Primo successo casalingo per l’OraSì Ravenna, Cento battuta

Primo successo casalingo per l’OraSì Ravenna, Cento battuta

Un sontuoso Smith da 32 punti trascina i giallorossi.

di Luca Bolognesi, @lucabolla33

È un’OraSì Ravenna non perfetta, ma in crescita, quella che batte al Pala De Andrè la Baltur Cento per 81-71. I giallorossi trovano un consistente vantaggio a cavallo tra primo e secondo quarto poi, nonostante qualche blackout di troppo, riescono a respingere i tentativi di rimonta avversari, chiudendo poi il match nel quarto periodo.

L’MVP per i padroni di casa è il solito Adam Smith, che segna 32 punti e qualche canestro quasi impossibile negli ultimi minuti, ma è decisivo anche il contributo dell’altro americano Hairston, che gioca con il coltello tra i denti fin dalla palla a due e trascina i compagni. Qualche palla persa banale di troppo ancora per i giallorossi, che però trovano finalmente dalla panchina un eccellente contributo del giovanissimo Jurkatamm, oltre che di un ritrovato Montano.

Tra gli ospiti il top scorer è ancora una volta James White con 21 punti. L’ala americana gioca tutti e 40 i minuti, ma non incide quanto dovrebbe per sopperire agli acciacchi dell’altro USA Mays. Non basta invece a Cento la buona prova del grande grande ex Chiumenti, che chiude in doppia cifra a quota 11.

 

LA PARTITA

Alla palla a due è quintetto standard per Coach Mazzon che schiera Hairston al centro, Capitan Masciadri e Cardillo ali, Laganà e Smith esterni. Coach Benedetto deve invece fare a meno, almeno inizialmente, di Mays e parte con Gasparin al fianco di Moreno in regia, Reati e White ali e il grande ex della partita Alberto Chiumenti, salutato con affetto dal pubblico del Pala De Andrè, centro.

In avvio per i padroni di casa Hairston, molto criticato in questo primo spicchio di campionato, mostra subito una grinta diversa. Il lungo americano segna i punti del 2-0 e, grazie all’altro americano Smith, i padroni di casa vanno 6-2. La reazione ospite non tarda ad arrivare e le triple di Moreno e Gasparin firmano il sorpasso sull’8-10. L’OraSì va a folate, ma gioca con l’energia giusta e l’ottimo ingresso in partita di Montano guida il contro-sorpasso. La tripla della guardia ex Fortitudo vale il 17-14, ma la risposta immediata di White, che segna due canestri consecutivi, riporta davanti Cento sul 17-18. Il quinto punto dell’ex New York Knicks vale il +2 ospite e anche il secondo fallo di Masciadri, ma l’entrata di Gandini alza il livello difensivo dei giallorossi, che chiudono il quarto con un parziale di 7-0 aperto da una tripla del solito Montano. È Smith poi a segnare il 24-19 con cui termina il primo periodo.

Il secondo quarto si apre al meglio per l’OraSì che allunga il parziale a 10-0 con la bomba del 27-19 di Jurkatamm. La Baltur è in difficoltà, anche perché l’ingresso di Mays è controproducente per gli ospiti, e Hairston e Laganà allungano il vantaggio giallorosso a +12 sul 32-20. Ancora l’ottimo Hairston firma il 36-22 e Ravenna sembra poter scappare, ma improvvisamente si accende Reati che con tre triple consecutive griffa il parziale di 2-9 che tiene in partita Cento sul 38-31. I ritmi della partita si alzano e l’OraSì, grazie soprattutto ai canestri di talento di Smith riesce nuovamente ad allungare in chiusura di periodo. E proprio un canestro in step back del talento americano vale la doppia cifra di vantaggio sul 47-37 con cui le squadre rientrano negli spogliatoi.

Ravenna rientra in campo senza perdere la concentrazione e mette a segno due recuperi difensivi consecutivi. Smith realizza il nuovo +12 sul 49-37, ma mentre Mays si iscrive alla partita, i padroni di casa si inceppano, anche a causa di una regia non troppo lucida di Laganà. L’OraSì torna a commette alcuni degli errori delle scorse partita, regala un paio di banali palle perse e, dopo il quarto pesante fallo di Masciadri, Moreno riporta i suoi a -4 sul 51-47 rapinando Montano. Lo stesso Montano si fa però subito perdonare con la tripla e i giallorossi riprendono tono, anche grazie al grande sostegno del pubblico di casa. La bomba di Smith vale il 59-47 dopo un canestro di Hairston, ma proprio il lungo americano, dopo aver incassato un duro fallo antisportivo da Reati, pesca il quarto personale andando faccia a faccia con l’avversario. Ancora con Smith i padroni di casa si riportano sul 63-50, ma la tripla di Mays a 50’’ dalla fine del quarto chiude il parziale di 12-3 e tiene a galla Cento. Un libero di White riduce il vantaggio a singola cifra e all’ultimo intervallo il punteggio è di 63-54.

Il quarto periodo è aperto dalle triple di Cardillo e Jurkatamm, con Ravenna che vola a +15 sul 69-54. Partita chiusa? Ancora no, perché una gran tripla di Mays tiene aperti i giochi. Un libero di White riporta Cento a -10 sul 71-61, poi lo stesso ex NBA e Smith si scambiano canestri di difficoltà 5 stelle, ma l’OraSì mantiene il vantaggio sul 75-63. È però Smith il mattatore del quarto quarto: la guardia americana oltre a segnare, regala anche a Laganà un grande assist per il massimo vantaggio di 79-63, che sostanzialmente chiude la partita. Ravenna può finalmente amministrare e porta a casa il match per 81-71, con il pubblico del Pala De Andrè che fa festa per il primo successo stagionale.

 

IL TABELLINO

OraSì Ravenna – Baltur Cento 81-71 (24-19, 47-37, 63-54)

Ravenna: Tartamella ne, Hairston 14, Smith 32, Montano 11, Jurkatamm 8, Cardillo 5, Baldassi ne, Masciadri, Rubbini ne, Seck ne, Gandini, Laganà 11. All. Mazzon.

Cento: Ba, Mays 12, Fioravanti ne, Chiumenti 11, Reati 18, Pasqualin, Gasparin 3, Benfatto 1, Moreno 5, Manzi ne, White 21. All. Benedetto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy