Roseto gioca di cattiveria ma a San Severo non si passa

Roseto gioca di cattiveria ma a San Severo non si passa

Seconda partita in tre giorni per Roseto che non riesce ad avere la meglio contro l’Allianz Pazienza Cestistica San Severo in un match dall’agonismo esasperato

di Antonio Giuliani

Recupero della 18esima giornata di A2 est al palazzetto “Falcone e Borsellino” dove si affrontano le penultime a 12 punti del girone, in uno scontro che si mostra senza esclusione di colpi.

 

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Sapori Veri Roseto 79-78 (15-15, 25-18, 18-20, 21-25)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Delano jerome Demps iii 19 (3/5, 3/6), Marco Spanghero 15 (3/5, 2/4), Chris Mortellaro 15 (3/4, 0/0), Andy Ogide 13 (3/6, 2/5), Andrea Saccaggi 5 (1/1, 1/2), Nazzareno Italiano 5 (1/3, 1/4), Giacomo Maspero 5 (0/1, 1/1), Emidio Di donato 1 (0/0, 0/1), Michele Antelli 1 (0/2, 0/1), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 32 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Emidio Di donato 9) – Assist: 20 (Delano jerome Demps iii 9)
Sapori Veri Roseto: Made yancarlos Rodriguez 21 (2/8, 2/5), Mitja Nikolic 21 (3/4, 4/7), Jordan Bayehe 15 (5/7, 1/2), Lazar Nikolic 11 (4/5, 1/2), Leo Menalo 6 (1/1, 1/2), Aristide Mouaha 2 (1/7, 0/1), Nicola Giordano 2 (1/1, 0/0), Joel Fokou 0 (0/0, 0/0), Simone Pierich 0 (0/0, 0/0), Luca Cocciaretto 0 (0/0, 0/0), Alessandro Palmucci 0 (0/0, 0/0), Davide Valentini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 20 – Rimbalzi: 26 3 + 23 (Aristide Mouaha 7) – Assist: 15 (Made yancarlos Rodriguez 6)

Roseto inizia con un piglio migliore le prime due azioni, andando a segno da tre con Nikolic e un bell’appoggio da sotto di Bayehe. San Severo sbaglia tre triple aperte, ma trova concretezza con Ogide e un Di Donato già a 4 rimbalzi catturati, confermando il suo stato di forma dopo il 16+10 di domenica. Il punteggio di 4-5 dopo 5 minuti mostra la lentezza complessiva del gioco. I padroni di casa chiudono la prima frazione con 1/7 da 3 ma riescono a pareggiare i conti sul 15-15 con un tap in finale di Mortellaro.

L’Allianz prova un allungo in apertura di secondo quarto sfruttando l’esperienza e la fisicità dei suoi lunghi, anche se Roseto ricuce subito da -7 alla parità sul 29 pari a metà tempo. Gli ospiti mostrano molta aggressività con tanti contatti al limite del fallo, perdonati spesso dai direttori di gara. San Severo non riesce a segnare, ma punisce con Demps un accenno di zona da parte degli abruzzesi rimpinguando poi il bottino con Italiano dalla lunga distanza. 40-33 il punteggio al riposo lungo.

Terza frazione che si apre con San Severo che cerca di accelerare i ritmi e e raggiunge il massimo vantaggio sul 45-35, ma i giovani rosetani non mollano la presa, riportandosi in un amen sul 47 pari dopo 6 minuti. Gli arbitri forse vanno un po’ in difficoltà nel controllo del match, insistendo sempre in un permessivismo, a nostro modo di vedere esagerato, sui contatti di gioco, avvantaggiando più il gioco aggressivo dei giovani giocatori ospiti. Sul 51 pari entra di scena Spanghero per San Severo, segnando 7 punti consecutivi e portando la fine del quarto sul 58-53.

Rodriguez trova due liberi su un fallo di Antelli suonando la carica per Roseto, mentre dall’altra parte Spanghero subisce fallo dallo stesso Rodriguez, a cui viene fischiato fallo tecnico per proteste (cosa che può succedere in questo tipo di match). A 3 minuti dall’inizio dell’ultimo quarto le squadre sono già in bonus sul 63-57 casalingo. Situazione critica sul piano falli anche per San Severo, con Di Donato che commette il suo quinto personale e costringe coach Lardo a rimettere Ogide in campo (gravato anch’egli di 4 falli). Timeout chiamato da San Severo a 4 minuti dalla fine dell’incontro dopo un canestro ospite nato da una disattenzione difensiva, che lancia Roseto in vantaggio 66-67. Al rientro dal minuto di sospensione Ogide e Demps segnano due triple pesantissime in due azioni di fila e Roseto interrompe subito l’azione chiamando timeout. Gli abruzzesi chiamano una zone press con raddoppi continui che mette in crisi l’Allianz che non riesce a chiudere l’incontro, infatti con 15 secondi da giocare è 76-75 il punteggio. Sulla rimessa post timeout in zona d’attacco, il fallo arriva su Demps che fa solo 1/2 dalla lunetta. Restano 9 secondi da giocare e Roseto ha tutto il tempo di organizzare l’ultimo possesso con Rodriguez che perde però palla. Torna Demps in lunetta e stavolta non sbaglia, finisce 79-78 con tripla finale di Nikolic che però non cambia l’esito delle ostilità.

Coach Lino Lardo aveva annuniciato che questa sarebbe stata la partita da vincere e i suoi ragazzi non l’hanno deluso. Ci saranno sicuramente perplessità per la condotta generale dell’incontro ma l’importante è che San Severo abbia portato due punti fondamentali per credere ancora nella salvezza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy