo che Roma ci avrebbe da subito aggredito, anche se devo dire abbiamo subito troppo: soprattutto siamo penalizzati da queste percentuali da tre che non riusciamo proprio a far salire in nessun modo, ed è di sicuro una cosa su cui dobbiamo lavorare. Con la zona nel secondo tempo siamo andati meglio, ma nel complesso dobbiamo essere più fiduciosi: non possiamo però recriminare sul nostro atteggiamento, che è stato comunque positivo e siamo riusciti a farlo senza la nostra arma principale che è Marks, uno dei migliori giocatori di questo campionato … vedremo se per gara 4 sarò disponibile.. Nulla da dire ai miei ragazzi, e tanti complimenti agli avversari: ho provato tante emozioni a tornare qui, è stato davvero intenso.”

Coach Corbani: “Noi abbiamo tutto il rispetto dei nostri avversari, ma vogliamo arrivare a gara 5, e lo vogliamo fare con umiltà sapendo che è una bella serie equilibrata con una squadra che più o meno è al nostro livello. Vogliamo essere però duri mentalmente, dopo questa stagione con tante cose, tante incidenti, però non vi dico che stasera sono contento, perchè non abbiamo fatto niente finchè non torniamo a Ravenna. Testa a gara 4, dobbiamo arrivarci così, con i nostri ragazzi carichi e concentrati e al meglio delle nostre possibilità. Voglio aggiungere che oggi per me è stato molto emozionante vedere la premiazione di Alex Righetti e la premiazione di Francesco Totti, due sportivi così importanti, e vedere che poi sono rimasti a vedere la partita, in cui io cerco di fare meno danni possibile…è stato bello, davvero bello.”

Aristide Landi: “Siamo riusciti a riaprire questa serie, ed era questo il nostro obiettivo con i ragazzi e con il coach: non dobbiamo mai perdere la positività e continuare a lavorare duro, con in testa solo di tornare a Ravenna. Di cosa sono più soddisfatto? Dei 12 rimbalzi, la mia dimensione è la difesa.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy