Orzinuovi implacabile, sua la sfida salvezza contro Roseto

Orzinuovi implacabile, sua la sfida salvezza contro Roseto

Gara dominata dai padroni di casa con il quintetto biancazzurro che solo nel finale riduce il divario, rendendo la sconfitta un po’meno pesante.

di Piergiorgio Stacchiotti

Agribertocchi Orzinuovi – Sapori Veri Roseto 94-87 (29-17, 25-23, 21-21, 19-26)

Agribertocchi Orzinuovi: Stefano Bossi 25 (3/4, 4/8), Christian Mekowulu 24 (7/10, 2/3), Anthony Miles 20 (5/10, 1/2), Matteo Negri 13 (5/7, 0/3), Salvatore Parrillo 7 (2/3, 1/3), Giovanni Carenza 2 (1/1, 0/3), Lorenzo Galmarini 2 (1/5, 0/1), Giacomo Siberna 1 (0/1, 0/2), Lorenzo Varaschin 0 (0/0, 0/0), Petar Jovanovic 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 22 / 30 – Rimbalzi: 45 9 + 36 (Christian Mekowulu 12) – Assist: 20 (Anthony Miles 7)

Sapori Veri Roseto: Jordan Bayehe 22 (5/12, 1/1), Yancarlos jeferson Rodriguez 16 (0/2, 4/12), Aristide Mouaha 15 (6/13, 1/2), Lazar Nikolic 10 (2/4, 2/3), Nicola Giordano 10 (2/6, 0/2), Nemanja Dincic 7 (2/4, 1/1), Mitja Nikolic 4 (1/1, 0/9), Simone Pierich 3 (0/1, 1/2), Leo Menalo 0 (0/1, 0/0), Joel Fokou 0 (0/0, 0/0), Davide Valentini 0 (0/0, 0/0), Niccolò Gaeta 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 31 – Rimbalzi: 36 12 + 24 (Jordan Bayehe 12) – Assist: 11 (Yancarlos jeferson Rodriguez 6)

La Sapori Veri Roseto cade 94-87 sul campo dell’Agribertocchi Orzinuovi, che ribalta la differenza canestri del match dell’andata (vinsero gli Sharks di 5 punti, 87-82) e fa sprofondare la squadra di D’Arcangeli in ultima posizione. Gara dominata dai padroni di casa con il quintetto biancazzurro che solo nel finale riduce il divario, rendendo la sconfitta un po’meno pesante.

Dopo una prima fase equilibrata nella quale in casa ospite si mettono in evidenza Mouaha e Bayehe, il quintetto locale caccia la freccia dopo 4’. A metà frazione Orzinuovi conduce ancora 12-10 ma poco più tardi allungherà il divario che tocca le nove lunghezze grazie ad una tripla di Mekowulu e ad un tiro libero di Negri. Roseto trova un solo punto dalla lunetta a differenza di Bossi che fa 2/2 dalla linea della carità per il +10 Agribertocchi, che chiude il periodo estendendo ulteriormente il proprio vantaggio sul 29-17.

Match a senso unico in questa porzione di gara, con Miles che porta i padroni di casa avanti 38-19 dopo 2’30” della seconda frazione. Un parziale di 1-7 permette agli Sharks di riavvicinarsi sul -13 ed induce Corbani a chiamare time-out. 40-29 il punteggio al 15’. Nella Sapori Veri debutta Dincic, che prima si fa sentire a rimbalzo e poi piazza la tripla del 42-37 che porta il coach locale a chiedere un nuovo minuto di sospensione al 17’. La fase negativa dell’Agribertocchi prosegue con gli arbitri che fischiano un fallo tecnico ai danni dei lombardi, con Rodriguez che mette dentro il libero del -4. Prima dell’intervallo però viene espulso (doppio tecnico) il coach biancazzurro Germano D’Arcangeli ed arriva il nuovo allungo di Orzinuovi, grazie ad un 10-0 di parziale che manda le squadre negli spogliatoi sul 54-40. Già tre i giocatori in doppia cifra fra i padroni di casa: 15 i punti di Mekowulu, 14 quelli di Miles e 13 di Bossi. Nella Sapori Veri 13 per Bayehe e 10 per Rodriguez.

In apertura di terzo periodo bene Lazar Nikolic, che sigla i primi cinque punti del proprio match. Orzinuovi però pare gestire senza troppi patemi il proprio vantaggio ed al 25’ sono ancora quattordici le lunghezze che separano le due squadre sul 65-51. A bersaglio Giordano e Dincic, Mitja Nikolic e Rodriguez sprecano con conclusioni dalla lunga distanza l’opportunità di riportare la Sapori Veri sul -7. Il nuovo black-out rosetano che inizia attorno al 27’ è quello decisivo, con i biancazzurri che sprofondano sul -19 dopo aver subito un nuovo 10-0 di parziale. Una tripla di Mouaha e due liberi di Bayehe riducono le distanze sul 75-61 alla fine del terzo quarto.

Nell’ultima frazione gli Sharks si giocano la carta Pierich, fino a quel momento rimasto in panchina. Il capitano della Sapori Veri trova immediatamente una tripla, alla quale però rispondono nello stesso modo Miles e Bossi, così al 33’ Orzinuovi conduce 82-64. Sono 19 le lunghezze di vantaggio a 5’ dalla fine per l’Agribertocchi, che non solo amministra ma riesce nei minuti successivi a portare il divario oltre i venti punti. Roseto però prova a rendere meno onorevole la sconfitta e torna -11 a 30” dalla fine: è troppo tardi per sperare in una rimonta clamorosa. La gara si conclude con la bomba di Lazar Nikolic che fissa il risultato sul 94-87.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy