QF G4 – Treviglio è perfetta e costringe Verona a gara-5

QF G4 – Treviglio è perfetta e costringe Verona a gara-5

La Remer domina dall’inizio alla fine, pareggia la serie e aspetta la Tezenis a gara-5 mercoledì prossimo

di Jacopo Burati

Tezenis Verona-Remer Teviglio 78-95 (16-26; 43-48; 59-72)

Con una magistrale prova corale (6 uomini in doppia cifra, più Roberts a quota 8), la Remer domina dall’inizio alla fine, para ogni tentativo di Verona di riemergere nel punteggio e forza gara-5, in programma mercoledì prossimo in Lombardia.

Grande inizio offensivo di Treviglio, che si affida ai tiri pesanti di Palumbo e Roberts e alla presenza di Nikolic. A Verona non basta Ferguson per fermare la prima mareggiata ospite: 12-6 Remer dopo soli 3′. Treviglio trova buoni tiri e la coppia Caroti-Palumbo la spinge sul +9 (17-8). La Tezenis non resta a guardare, appoggia palla sotto su Poletti e Udom e rimane a contatto: +5 Remer (19-14) dopo 8′ di gioco, ma la truppa di Vertemati mantiene l’inerzia, vola con Palumbo in transizione e tocca un solido +10 (26-16) dopo il primo quarto.

La coppia Udom-Poletti guida la riscossa veronese all’alba del secondo quarto, anche se Treviglio trova il canestro con continuità: dopo 2′ la Tezenis torna a -7 (24-31). Reati punge, Nikolic è caldo, gli altri a ruota: la Remer si mantiene avanti colpendo da tre e sfruttando una Verona spesso in ritardo in difesa: 46-32 dopo 17′. Un sussulto di Vujacic, il fisico di Udom: Verona tenta di invertire la tendenza e con la tripla dello sloveno (8 punti in 1′) torna a -5 (43-48) a fine primo tempo.

L’inizio di terzo quarto di Treviglio è prepotente: 6-0 rapido di parziale, coronato dalla schiacciata di Borra per il +11 (54-43). Il centro della Remer si scatena con altri tre canestri filati, ma commette presto il quarto fallo della sua partita. Verona prova a restare a galla grazie alle finalizzazioni di Vujacic, Severini e Ferguson, ma Treviglio trova la retina con troppa facilità e resta a +10 (64-54). La continuità di Palumbo, unita a un flash di Pecchia, rimanda in orbita la Remer: 72-59 alla sirena del terzo periodo.

La tripla di Pecchia a inizio quarto periodo certifica il momento magico della Remer, che prima tocca il +16 (75-59), poi il +18 (84-66) a 5′ dalla fine sulla seconda tripla di Reati, che risponde a un paio di canestri in isolamento di Poletti. Treviglio deve solo gestire, subisce un piao di fiammate firmate Vujacic-Ferguson, ma rimane concentrata e colpisce con Caroti per la tripla del +14 (87-73) che a 2′ dalla sirena finale chiude definitivamente i giochi.

Tabellini:

Verona: Ferguson 12, Severini 14, Vujacic 17, Poletti 13, Candussi, Ikangi 5, Udom 17, Dieng.

Treviglio: Caroti 15, Pecchia 11, Roberts 8, Nikolic 16, Borra 15, Palumbo 12, D’Almeida 2, Reati 16.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy