Roseto liquida senza troppi patemi una pessima Caserta

Roseto liquida senza troppi patemi una pessima Caserta

Più facile del previsto il successo della Sapori Veri Roseto, che chiude l’anno vincendo 84-72 contro una brutta Sporting Club JuveCaserta. Decisivo un super primo quarto per i ragazzi di D’Arcangeli, chiuso con venti lunghezze di vantaggio.

di Piergiorgio Stacchiotti

SAPORI VERI ROSETO – SPORTING CLUB JUVECASERTA 84-72

ROSETO: Mabor 4, Giordano 4, De Fabritiis 3, Mouaha 2, Canka 9, Nikolic 8, Fokou, Jones 23, Rupil n.e, Bayehe 11, Ghirlanda, Pierich 20. Coach Germano D’Arcangeli

CASERTA: Allen 14, Bianchi 3, Valentini, Paci 10, Carlson 13, Hassan 3, D’Aniello n.e, Giuri 15, Cusin 4, Gervasio, Turel 10. Coach Ferdinando Gentile

ARBITRI: Gagliardi, Martellosio, Marzulli

Note: parziali 35-15; 51-37; 71-51; 84-72. Tiri da due Roseto 20/33, Caserta 15/22. Tiri da tre 7/19, 9/32. Tiri liberi 23/31, 15/19. Rimbalzi 33 (24+9), 30 (21+9)

 

Più facile del previsto il successo della Sapori Veri Roseto, che chiude l’anno vincendo 84-72 contro una brutta Sporting Club JuveCaserta. Decisivo un super primo quarto per i ragazzi di D’Arcangeli, chiuso con venti lunghezze di vantaggio.

Parte forte Carlson, a segno in due occasioni. Primo canestro dal campo per Roseto firmato da Canka, che poco più tardi regala il primo vantaggio ai biancazzurri sul 5-4, al quale replica prontamente Caserta con Allen. Roseto avanti 10-8 al 5’. Padroni di casa scatenati nella seconda parte della frazione. I ragazzi di D’Arcangeli trovano un parziale di 13-0 regalando a tratti spettacolo con una bomba da distanza siderale di Pierich ed uno schiaccione di Nikolic al termine di una grande azione di squadra. L’ex Paci dalla lunetta prova a tenere a galla la Juve ma gli Sharks continuano a dilagare con un ispiratissimo Pierich. Al 10’ i biancazzurri sono avanti di venti lunghezze sul sorprendente punteggio di 35-15.

Le triple di Hassan e Giuri avvicinano gli ospiti sul 37-23 e D’Arcangeli chiama time-out a 7’39” dall’intervallo lungo. Sale in cattedra Jones che, dopo aver recitato una parte da comprimario nel precedente assolo rosetano, mette a bersaglio sette punti in fila, regalando il nuovo +21 alla Sapori Veri. 46-28 il risultato al 15’. Dopo una bomba di De Fabritiis, un parziale di 0-7 riporta lo Sporting Club sul -14. Gli Sharks tornano a segnare, anche se soltanto dalla lunetta, con Jones; dall’altra parte lo imita Cusin: si torna negli spogliatoi sul 51-37.  17 di Jones e 14 di Pierich per il quintetto locale, 10 di Allen e Carlson per gli ospiti.

Si riparte con Pierich che piazza la quarta bomba su altrettanti tentativi. Canka firma il nuovo +19 rosetano ma Caserta poco più tardi torna sul -12. 59-46 il risultato al 25’. Jones ritrova la via del canestro ma dall’altra parte arriva la risposta di Giuri dalla lunga distanza. Dopo una bomba di Nikolic, Jones subisce un fallo antisportivo reso proficuo con la trasformazione di due tiri liberi ed infine un semigancio di Bayehe regala allo Sharks il 68-49. Al 30’ il divario cresce sul 71-51.

Mouaha firma il nuovo massimo vantaggio sul +22. Dopo una serie di errori dalla lunga distanza, Carlson finalmente colpisce da tre. Applausi per Giordano che recupera un paio di palloni, andando a canestro nella prima occasione. Due liberi di Jones regalano agli Sharks il 77-57 al 35’. Roseto chiude i conti subito dopo con un nuovo 3/3 dalla linea della carità di Pierich. Da quel momento è pura accademia, con Caserta che dimezza il gap ma serve a ben poco. La Sapori Veri trionfa 84-72.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy