Panni è irreale nell’ultimo quarto e Ferrara vince

Panni è irreale nell’ultimo quarto e Ferrara vince

Grazie a ventire punti della guardia nell’ultimo quarto, la Feli Pharma vince in volata all’MF Palace al termine di una partita vibrante

di Andrea Mainardi

Vittoria per certi versi clamorosa della Feli Pharma Ferrara che ha la meglio su Mantova per 83-74, grazie ad un ‘jordanesco’ quarto quarto di Alessandro Panni che mette a referto ventitre punti in uno show che resterà negli annali. La Pompea infatti è brava con Lawson, Clarke ed una arcigna zona in difesa a comandare per larghi tratti l’inerzia della gara pur non scappando mai oltre ai due possessi di vantaggio. Pur con un Campbell ancora in giornata no, Ferrara sopperisce anche all’assenza di Baldassarre con un clamoroso Vencato che va vicinissimo alla tripla doppia ed anche ad un Wiggs bravo a non forzare e prendersi responsabiità quando conta.

PRIMO QUARTO: Vencato e Ghersetti lavorano spalle a canestro per i primi punti delle rispettive squadre. La Pompea sfrutta subito l’assenza di Baldassarre per andare forte a rimbalzo andando subito sul +4 con Lawson e Ferrara. Per gli estensi anche già due brutte perse ed ancora Lawson va a segno dall’arco seguito da Ebeling che ripaga con la stessa moneta (7-11 al 5′). Entrano in partita anche Clarke dall’arco e Campbell, bravo nel trovare il canestro con fallo del -2. Ferrara trova anche in Fantoni ed Ebeling due terminali offensivi capaci di combinare tra loro ma dall’altra parte Lawson ha la mano caldissima e segna ancora da tre (13-18 all’ 8′). Coach Finelli ha in Maspero un’ottima soluzione dalla panchina, capace di creare per gli altri e segnare. Cosa che la Feli Pharma invece non riesce a fare con continuità chiudendo il primo quarto sotto 13-19.

SECONDO QUARTO: Nei biancoazzurri esordisce Beretta e Buffo trova il canestro da tre e Ferrara riesce a salire di tono anche in difesa (18-21 al 13′). Lawson continua a trovare canestri pregevoli anche dalla media mentre dall’altra parte è Vencato a caricarsi Ferrara sulle spalle con cinque punti di pura voglia. Da segnalare anche il buon impatto di Beretta a rimbalzo così come Vigori entra bene in partita anche per Mantova. La Feli Pharma al 15′ riesce anche ad andare in vantaggio grazie all’ennesima iniziativa di Vencato, bravissimo nel fare a fette la difesa virgiliana con la più classica delle partite ‘dell’ex’ (28-26 al 15′).  Mantova non ci sta e ritorna avanti con uno 0-7 prodotto dalla tripla di Ferrara e dai due appoggi del solito Lawson, sfruttando ancora una volta la propria superiorità a rimbalzo. Ferrara, innervosita dall’efficace difesa a zona avversaria, si vede fischiare un paio di tecnici e resta sul -4 al 19′ sbagliando anche ben sette liberi. Serve ancora una volta una ‘zingarata’ Vencato che ruba palla a Clarke e schiaccia per il 33-34 che manda le squadre all’intervallo.

TERZO QUARTO:  Si riprende con coach Leka che sceglia Beretta e Fantoni contemporaneamente sul parquet, mentre Wiggs segna e recupera palla seguito da Fantoni segno che Ferrara ha cominciato col giusto atteggiamento questo terzo quarto (37-34 al 22′). Mantova si sblocca con Clarke che pareggia da tre, replica ancora Vencato segnando e subendo fallo per l’ennesima volta. Ancora Clarke poi inventa in transizione per Visconti che segna dall’angolo il nuovo +2 biancorosso ed anche Lawson torna a colpire dall’arco. Ferrara fatica tremendamente a segnare senza Vencato mentre Mantova ha il talenti sufficente per colpire anche a ‘giochi rotti’ (44-47 al 26′). Un paio di guizzi da parte di Wiggs sono uno dei pochi segnali di vita estensi che restano a due possessi di distanza a causa di un’altra tripla in transizione di Clarke (48-54 al 29′). Di certo c’è che gli spettatori dell’MF Palace non sono soddisfatti di quanto vedono in campo, con una Feli Pharma davvero troppo farraginosa in attacco. Un paio di decisioni arbitrali avverse danno comunque un minimo di carica in più a Ferrara capace di chiudere il quarto sotto di tre punti sul 52-55.

ULTIMO QUARTO: L’intensità si alza ora. Panni e Visconti danno vita ad un bel duello a suon di canestri per nulla banali. E’ la Pompea a restare avanti in questa fase con l’appoggio di Raspino al quale replica Panni, finalmente con una tripla delle sue che fissano il punteggio sul 61 pari al 33′. Coach Leka vara il quintetto piccolo senza Fantoni e Beretta, che riesce a cambiare bene sui pick n’ roll avversari non concedendo vantaggi a Mantova capace comunque di segnare con Clarke da tre. Dall’altra parte invece Ebeling sbaglia piedi a terra ed è +5 biancorosso perchè ancora Clarke si butta dentro ed appoggia a tabellone due volte. Sul fronte opposto è Wiggs a trovare dal nulla la tripla del nuovo -3 seguito da Panni che appoggia il -1. La partita adesso è vibrante: segna Ghersetti in allontamento mentre di là Panni insacca un’altra tripla che sancisce la nuova parità sul 70 pari al 37′ per poi ‘impazzire’ e segnare anche dalla media i punti sedici e diciassette del suo irreale quarto. Coach Finelli chiama timeout ma Clarke sbatte contro Campbell in attacco e Wiggs dall’angolo segna una pazzesca tripla che vale il +5 ferrarese. Ancora Panni dalla media tenta di ‘uccidere’ la partita ma Visconti dall’arco è glaciale a trovare il -4 ad un minuto dal termine. Non arrivano canestri nei secondi successivi perchè la Feli Pharma è perfetta nel costringere la Pompea a forzare ogni minima giocata. Nella girandola di liberi finali poi, è lo stesso Panni a mettere il sigillo su una vittoria già molto pesante per i biancoazzurri.

Feli Pharma Ferrara – Pompea Mantova 83-74 (13-19; 20-15; 19-21; 31-19)

Ferrara: Vencato 19, Panni 25, Campbell 6, Fantoni 7, Wiggs 20, Ramazziotti n.e, Beretta 0, Petrolati n.e, Buffo 3, Balducci n.e, Ianelli n.e, Ebeling 3.

Mantova: Raspino 6, Lawson 21, Maspero 3, Clarke 18, Ghersetti 8, Sarto 0, Vigori 2, Visconti 11, Epifani n.e, Ferrara 5, Poggi 0, Tognoni n.e.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy