Potts e Thomas esaltano Ravenna, altro stop per Udine

Potts e Thomas esaltano Ravenna, altro stop per Udine

OraSì Ravenna – Apu Old Wild West Udine 73-65

di La Redazione

OraSì Ravenna – Apu Old Wild West Udine 73-65 (17-15, 16-17, 17-19, 23-14)

OraSì Ravenna: Giddy Potts 27 (3/10, 5/8), Charles Thomas 26 (7/11, 2/8), Kaspar Treier 12 (4/5, 1/2), Tommaso Marino 6 (2/4, 0/1), Marco Venuto 2 (0/1, 0/2), Alberto Chiumenti 0 (0/2, 0/0), Mikk Jurkatamm 0 (0/1, 0/3), Fadilou Seck 0 (0/0, 0/0), Elia Bravi 0 (0/0, 0/0), Luigi Sergio 0 (0/0, 0/0), Simone Farina 0 (0/0, 0/0), Matteo Zanetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 24 – Rimbalzi: 39 10 + 29 (Charles Thomas 10) – Assist: 11 (Tommaso Marino 5)

Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 20 (5/9, 1/3), Michele Antonutti 12 (4/7, 0/2), Gerald Beverly 10 (4/4, 0/0), Agustin Fabi 8 (0/1, 2/8), Andrea Amato 4 (2/3, 0/7), Lorenzo Penna 4 (2/3, 0/1), Giacomo Zilli 4 (1/1, 0/0), Riccardo Cortese 3 (0/2, 1/3), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/0), Mihajlo Jerkovic 0 (0/0, 0/0), Matteo Minisini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 27 4 + 23 (Gerald Beverly 7) – Assist: 11 (Lorenzo Penna 4)

L’OraSì Ravenna vince davanti al proprio pubblico contro l’APU Old Wild West Udine per 73-65. Una partita durissima ed equilibrata, a punteggio basso, giocata da Ravenna senza Luigi Sergio e negli ultimi cinque minuti anche senza il suo allenatore, espulso per un doppio fallo tecnico. L’OraSì ha limitato la potenza di Udine, disputando una gara di grande sacrificio, con tanta energia nei recuperi e un’unione nelle difficoltà che ha fatto la differenza. La vittoria del gruppo.

Coach Cancellieri parte con Potts, Thomas, Chiumenti, Marino, Venuto. Udine risponde con Amato, Beverly, Cromer, Cortese, Antonutti. Gara a specchio, con gli americani che marcano gli americani, si segna poco, i primi due punti di Antonutti arrivano dopo due minuti e mezzo di grande aggressività. Ravenna si sblocca quando sono passati 4 minuti con una tripla di Potts (3-5), che firma anche il vantaggio giallorosso (8-7). Il primo quarto finisce 17-15, con 13 punti della coppia USA dell’OraSì (10 di Potts) e l’esordio di Elia Bravi.
Udine con un parziale di 2-8 passa a condurre nel secondo quarto, poi una tripla di Thomas è oro per Ravenna (22-23), che fatica a trovare la via del canestro ma è molto presente in difesa. L’OraSì inizia a premere sotto canestro in attacco, guadagna i liberi del sorpasso (28-25) e in contropiede Marino trova Potts dall’arco per il 33-29. Si va all’intervallo lungo sul 33-32. Rientro in campo ancora favorevole ai friulani che con uno 0-8 si portano sul 33-40. Time out Cancellieri e la risposta ravennate porta le firme di Thomas e Treier (39-42), così è Ramagli a chiedere la sospensione. L’OraSì c’è e con Thomas (che riconquista un rimbalzo dal suo libero sbagliato, segna e subisce fallo) si riporta avanti 43-42, chiudendo il controparziale di 10-2. Cromer dalla lunetta riporta avanti l’Apu (43-47), sfruttando anche un tecnico a Tommaso Marino (quarto fallo). Gli ospiti perdono Zilli per falli (con Beverly e Cortese a quattro), Thomas e Potts riportano avanti l’OraSì (50-49). Un intensissimo terzo quarto si chiude con gli ospiti avanti di 1 (50-51).

Nell’ultimo periodo Kaspar Treier si mette in luce, prima recuperando una palla tuffandosi sul parquet, poi realizza per due volte il controsorpasso ravennate (57-56). Poi l’episodio dell’espulsione di coach Cancellieri, a cui viene fischiato un doppio tecnico. Udine passa a condurre 57-60 ma perde Beverly e Antonutti per falli. Gli ultimi 5 minuti si giocano nella bolgia del Pala De Andrè. Potts con un 2+1 pareggia a quota 60 e dall’arco fa esplodere il pubblico ravennate (60-63). Chiumenti recupera palla in tuffo, poi Marino e Potts da tre per il 68-60. Time out Ramagli, Udine rosicchia e si porta a -4 (69-65) ma è l’ultimo sussulto, l’OraSì ne ha di più e vince una partita tiratissima. Finisce 73-65.

Uff.Stampa Orasì Ravenna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy